Perché il caso Scamacca è un esempio di cattivo giornalismo

Gianluca Scamacca, suo malgrado, è tornato a parlare del proprio passato in seguito a un brutto episodio che ha coinvolto il nonno

Gli ultimi dieci minuti giocati nel match tra Italia e Irlanda del Nord avevano aperto le porte della Nazionale maggiore a Gianluca Scamacca, attaccante del Sassuolo per il quale Roberto Mancini ha espresso tutta la sua stima nel recente passato.

Gianluca Scamacca, 5 curiosità sulla punta del Sassuolo

Il momento è d’oro, ma il centravanti non è riuscito a goderselo per via dell’ennesima vicenda che ha toccato la sua famiglia. Un paio di giorni fa, infatti, il nonno è stato arrestato per aver fatto irruzione in un locale pubblico brandendo un coltello e minacciando alcune persone.

scamacca
Fonte: profilo ufficiale Twitter Sassuolo

Caso Scamacca, parla Gianluca: “Nessun rapporto con loro”

Probabilmente, come raccontato dalla stampa romana, l’uomo era ubriaco o comunque alterato psicologicamente. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri che lo hanno fermato con l’accusa di minacce aggravate, detenzione di un’arma e resistenza a pubblico ufficiale.

Il futuro di Scamacca, tra il Sassuolo e l’interesse del big italiane

Tutto questo si è ripercosso direttamente su Scamacca, che ancora una volta si è dovuto esporre in prima persona per fare chiarezza, specificando come i suoi rapporti con la parte paterna della famiglia siano ormai nulli da anni.

“Per la seconda volta nel giro di mesi – si legge su Instagram – mi trovo nuovamente a dover prendere le massime distanze da episodi violenti e inqualificabili commessi da persone ricollegabili al mio cognome ma con le quali da moltissimi anni ormai ho chiuso ogni tipo di rapporto“.

Caso Scamacca: cos’è successo a Trigoria

“Ribadisco ancora una volta – conclude – che io sono cresciuto con mia madre e mia sorella e che sono loro per me la mia famiglia. Nessun altro. Spero quindi di non dover più essere collegato in futuro a notizie e resoconti che riguardano persone esterne al ristretto nucleo familiare formato da me, mia madre e mia sorella”.

scamacca
Fonte immagine: @SempreIntercom (Twitter)

Dal padre al nonno: il malcostume italiano

Il caso recente che ha coinvolto il nonno di Scamacca arriva a pochi mesi dall’arresto del padre, che a maggio si era presentato a Trigoria armato di spranga minacciando i presenti e danneggiando diverse automobili parcheggiate fuori dal centro sportivo.

Scamacca cerca la consacrazione

Le motivazioni sono ignote ancora oggi, ma pare possano essere riconducibili ad alcuni screzi con i dirigenti giallorossi. Ma a Gianluca questo non interessa, perché il classe 1999 del Sassuolo chiede solo di “poter essere giudicato per ciò che viene fatto in campo“.

Chi è Alessio Dionisi, il nuovo allenatore del Sassuolo

La sua uscita sottolinea ancora una volta il malcostume tutto italiano di far ricadere sui figli le colpe dei padri per fare audience, soprattutto insistendo e ricamando sopra rapporti che, in realtà, sono inesistenti. E se nel primo caso era ancora preventivabile, quest’ultimo caso è accanimento verso un ragazzo che ha la sola priorità di sfondare nel calcio.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI