yazici
Fonte: Instagram @yusufyazici

Yusuf Yazici è stato il mattatore di Milan – Lille: era dal 2000 che un giocatore non segnava una tripletta contro i rossoneri a San Siro

In una settimana europea particolarmente avara di risultati, la Francia si consola con la bella vittoria del Lille sul campo del Milan. I Dogues, al contrario delle altre quattro connazionali impegnate tra martedì e giovedì, si sono imposti 3-0 sui rossoneri con una prestazione di ottimo livello. In campo si sono viste le differenze tra una squadra ancora in costruzione e una realtà, per quando non di grande profilo, europea.

LE PARTITE DI OGGI IN TV: A CHE ORA E DOVE VEDERLE

Il resto lo ha fatto Yusuf Yazici, il vero eroe di San Siro: l’attaccante turco ha segnato una bellissima tripletta, permettendo così al Lille di prendersi tre punti fondamentali in chiave qualificazione. I sedicesimi, a meno di cataclismi, non dovrebbero più essere un problema: il LOSC, nettamente la squadra più forte del raggruppamento, è una squadra che proprio di questi tempi si sta ritrovando. E, la vetrina europea, può esaltare questa squadra dal grande talento.

DA ALLEGRI A POCHETTINO: LA TOP 10 DI ALLENATORI SVINCOLATI

Yazici come Rivaldo: tre gol per battere il Milan

Talento, ecco. Yazici ne ha tanto ma spesso, troppo spesso, non è riuscito a incanalarlo sui binari giusti. Fino allo scorso anno, infatti, il turco veniva visto come un profilo dalle spiccate doti tecniche, ma anche e soprattutto discontinuo. La stagione 2020/21 è invece iniziata molto bene: a oggi, l’attaccante del Lille ha già toccato quota 6 gol in Europa League, che si aggiungono al primo recente centro in campionato. L’ascesa, a livello numerico, è tangibile, basti pensare che, da quando è in Francia, mai aveva trovato una tale continuità realizzativa.

FASCE GOL FANTACALCIO: I VALORI E COME CALCOLARLI

Se i gol stagionali sono già 7, nelle prime 30 presenze con la maglia del LOSC Yazici aveva segnato solo una rete, rischiando di candidarsi come acquisto flop della gestione tecnica di Luis Campos. Invece qualcosa, nella sua testa, sembra essere finalmente scattato. In più, era addirittura dal 2000 che nessun calciatore avversario del Milan riusciva a segnare tre gol a San Siro. Ai tempi toccò a Rivaldo, oggi a Yazici: due numeri 10, diversi ma – anche se solo per una sera – accumunati dallo stesso destino.

JOHNNY GILES, L’IRLANDESE RILUTTANTE DEL LEEDS UNITED

La trasformazione con Galtier

Parlando di Yusuf Yazici, qualche mese fa Cristophe Galtier aveva detto: “È un calciatore con qualità importanti, ma deve pensare meno al prezzo che la società ha pagato per acquistarlo”. Arrivato in Francia nell’estate del 2019 per quasi 18 milioni di euro, ha ereditato il posto in un reparto che, pochi giorni prima, aveva perso due pezzi da novanta come Nicolas Pépé e Rafael Leao. Ci ha messo un po’ a entrare negli schemi di Galtier.

DIOGO JOTA MEGLIO DI TORRES E SALAH: INIZIO DA URLO AL LIVERPOOL

Il tecnico francese lo ha dapprima utilizzato da mezzapunta in un 4-2-3-1, poi lo ha ulteriormente avanzato in coppia con un altro elemento offensivo come Jonathan David, anche lui alla ricerca della definitiva maturazione. I due si completano abbastanza bene, nonostante nessuno di loro possa definirsi prettamente un numero 9. Yazici, nella fattispecie, si sta adattando molto bene e, adesso, Galtier si gode i frutti del proprio lavoro.

INFORTUNIO RAMSEY, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

Yazici, laziale mancato

Forse non tutti sanno, o semplicemente non ricordano, che Yusuf Yazici sarebbe potuto approdare in Italia. Poche settimane prima che il Lille affondasse per il suo acquisto, la Lazio aveva definito tutti i dettagli dell’operazione con il Trabzonspor. Alla fine alcune differenze economiche non superabili fecero saltare il banco, così i turchi lo piazzarono in Francia. Un peccato, perché un calciatore delle caratteristiche del turco si sarebbe adattato molto bene alla Serie A.

NILS LIEDHOLM, IL BARONE RIVOLUZIONARIO

La storia di Yazici è strettamente legata al Trabzonspor, club nel quale è cresciuto e ha esordito nel professionismo, ma anche una specie di seconda casa visto che anche suo fratello Farkum ci gioca ancora a tutt’oggi. Per i tifosi del Şenol Güneş Spor Kompleksi Yazici è una sorta di idolo, a tal punto che – in occasione di una votazione sul sito online – l’attuale attaccante del Lille è stato valutato come il miglior calciatore della storia del club.

LUIS CAMPOS, L’UOMO DIETRO ALLE QUINTE DEL LILLE

Che ha promesso, prima o poi, di riabbracciare, magari per chiudere quella carriera che, finalmente, sembra essere decollata. “Per farlo rendere meglio – racconta Galtier – sono arrivato ad apportare qualche modifica al modulo. Niente di rivoluzionario, ma ho ottenuto le risposte che cercavo”. Yazici oggi è una delle stelle della Ligue 1. Fino a un anno fa, in pochi ci avrebbero scommesso.

COSA PUÒ FARE GASPERINI PER CAMBIARE L’ATALANTA?

Per restare sempre aggiornati, seguiteci su Instagram e Facebook