Ma davvero Pirlo potrebbe andare al Barcellona?

Dalla Spagna assicurano che Andrea Pirlo sarebbe il favorito per la sostituzione di Koeman al Barcellona: quanto c’è di vero?

La sua prima stagione da allenatore non è andata proprio come ci si aspettava. Se la Juventus quest’anno gioca la fase a gruppi di Champions League, infatti, è solo perché nell’ultima giornata dello scorso campionato il Napoli si è suicidato.

LEGGI ANCHE: Innocuo, confuso e sprecone: la crisi del Barcellona

Eppure il protagonista di un’annata deludente potrebbe rientrare nel giro, addirittura dalla porta principale. Infatti, secondo indiscrezioni che arrivano dalla Catalogna, Andrea Pirlo potrebbe essere il prossimo allenatore del Barcellona.

LEGGI ANCHE: Cosa può dare Luuk de Jong al Barcellona

Chiacchiere, intendiamoci, almeno per ora, però è risaputo che il posto di Ronald Koeman non è più saldissimo visti i risultati e le recenti sparate contro la società, nello specifico contro il presidente Joan Laporta.

Andrea Pirlo al Barcellona: quanto c’è di vero

Koeman è in bilico, vero, e Pirlo è libero, altrettanto vero. Poi però c’è la realtà, che merita di essere ulteriormente approfondita. Il Barcellona ha bisogno di un profondo restyling e non si può pensare che sia l’ex juventino l’allenatore in grado di dare il via a questo processo.

LEGGI ANCHE: Pirlo esonerato dalla Juventus: il comunicato

Infatti, Pirlo si ritroverebbe a gestire uno spogliatoio bollente, senza Messi ma con una serie di senatori che lui già lo scorso anno, alla Juventus, ha dimostrato di soffrire. Ha provato a fare il suo calcio, non ci è riuscito per cause di forza maggiore e sulla falsariga di ciò che successe a Sarri.

LEGGI ANCHE: Pirlo contro Conte: il confronto tra le loro Juventus

Potrebbe farcela al Barcellona? Difficile dirlo a bocce ferme, certo è che da lato blaugrana sarebbe una specie di tentativo per replicare l’operazione Guardiola, ma senza le solide basi del passato. L’ex bianconero si troverebbe in mano una rosa raffazzonata e poco omogenea, interamente da plasmare.

Come giocherebbe il Barcellona di Pirlo

Durante la sua esperienza alla Juventus durata complessivamente 52 partite, Pirlo era partito con l’idea di giocare un calcio molto offensivo e pretenzioso: nella prima metà di stagione si sono visti spesso il 4-2-3-1, il 3-4-1-2 e il 3-4-3 come moduli di base, tutti tatticamente molto fluidi.

LEGGI ANCHE: Koeman contro Laporta: ‘Ha parlato un po’ troppo’

Poi, quando i punti hanno cominciato a pesare, il tecnico è passato a un più mite e organizzato 4-4-2, cercando di coprire al massimo il campo ed esaltare le doti di Chiesa e Cuadrado, gli unici due sopra la media assieme a Ronaldo (non tanto per le prestazioni, quanto per i gol).

Un modulo, quest’ultimo, difficilmente ripetibile al Barcellona, squadra designata per giocare con un centrocampo a tre, dove Pedri e de Jong fanno da scudieri a Busquets. Ergo, una soluzione potrebbe essere il 3-1-4-2 adottato già da Koeman. Il tutto, ovviamente, a prescindere dai singoli calciatori.

Gli altri pretendenti

Tuttavia, Pirlo non è l’unico allenatore sondato per l’eventuale sostituzione di Koeman. Nella lista dei papabili ci sono anche Antonio Conte, sogno impossibile per la tematica economica, Marcelo Bielsa, Philip Cocu, Erik ten Hag e Xavi.

Questi ultimi due in passato erano già stati sondati ma, a oggi, secondo il giornalista spagnolo Gerard Romero, il favorito sarebbe proprio l’ex allenatore della Juventus. Che, in estate, era stato sondato e poi scartato da Verona e Udinese.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!