tonali
Fonte: Instagram @acmilan_banditi1899

Dopo anni di totale anonimato sul mercato, il Milan torna a battere un colpo importante: è in arrivo Sandro Tonali, uno dei centrocampisti più promettenti d’Italia

Il tifo fin dalla tenera età, il mito di Gennaro Gattuso, un sogno che si avvera. Sandro Tonali sta per trasformarsi nel fiore all’occhiello della campagna acquisti estiva 2020 del Milan, che con l’arrivo dell’ex centrocampista del Brescia batte un colpo tanto importante quanto pesante, di quelli che non capitavano da un pezzo. Il sorpasso all’Inter sul filo del rasoio permette ai tifosi di godersi una vittoria dopo anni di difficoltà, con l’augurio che l’acquisto di Tonali possa rappresentare solo l’inizio di una lenta rinascita.

Tonali si accasa al Milan dopo un biennio più che positivo alle Rondinelle, che nel loro vivaio lo hanno inserito, curato e sgrezzato fino a regalargli il professionismo quando la carta di identità del ragazzo non recitava ancora 19 anni. Ma “Sandrino”, talento puro e cuore rossonero, adesso è atteso dalla prima vera sfida in carriera, quella di imporsi nel club per il quale da bambino percorreva spesso i più di 100 chilometri che separano la sua Lodi da San Siro, uno dei templi del calcio mondiale.

INFORTUNIO ZANIOLO, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

Tonali al Milan: le cifre dell’operazione

Il Milan ha acquistato Sandro Tonali con una formula abbastanza comune di questi tempi: i rossoneri si sono infatti accordati con il presidente del Brescia Cellino per l’apertura di un prestito oneroso a 10 milioni di euro – cinque dei quali iscritti subito a bilancio, mentre il resto andrà nel prossimo esercizio – con un diritto di riscatto fissato a 15 e ulteriori 10 milioni di euro a corredo sotto forma di bonus vari, legati alle presenze del calciatore e agli obiettivi raggiunti dalla squadra.

NECO WILLIAMS, IL NUOVO GIOIELLO DI CASA LIVERPOOL

Siamo ben lontani, quindi, dai 70 che il Brescia chiedeva pre lockdown, ma da allora molto è cambiato e tutti, anche i presidenti alla Cellino, hanno dovuto abbassare il tiro. Il Brescia in passato aveva intrattenuto delle fitte discussioni con l’Inter, che più recentemente parrebbe essersi defilata in attesa di altre valutazioni, lasciando spazio al blitz del Milan. Tonali sarà il secondo acquisto più oneroso della gestione Elliott dopo Lucas Paquetà, la cui cessione verrà definita in questi giorni.

COME GIOCANO LE SQUADRE DI SERIE A: LE PROBABILI FORMAZIONI

L’8 sulle spalle e Gattuso come idolo

Sandro Tonali arriva al Milan in punta di piedi, ma è ovvio che molti occhi saranno puntati sin da subito su di lui. Il talento lodigiano ha scelto di indossare la maglia numero 8 in onore di Gennaro Gattuso, attuale allenatore del Napoli nonché suo grande idolo di infanzia. Gattuso, 13 stagioni e quasi 500 presenze in rossonero, ha fatto la storia del Milan, e Tonali vorrebbe anche solo ripercorrere un minimo del cammino fatto da Ringhio, col quale ha un ottimo rapporto.

ROMA, TERZA MAGLIA: NIKE OMAGGIA IL PASSATO

Spazzati via definitivamente, quindi, i paragoni con Andrea Pirlo. Tonali assomiglia molto all’attuale allenatore della Juventus, ma più per questioni di somiglianza fisica che non per il ruolo ricoperto sul terreno di gioco. Lui stesso si è definito come differente da Pirlo, sia nell’attitudine di stare in campo che nelle caratteristiche. E al Milan, in tal senso, dovranno essere bravi a gestirlo e dosarlo. Pioli, sulla carta, ha ricevuto un rinforzo da Champions League.

INTER, TERZA MAGLIA: NIKE CELEBRA LA COPPA UEFA 1998

View this post on Instagram

Tanti auguri leonessa 🦁💙 #109

A post shared by Sandro Tonali (@sandrotonali) on

Come giocherà il Milan con Sandro Tonali

Passiamo alla questione tattica. Nella stagione 2019/20 Sandro Tonali ha praticamente sempre giocato da vertice basso in una mediana a tre. Eugenio Corini, ex allenatore del Brescia, lo aveva inserito lì durante la vittoriosa campagna in Serie B e lui lo aveva ripagato con prestazioni di grandissimo spessore. Tonali, nonostante i lombardi siano mestamente retrocessi, è stato statisticamente uno dei migliori centrocampisti della parte bassa della classifica.

SUAREZ ALLA JUVENTUS, COME CAMBIA L’ATTACCO DEI BIANCONERI

Per esempio, tra i numeri collezionati spiccano i 7 assist in 36 presenze complessive, ma anche gli 1,9 key pass e l’ottimo rating nei passaggi, sia lunghi che corti. Tonali è un centrocampista completo, che il Milan cercherà di inserire anche in prospettiva, visto che nel 2021 scatterà la clausola rescissoria da 50 milioni di euro sul contratto di Ismael Bennacer. A quel punto l’algerino non sarà più incedibile, e Tonali potrebbe ricevere definitivamente i galloni di leader della mediana rossonera.

CHI È VEDAT MURIQI, IL NUOVO CENTRAVANTI DELLA LAZIO

Per quanto riguarda invece la posizione, Sandro Tonali verrà alternato allo stesso Bennacer e affiancato da un centrocampista di rottura alla Kessié, ma non è escluso che talvolta i due possano essere presenti contemporaneamente in campo. Pioli predilige la mediana con due interpreti centrali, ruolo che Tonali ha ricoperto nella seconda parte di stagione con Diego Lopez. Ma, complessivamente, è uno di quei calciatori che amano ricevere palla sui piedi e farla girare, dettando tempi e ritmi di gioco. Ottima prospettiva, per un Milan che vuole rinascere.

Per restare sempre aggiornati, seguici su Instagram e Facebook