HomeCalcio EsteroStadio San Pietroburgo: storia, capienza e curiosità

Stadio San Pietroburgo: storia, capienza e curiosità

Lo Stadio San Pietroburgo, conosciuto anche come Gazprom Arena, è uno degli undici stadi che ospitano Euro 2020.

Alcune partite del Girone B e del Girone E degli Europei ci permettono di ammirare più attentamente l’impianto russo di San Pietroburgo, uno dei più giovani e moderni dell’intera manifestazione.

LEGGI ANCHE: Italia Svizzera: 3-0 | Statistiche, migliore in campo e le parole di Mancini

La struttura e la capienza

Nonostante la progettazione dello stadio risalga ai primi anni Duemila, l’assegnazione alla Russia dei Mondiali del 2018 ha contribuito ad accelerarne i tempi di costruzione. L’impianto è stato così ultimato nel 2017, con una capienza di 64.468 posti a sedere, ed è diventato da subito la casa dello Zenit.

LEGGI ANCHE: Puskas Arena: storia, capienza e curiosità

Una delle caratteristiche principali della Gazprom Arena è la presenza del tetto retrattile, il quale permette il normale svolgimento delle partite con tutte le condizioni meteo e giustifica l’ingente cifra di 600 milioni di euro spesa per il compimento dei lavori.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Stadium World 🌐 (@stadiumworld)

I Mondiali del 2018

Come detto in precedenza, lo Stadio San Pietroburgo è stato uno dei principali palcoscenici degli ultimi Mondiali. Oltre ad aver ospitato la seconda partita della Russia padrona di casa, all’interno dell’impianto si sono disputate due tra le più importanti partite della competizione: la prima è la semifinale tra Francia e Belgio, decisa dal difensore francese Umtiti, la seconda invece è la finalina tra lo stesso Belgio e l’Inghilterra, che ha regalato ai Diavoli Rossi il loro miglior piazzamento ad un campionato del mondo, grazie alle reti di Meunier ed Eden Hazard.

LEGGI ANCHE: La classifica marcatori Europei 2021

Euro 2020, le partite in programma a San Pietroburgo

Come se fosse ormai una tradizione, è stata proprio la nazionale belga ad affrontare la Russia nella partita in cui la Gazprom Arena ha esordito agli Europei. Il match, giocato poche ore dopo la grande paura per quanto accaduto a Christian Eriksen, ha visto dominare Romelu Lukaku, il quale ha dedicato il primo dei suoi due goal proprio al compagno nerazzurro.

LEGGI ANCHE: Euro 2020, Belgio Russia 3-0 | Statistiche e migliore in campo

Fino a questo momento l’impianto ha ospitato altre partite, come Finlandia-Russia, Polonia-Slovacchia e Svezia-Slovacchia, e dovrà ospitarne altre due nella terza giornata dei gironi: una sarà Finlandia-Belgio, l’altra Svezia-Polonia, entrambe potenzialmente decisive per il passaggio al turno successivo.

LEGGI ANCHE: Quanto potrebbero guadagnare i calciatori vincendo gli Europei 2021?

Infine lo Stadio San Pietroburgo saluterà definitivamente la competizione al termine del quarto di finale, il quale si disputerà in terra russa il 2 luglio alle 18:00 e che potrebbe vedere protagonista la favoritissima Francia di Didier Deschamps.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram