Home Calcio Estero Il nuovo Tottenham di Mourinho con Bale e Reguilon

Il nuovo Tottenham di Mourinho con Bale e Reguilon

Tottenham: Bale e Reguillon
Fonte immagine: sito ufficiale Standard.uk

Il Tottenham di Mourinho accoglie Gareth Bale e Sergio Reguilon. Il ritorno del gallese e l’arrivo dello spagnolo restituirà verve agli Spurs?

Ancora poche ore e sarà tutto ufficiale. Il Tottenham ha scelto per la sua rivoluzione due diamanti provenienti da Madrid: il primo, Gallese con la numero undici, ha solo bisogno di una lucidata, proprio come gli accade quando veste la maglia della nazionale. Il secondo si è formato a Siviglia, raggiungendo lo stato di diamante grezzo che il mastro José provvederà a rendere perfetto e brillante. Una vera e propria rivoluzione, che dopo l’amaro esordio in Premier League serviva come non mai. 

Il Tottenham e Gareth Bale

203 presenze, 56 goal e 58 assist. Questi numeri, in realtà abbastanza freddi, non ci restituiscono davvero cosa sia stato Gareth Bale per il Tottenham di allora. Partiamo dall’inizio però, o anzi da metà della storia, quando il primo settembre 2013 Gareth sceglie Madrid e gli Spurs più di 100 milioni di euro per separare le proprie strade. 

COME GIOCANO LE SQUADRE DI SERIE A: LE PROBABILI FORMAZIONI

In sette anni e spiccioli di Real Madrid, Gareth Bale ha messo a segno 105 goal, fornendo 68 assist in 251 partite, vincendo quattro Champions League ma perdendo quella forza vulcanica che lo contraddistingueva ai tempi di Londra. Come Marca ha analizzato in un approfondimento dedicato, l’oligarchia madridista ha iniziato presto a stargli stretta, il golf e gli infortuni lo hanno imbolsito mentalmente e il ricco e lungo contratto concessogli da Florentino ha fatto il resto: Gareth si è spento, facendo perdere le tracce di quel fenomeno cresciuto tra Southampton e Londra. 

LUKA JOVIC: UN’OCCASIONE (DISPENDIOSA) PER LA SERIE A

Oggi il ritorno al Tottenham. Un Tottenham rinnovato, attore non protagonista della finale di Champions di due stagioni fa e oggi allenato da José Mourinho. 

Lo volevo al Real Madrid, ma lo presero quando io me ne andai. Se potesse arrivare qui sarei felice.”

Così l’allenatore portoghese ha benedetto il potenziale – ormai imminente – arrivo di Bale dalle parti del Tamigi: una rivoluzione dicevamo, che il Tottenham è pronto ad affrontare ritrovando il suo cavallo migliore. 

Teoria e tattica

Dove potrebbe giocare Gareth Bale? Nell’ultima stagione londinese la maglia era la numero undici, i goal segnati 21 e l’assenza di uno schema tattico preordinato la condicio in cui tecnico e compagni lo avevano calato. Anarchia allo stato puro che oggi difficilmente potrà rivedersi: al fianco di Son, Kane e – forse – Dele Alli, Gareth spodesterà Lucas dalla fascia destra, tornando ad assumere il ruolo di spacca-partite che tanto gli si addice. A trentuno anni, Bale ritrova il Tottenham in prestito con diritto di riscatto, pronto a restituire agli Spurs quella carica emotiva e psicologica che la partenza di Eriksen e il fallimento in Champions League paiono aver tolto. 

Reguilon e il Tottenham

Da un ex terzino sinistro, al nuovo laterale degli Spurs: Sergio Reguilon, fresco campione d’Europa con il Siviglia, lascia ufficialmente il Real Madrid per accasarsi al Tottenham. Trenta milioni di euro il costo del cartellino, con una clausola di re-compra fissata a quarantacinque in favore del Real. Così, dopo il rifiuto di tali condizioni da parte del Manchester United, il Tottenham si è procurato il terzino sinistro del futuro, completo tatticamente e tecnicamente, tanto da convincere il Real a investire un potenziale futuro su di lui. 

ANCELOTTI BATTE MOU: COME GIOCA IL NUOVO EVERTON

Dopo l’orrenda prestazione di Ben Davies domenica scorsa contro l’Everton di un altro ex Real Madrid, Mou si è reso conto di aver bisogno di una scossa. Reguilon può essere proprio quel lampo di genio e sregolatezza che serve al Tottenham per fare il salto di qualità mentale necessario a riavviare i motori. 

View this post on Instagram

¡CAMPEONES! 🏆

A post shared by Sergio Reguilón (@sergioregui) on

Se contro l’Everton è sembrato che la squadra andasse coi giri del motore rallentati, ecco che Reguilon e Bale, amanti della corsa a tutto campo, accelereranno il Tottenham, sia fisicamente che psicologicamente. 

Top four?

Ora l’interrogativo più grande è se, con l’arrivo dei diamanti da Madrid, il Tottenham possa competere con le top four dei nastri di partenza per un posto in Champions League. La sconfitta con l’Everton aveva gettato ombre su questa possibilità, così come la netta vittoria dell’Arsenal alla prima giornata. Ma con Mourinho in panchina e il ritorno di Gareth Bale sul terreno di gioco, il Tottenham può davvero ambire a ritrovare la brillantezza delle ultime stagioni. 

Un’ambizione condivisa con Reguilon che, dopo aver vinto l’Europa League, ha scelto il Tottenham e Gareth Bale per diventare grande, ma grande per davvero. 

RIAPERTURA STADI: DATE E REGOLE IN ITALIA E IN EUROPA