Stipendio Dani Alves, quanto guadagna con il ritorno al Barcellona

Stipendio Dani Alves: quanto guadagnerà veramente il difensore brasiliano, che a 38 anni è tornato a sorpresa a giocare al Barcellona?

Leggi anche | Xavi vuole Dani Alves: cosa può ancora dare al Barcellona

“Tornare qui dopo tanto tempo è un onore, un piacere” ha dichiarato Dani Alves nel suo primo discorso nello spogliatoio del Barcellona, dopo l’acquisto ufficializzato negli scorsi giorni. Il terzino brasiliano, oggi 38enne, aveva già vestito il blaugrana tra il 2008 e il 2016, vivendo in pieno l’epoca d’oro del club.

Oggi, col Barça in crisi economica e tecnica, è tornato in Catalogna, richiamato dal suo ex-compagno di squadra Xavi, da poco nominato nuovo allenatore, e vestirà la maglia numero 8. Ma in tanti si domandano quanto andrà a guadagnare, cosiderando anche la sua età.

Stipendio Dani Alves: il salario più basso del Barça?

Leggi anche | Perché Messi ha lasciato il Barcellona?

Un altro problema importante per quanto riguarda la firma di Dani Alves con il Barcellona è quello rappresentato dalla difficile situazione economica del club blaugrana, che già in estate si è trovata nella totale impossibilità di rinnovara il contratto di Leo Messi. Anche perché sui conti del club pesano i limiti di spesa imposti alle società della Liga dal nuovo accordo con il fondo CVC.

Negli scorsi giorni era circolata l’idea che avrebbe potuto percepire dal Barcellona uno stipendio simbolico, che alcuni dicevano potesse ammontare anche a un solo euro. L’ipotesi non ha ancora ricevuto conferme, ma sembra piuttosto remota anche per i calcoli ipotizzati dalla stessa Liga.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Anche perché la precedente esperienza del difensore, quella al San Paolo, si è interrotta a metà settembre proprio per questioni economiche: Dani Alves aveva deciso di rescindere il contratto a causa dei grossi ritardi nei pagamenti. Al San Paolo guadagnava ufficialmente 240.000 euro all’anno, una delle cifre più alte nel calcio brasiliano.

Stipendio Dani Alves: i dettagli del contratto

Al momento non è possibile dire con sicurezza quanto guadagni Dani Alves al Barcellona, dato che le cifre ufficiali non sono ancora state rese note. Ma sappiamo che il suo contratto – che entrerà in vigore da gennaio, quando il giocatore potrà essere regolarmente tesserato – durerà solamente un anno, e cioè fino alla fine del 2022.

Leggi anche | Xavi al Barcellona: come giocherà, modulo e formazione

L’obiettivo implicito del difensore è quello di mantenersi in forma fisica e giocare in un club europeo di primo piano, in lotta per lo scudetto e nelle coppe europee. Questo dovrebbe servire, nei suoi piani, a renderlo papabile per una convocazione in Nazionale in vista dei prossimi Mondiali, che si terranno in Qatar tra il 21 novembre e il 18 dicembre 2022.

Di certo, possiamo dire che non arriverà a guadagnare quanto durante la sua ultima esperienza al Barcellona, ovvero 7,4 milioni di euro. La stampa spagnola conferma che comunque Dani Alves riceverà lo stipendio più basso in tutta la rosa della prima squadra del Barcellona, anche se una serie di bonus alzeranno decisamente l’ammontare complessivo dei suoi introiti.

Leggi anche | Stipendi Barcellona: quanto sono pagati i campioni blaugrana

Ad ogni modo, parlare di “stipendio più basso della rosa” significa veramente molto poco: secondo i numeri del quotidiano As, infatti, attualmente il gocatore meno pagato della prima squadra del Barcellona è Riqui Puig, con un salario lordo da 4 milioni di euro l’anno (circa 1,8 milioni netti).

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI