stadi più alti al mondo
Fonte: Instagram @alesilva_futblog

Il continente sudamericano domina la classifica degli stadi più alti al mondo, comandata da uno sconosciuto impianto disperso nella Cordigliera delle Ande

Quando si parla di calcio c’è una tematica che negli ultimi decenni ha sensibilizzato parecchio l’opinione pubblica. Riguarda la salute, e più in generale una serie di norme e regole da stabilire in modo tale che i calciatori possano svolgere il loro lavoro in maniera tranquilla e in tutta sicurezza. In questo panorama si incastra il discorso riguardante l’altitudine sul livello del mare, un tema parecchio dibattuto soprattutto in Sudamerica, dove si incontrano e scontrano varie realtà che vanno da quella costiera a quella andina.

DIRITTI TV CHAMPIONS LEAGUE: RAI RIFIUTA, NOVITÀ AMAZON?

Giocare in altura è sicuro? Se lo sono chiesti, in questi anni, parecchie personalità di spicco del calcio mondiale. In primis la FIFA, che affrontò l’argomento per la prima volta ai tempi di Blatter e ancora oggi, con Infantino alla guida, cerca di studiare a fondo le problematiche che comporta misurarsi con questa casistica. D’altronde c’è chi in casa gioca a quasi 4000 metri, il che rende la disputa impari per tutta una serie di fattori che ormai sono noti ai più.

IL RITORNO DI RENATO SANCHES

Cosa comporta giocare in altura?

Nei primi anni Duemila un pool di specialisti ha stabilito che l’altitudine influisce in maniera decisiva sulle prestazioni di un determinato atleta non abituato a giocare a certe condizioni. Addirittura, è anche stato affermato che già oltre i 500 metri potrebbero essere accusati sintomi quali fiato corto, aumento del battito cardiaco e diminuzione della resistenza. Inoltre, il cosiddetto ‘mal di montagna‘ provoca anche nausea, spossatezza e vertigini.

LIVORNO VERSO IL FALLIMENTO, UNA STORIA TUTTA ITALIANA

Chiaro, quindi, che giocare ad altezze siderali non può che essere uno svantaggio per la squadra ospite. Per questo si era paventata anche l’ipotesi di fissare un limite da non oltrepassare, ma alla proposta effettiva portata alla FIFA non sono seguiti i fatti. Oggi, quindi, in Sudamerica sono davvero tanti i club e le nazionali che possono trarre vantaggio dall’altitudine. Ma quali sono gli stadi più alti al mondo?

CALCIATORI POSITIVI AL COVID IN SERIE A: LA LISTA COMPLETA

Stadi più alti al mondo: una questione sudamericana

Nella classifica degli stadi più alti al mondo primeggia l’Estadio Daniel Alcides Carrion, ubicato nella città di Cerro de Pasco in Perù. L’impianto è situato a un’altitudine di 4378 metri sul livello del mare: attualmente, in questo stadio non gioca nessuno perché il club cittadino, l’Union Minas – unico con un’esperienza nella massima serie locale – è sparito dai radar da un decennio. Subito dietro troviamo due stadi della stessa città, vicinissimi in linea d’aria.

BOLIVIA – ARGENTINA, IL 6-1 E L’UMILIAZIONE A MARADONA

Il primo è l’Estadio Municipal El Alto, situato nell’omonimo dipartimento di La Paz, in Bolivia. Qui ci gioca l’Always Ready, squadra fondata da migranti europei e attualmente presente nella Primera Division boliviana. Il secondo, che completa il podio degli stadi più alti del mondo, è l’Andino-Cosmos 79, attualmente in dismissione dopo che il blasonato club di casa, il La Paz FC, ha dichiarato fallimento nel 2014. Entrambi si trovano a 4082 metri sul livello del mare.

RAYMOND KOPA, IL PRIMO FUORICLASSE DEL CALCIO FRANCESE

Dominano Perù e Bolivia

Andando avanti a spulciare la classifica degli stadi più alti al mondo, subito sotto la terza posizione si stanzia l’Estadio Victor Agustin Ugarte, situato a un’altitudine di 3900 metri nel cuore di Potosi, la ‘ciudad Imperial’ boliviana. Casa delle due big cittadine, Real e Nacional Potosi, in passato ha ospitato anche alcuni impegni della nazionale. A 3829 metri sul livello del mare c’è invece lo stadio del famoso Alfonso Ugarte di Puno: è stato intitolato a Henrique Torres Belon e si affaccia sul Lago Titicaca.

STORIA, FORMULA E REGOLAMENTO DELLA COPA LIBERTADORES

Subito dietro si posizionano l’Estadio Guillermo Briceño, dove giocano i campioni in carica peruviani del Binacional (Perù, 3824 slm), seguito dall’Estadio Olimpico Jesus Bermudez di Oruro (Bolivia, 3735 slm), l’Hernando Siles di La Paz (Bolivia, 3604 slm), il Garcilaso de La Vega di Cusco (Perù, 3337) e, a completamento della top 10 degli stadi più alti del mondo, c’è l’Estadio de Huancayo, sito nell’omonima città peruviana a 3259 metri di altura.

PENAROL, IL GIGANTE FERITO D’URUGUAY

Stadi più alti al mondo: la classifica

  • Estadio Daniel Alcides Carrion – 4338 metri – Cerro de Pasco, Perù
  • Estadio Municipal El Alto – 4080 metri – El Alto, Bolivia
  • Estadio Andino Cosmos 79 – 4080 metri – El Alto, Bolivia
  • Estadio Victor Agustin Ugarte – 3900 metri – Potosi, Bolivia
  • Estadio Enrique Torres Belon – 3829 metri – Puno, Perù
  • Estadio Guillermo Briceño – 3824 metri – Juliaca, Perù
  • Estadio Olimpico Jesus Bermudez – 3735 metri – Oruro, Bolivia
  • Estadio Hernando Siles – 3604 metri – La Paz, Bolivia
  • Estadio Garcilaso de La Vega – 3337 metri – Cusco, Perù
  • Estadio de Huancayo – 3259 metri – Huancayo, Perù

Per restare sempre aggiornati, seguici su InstagramFacebookYoutube e Twitter