Zaniolo va “educato”? Scoppia la polemica sui social

Zaniolo è stato espulso durante la gara contro il Genoa per delle parole dette all’arbitro, e su Rai2 si è parlato del fatto che debba essere “educato”. Scoppia la polemica.

Polemiche e sarcasmo sui social per le frasi pronunciate durante 90° Minuto, trasmissione di Rai2 e Rai Sport, dalla ct della Nazionale femminile Milena Bertolini. In poche ore, su Twitter ha iniziato a circolare l’hashtag #Zanioloeducato, come riferimento ironico alle discusse parole dell’allenatrice nei confronti del giocatore della Roma.

Zaniolo, infatti, è stato molto criticato per l’espulsione rimediata nel finale di partita contro il Genoa, sabato 5 febbraio, nonostante il cartellino rosso rifilatogli dall’arbitro Abisso sia stato a sua volta molto discusso. Cerchiamo di capire cos’è successo.

LEGGI ANCHE: Ma la Juventus può permettersi anche Zaniolo?

Zaniolo educato: l’espulsione e la polemica su Rai2

Durante la trasmissione della domenica sera di Rai2 90° Minuto, la ct della Nazionale femminile Milena Bertolini ha commentato il comportamento di Zaniolo e l’espulsione ottenuta nella gara col Genoa, che lo renderà indisponibile per Mourinho nella gara di domenica prossima in casa del Sassuolo.

Ultimamente ha delle difficoltà, va aiutato, va educato. Poi in quel caso l’arbitro doveva fare la sua parte, ma non per questo giustifico l’atteggiamento di Zaniolo” ha detto l’allenatrice, scatenando le ire social dei tifosi giallorossi.

L’attaccante romanista è stato spesso criticato per alcuni suoi atteggiamenti un po’ sopra le righe, ma allo stesso tempo c’è chi riconosce che il giocatore sia troppo spesso vittima di eccessiva severità da parte degli addetti ai lavori, arbitri in particolare. Anche lo scorso dicembre, Mourinho aveva detto pubblicamente che “Se fossi in lui andrei all’estero perché per Nicolò sta diventando impossibile giocare“, lamentandosi dei troppi falli impuniti che subisce.

LEGGI ANCHE: Ivkovic, è la Roma a mettere le mani sul talento classe 2006

Perché Zaniolo è stato espulso contro il Genoa

La polemica per le parole di Bertolini è stata alimentata anche dalle discussioni sul cartellino rosso al giocatore della Roma, molto criticata dai tifosi. Zaniolo aveva infatti segnato la rete della vittoria romanista nel finale contro il Genoa, ma l’arbitro Abisso aveva annullato per un discusso fallo di Abraham commesso nel corso dell’azione. Zaniolo, nel frattempo, era pure stato ammonito per essersi tolto la maglia esultando per il gol.

Nel recupero, però, Zaniolo veniva addirittura espulso (per rosso diretto, non per somma d’ammonizioni). Il motivo di questo cartellino è per le parole rivolte dall’attaccante al direttore di gara dopo l’annullamento del gol, che Abisso ha ritenuto oltre i limiti. Mourinho, nella conferenza stampa post-partita, ha chiarito che Zaniolo ha ripetuto per tre volte “Ma che ca… hai fischiato?”.

“Ho parlato con l’arbitro, perché secondo ha sbagliato sull’espulsione. Se Zaniolo giocasse nell’Inter, nella Juventus o nel Milan lo avrebbero espulso? Se sono arbitro, dopo un gol festeggiato al 90′, la frustrazione del gol annullato, e il calciatore va da te e ti dice una cosa del genere, gli do giallo e finisce lì” ha spiegato il tecnico portoghese.

Tutto ciò ha chiaramente sollevato le proteste dei tifosi della Roma, che si sono ritrovati abbastanza d’accordo con le parole di Mourinho, in particolare sul confronto con le big della Serie A. Uno dei principali paragoni è stato quello con lo juventino Lorenzo Bonucci, che nei supplementari della Supercoppa Italiana contro l’Inter aveva tirato uno schiaffo a un dirigente nerazzurro, venendo sanzionato con soli 10.000 euro di multa.

LEGGI ANCHE: Oliveira nuovo rigorista Roma: cosa fare con Veretout al fantacalcio

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI