HomeCalcio EsteroNiente Europei e niente rinnovo col Real: le nuove opzioni di Sergio...

Niente Europei e niente rinnovo col Real: le nuove opzioni di Sergio Ramos

Sergio Ramos è stato escluso dalla Nazionale e probabilmente non rinnoverà con il Real Madrid: quale futuro per il difensore andaluso? In pole, Milan e PSG

LEGGI ANCHE: Sergio Ramos e i suoi numeri da record

Fuori dagli Europei e, a breve, probabilmente anche dal Real Madrid: è la stagione più difficile di sempre per Sergio Ramos, da quindici anni bandiera dei Blancos e delle Furie Rosse, con un futuro sempre più in dubbio nonostante a 35 anni il difensore andaluso non ne voglia ancora sapere di ritirarsi.

Eppure è evidente a tutti che questa estate sarà un turning point decisivo per la sua carriera, che potrebbe vederlo ufficialmente intraprendere il percorso verso l’addio al campo. Quali opzioni gli si prospettano davanti?

Fuori dalla Spagna dopo 180 presenze

LEGGI ANCHE: Tutti i convocati delle nazionali di Euro 2021

Sarebbe potuto essere l’unico giocatore del Real Madrid nella rosa della Spagna ai prossimi Europei, ma alla fine il ct Luis Enrique lo ha lasciato a casa. Non un’esclusione a sorpresa, però, nonostante quello che tanti hanno scritto: come ha spiegato lo stesso allenatore, Sergio Ramos di fatto non ha mai giocato nel 2021, tra un infortunio e l’altro.

sergio ramos
Fonte Immagine: @sergioramos (Instagram)

123 giorni di stop per motivi diversi, tra tendine, menisco e coronavirus. Nell’anno attualmente in corso, Sergio Ramos ha giocato appena 5 partite tra tutte le competizioni, e anche considerando l’intera stagione le presenze totali sono appena 21. “Non gioca e non si allena col gruppo praticamente da gennaio – ha spiegato in conferenza stampa Luis Enrique, raccontandp il colloquio telefonico avuto col difensore – Devo pensare al meglio per la Spagna”.

LEGGI ANCHE: Oltre Sergio Ramos: quali sono i difensori con più gol nella storia

Così, il difensore nativo di Camas rinuncerà a vestire la maglia rossa della Nazionale dopo 180 presenze e 23 gol, due titoli europei e uno mondiale, e dopo sette grandi competizioni internazionali consecutive.

Il contratto di Sergio Ramos

Ma i problemi non finiscono qui, perché il 30 giugno Sergio Ramos vedrà scadere il suo contratto con il Real Madrid, e le possibilità di arrivare a un rinnovo sembrano ridotte all’osso. Il club gli ha offerto una sostanziosa diminuzione d’ingaggio e un prolungamento di un solo anno, che il capitano dei Blancos ha ritenuto inaccettabile. Gli ultimi mesi, purtroppo per lui, non giovano alla sua causa e hanno di fatto rinforzato la posizione del Real, che nel frattempo lo ha già sostituito con David Alaba.

LEGGI ANCHE: Alaba, niente Juve: va al Real Madrid. Bayern beffato

Un mese fa, ABC aveva rivelato che il difensore sarebbe stato disposto ad accettare una riduzione dello stipendio del 10% a fronte di un accordo biennale, ma da allora non sono stati fatti altri passi avanti nella trattativa, e Florentino Perez sembra anzi irremovibile e pronto a dire addio al suo capitano.

sergio ramos
Fonte Immagine: @sergioramos (Instagram)

Una delle opzioni che circolano maggiormente in Italia parla di un interessamento del Milan, ma sebbene l’idea sarebbe fattibile sia per il livello della squadra (che l’anno prossimo tornerà in Champions League) sia per la necessità di un elemento affidabile ed esperto in difesa, sul fronte economico i numeri non tornano. I rossoneri hanno infatti dovuto rinunciare a Donnarumma, giudicando troppo elevata la richiesta di 10 milioni l’anno di contratto; per questo, non si vede come potrebbero garantirne 15 l’anno a Sergio Ramos, che comprensibilmente non accetterà riduzioni (se no resterebbe al Real).

LEGGI ANCHE: Via da Milan, ma per andare dove? Il futuro di Donnarumma

Più percorribile la strada che porta a Parigi, dove il club di proprietà qatariota sembrebbe disposto ad andare incontro alla domanda dello spagnolo con un biennale e un bonus alla firma pari a 8 milioni di euro. Al PSG, Sergio Ramos andrebbe ad assicurare un terzo difensore centrale di grande livello dietro Marquinhos e Kimpembé, in un ruolo in cui quest’anno Pochettino è stato spesso costretto a utilizzare come alternativa il mediano Danilo Pereira.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

98316bfe462d28c8979063b5c072b9cf?s=90&d=mm&r=g
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti