Xavi e la clamorosa iniziativa per tornare al Barcellona

Xavi si avvicina a grandi passi al Barcellona: decisivo il pagamento di una clausola, che però non saranno i catalani a saldare

La trattativa tra il Barcellona e Xavi sembrerebbe arrivata finalmente a un punto di svolta. Dopo l’abbraccio collettivo col quale i calciatori dell’Al Sadd hanno salutato, in calce all’ultimo turno di campionato qatariota, il loro allenatore, il ritorno del catalano al Camp Nou si avvicina.

Xavi non può andare al Barcellona adesso: il motivo

In questi giorni Barça e Al Sadd hanno intensificato i rapporti per capire quali potessero essere le basi per far sì che tutte le parti in causa uscissero soddisfatte da questa situazione. Dal canto suo, Xavi tramite i suoi account social ha fatto capire che gradirebbe rientrare in Spagna, rilasciando anche alcune dichiarazioni decisamente importanti in tal senso.

barcellona
Losail (Qatar) 17-03-2016 – prove libere Moto GP – free practice – Qatar / foto Luca Gambuti/Image Sport/Insidefoto
nella foto: partita amichevole calcio Xavi Hernandez

Xavi al Barcellona: spunta una clausola rescissoria

Tutto fatto? Ancora no, ma ci siamo quasi. Secondo quanto riportato da Mundo Deportivo, quotidiano spagnolo da sempre molto vicino alle vicende di casa Barcellona, all’interno del contratto firmato da Xavi con l’Al Sadd sarebbe presente una clausola rescissoria il cui valore ammonterebbe a 5 milioni di euro.

Prende forma il Barcellona di Xavi: i possibili movimenti blaugrana

Pagandola, come da sempre succede, l’allenatore potrebbe liberarsi dall’attuale vincolo senza che la società di appartenenza abbia la possibilità di opporsi.

Ma il catalano deve tanto al club e alla federazione del Qatar, che non solo gli hanno permesso di chiudere la carriera da calciatore ma, forse ancora più importante, di cominciare quella da allenatore, promuovendolo anche a testimonial di una nuova realtà calcistica molto ambiziosa, per quanto criptica nei modi e nelle azioni.

In Qatar, l’Al Sadd di Xavi ha dominato la stagione

Così si è deciso di non andare allo scontro e, sempre secondo quanto filtra dalla Spagna, per il pagamento di questa clausola rescissoria potrebbero esserci delle sorprese.

Chi paga la clausola?

Già, perché com’è ben noto il Barcellona non è che la passa economicamente benissimo. Anzi, tutt’altro: i conti sono perennemente in rosso, la rosa depauperata di parecchio valore, sul mercato ci si può muovere poco o nulla e Xavi, in quanto istituzione del club, dovrà ricostruire tutto partendo dalle fondamenta.

Girone Inter in Champions League: avversarie e calendario

Questo per dire che sarà proprio lui a versare nelle casse dell’Al Sadd i 5 milioni di euro necessari per salutare e firmare con i blaugrana. Una scelta inusuale, visto che di solito sono cose che si regolano tra club, ma necessaria per sbloccare una situazione abbastanza delicata, il cui epilogo positivo non è mai stato scontato.

Inoltre, va sottolineato come parallelamente il Barça dovrà liquidare Ronald Koeman pagando all’olandese una buonuscita, in modo tale da sgravare il proprio bilancio dallo stipendio che l’ormai ex allenatore avrebbe percepito fino al prossimo mese di giugno.

Girone Milan in Champions League: avversarie e calendario

Così Xavi ha deciso di andare incontro al suo ex club, che a breve tornerà a essere casa sua. Dove ha vinto tanto da calciatore, acquisendo rispetto e credibilità agli occhi di tutti. E dove spera di vincere anche nella sua seconda vita di allenatore.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI