È vero che 2.000 tifosi scozzesi sono stati contagiati dal Covid per Inghilterra Scozia?

Tifosi Scozia contagiati per Inghilterra Scozia? Sarebbero 2.000 i nuovi contagi per il Covid tra i tifosi della Tartan Army, stando quanto riportano i media britannici. Ma le cose stanno davvero così?

LEGGI ANCHE: Da Inghilterra Scozia all’Italia: il commento di Pizzigoni e Arpaia sul nostro canale Twitch

Brutte notizie per le misure di contenimento del Covid nel Regno Unito: la BBC riporta infatti che per il match del 18 giugno tra Inghilterra e Scozia, giocatosi a Wembley, ci sarebbero stati 2.000 contagi tra i soli tifosi scozzesi.

La fonte citata è il Dipartimento di Salute Pubblica scozzese, che ha diffuso i dati preoccupanti per un Paese che, fino a qualche mese fa, sembrava ormai essersi messo definitivamente alle spalle la pandemia, ma che ora a causa della variante Delta sta avendo nuovi problemi.

Tifosi Scozia contagiati: cosa dicono i dati

LEGGI ANCHE: Europei 2021, accordo UEFA-UK: Wembley apre ai tifosi per la fase finale

In realtà, i numeri diffusi dalla Sanità scozzese sono leggermente più bassi e la BBC li ha arrotondati per eccesso: si tratta in realtà di 1.991 casi di contagio individuati tra i tifosi che hanno viaggiato dalla Scozia a Londra per assistere all’unico match in trasferta della Tartan Army negli Europei (le altri due partite si sono giocate infatti a Glasgow).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Scotland (@scotlandnationalteam)

L’indagine, però, va approfondita, perché i numeri precisi raccontano una realtà un po’ meno allarmante: dei circa 2.000 casi registrati, solo 397 sono persone che si trovavano dentro Wembley a vedere la partita. Lo studio prende infatti in esame tutti i contagi avvenuti tra scozzesi che si sono mossi con la motivazione della partita, ma molti di essi si sono riuniti per tifare in punti nevralgici del centro di Londra, come Leicester Square, nei pub o a casa di amici.

LEGGI ANCHE: Effetto Covid, la Liga è al collasso: “Non ci sono più scorciatoie”

Inoltre, solo 1.294 persone delle quasi 2.000 individuate hanno riferito di aver viaggiato a Londra nel giorno di Inghilterra Scozia, e secondo la BBC non è noto se e quante di queste persone siano state contagiate mentre assistevano alla partita o altrove.

Al di là della precisazione necessaria, la situazione causata dal Covid nel Regno Unito nell’ultimo mese è sicuramente preoccupante. In particolar modo in Scozia, che ha il più alto tasso di contagi dell’intera nazione. La finale di Wembley dell’11 luglio è circondata da forti dubbi, ai quali ieri si sono aggiunti quelli del vice-presidente della UE Margaritis Schinas, che ha detto che l’ipotesi della finale londinese del torneo vada analizzata “molto attentamente”.

LEGGI ANCHE: Non è più così sicuro che la finale degli Europei si giocherà a Wembley

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!