HomeCalcio EsteroSpinazzola, la freccia azzurra: Mancini ha rilanciato il romanista

Spinazzola, la freccia azzurra: Mancini ha rilanciato il romanista

Leonardo Spinazzola ha vinto il premio di migliore in campo contro la Turchia, confermandosi come una delle certezze per l’Italia di Mancini

Quando la UEFA gli ha consegnato il premio come migliore di Italia-Turchia, la testa di Leonardo Spinazzola deve aver ripercorso tutte le ultime tappe di una carriera sfortunata, costellata da infortuni, che solo di recente si sta riprendendo grazie a tanto lavoro, sacrificio e spirito di abnegazione.

Roberto Mancini ha fiducia in lui e, in Italia-Turchia, Spinazzola lo ha ripagato sfoderando una prestazione con i controfiocchi. Deciso, rapido, efficace, essenziale in entrambe le fasi di gioco: il laterale della Roma, reduce da un’ottima stagione, ha sfruttato la chance concessagli dal commissario tecnico azzurro diventando uno dei punti fermi della Nazionale.

FOTO

Spinazzola, l’arma in più dell’Italia

Alla vigilia della partita contro la Turchia si parlava di un possibile ballottaggio tra Spinazzola ed Emerson Palmieri. Alla fine a spuntarla è stato il laterale giallorosso, che garantisce a Mancini più spinta e pericolosità nella metà campo avversaria, oltre a una solida opzione in più in fase di rifinitura dell’azione.

Soprattutto nel primo tempo, quando a destra Florenzi faticava a dare una mano a Berardi, ‘Spina’ e Insigne hanno lavorato molto bene ai fianchi di una Turchia che ci ha provato insistentemente, senza riuscirci, a prendere loro le misure. Celik e Karaman hanno particolarmente sofferto la capacità di Spinazzola nel non dare loro riferimenti, giocando palla tra le linee o puntando il fondo per andare al cross.

Infortuni e rilancio

Classe 1994, un passato da juventino – per quanto ci abbia giocato relativamente poco, anche se con i bianconeri, nel 2019, mise insieme la miglior prestazione in carriera contro l’Atletico Madrid in Champions League -, Spinazzola ha avuto la carriera frenata dai continui infortuni, che lo hanno letteralmente falcidiato sin da giovane.

Scorrendo infatti la sua cartella clinica, si vede chiaramente come dal 2016 in poi in ogni singola stagione abbia avuto a che fare con almeno uno stop dovuto a problemi fisici. Un gap, rispetto ad altri, da non sottovalutare. Nonostante ciò Spinazzola si è ripreso bene, risolvendo – pare – con una delicata operazione ai denti che pregiudicava il suo benessere. E, infatti, ha chiuso la stagione con 39 presenze.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Leonardo Spinazzola (@spina_leo)

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti

Ricevi i nostri articoli su Telegram