HomeCalcio EsteroChi è Pau Torres, il difensore che ha conquistato le big d'Europa

Chi è Pau Torres, il difensore che ha conquistato le big d’Europa

Forte, giovane ma già titolare in nazionale: Pau Torres, uno dei difensori europei in rampa di lancio, ha attirato le attenzioni della Premier League

La difesa del Manchester United, ultimamente, è stata messa parecchio in discussione, sia a livello di singoli che per quanto riguarda una tenuta troppo leggera in alcune circostanza. In estate, soprattutto con la certezza di partecipare alla prossima Champions League, i Red Devils interverranno in entrata con almeno un innesto. Il nome forte è quello di Pau Torres, centrale spagnolo classe 1997 del Villarreal.

LEGGI ANCHE: De Ketelaere, il gioiello belga su cui vuole puntare l’Atalanta

Pau Torres, obiettivo Euro 2020

Pau Torres è uno dei difensori centrali più promettenti dell’intero panorama europeo. Gioca nel Villarreal, ma paradossalmente – nonostante il Submarino gli abbia concesso due vetrine importanti come quelle di Liga ed Europa League – il suo nome ha cominciato a circolare seriamente nel giro dei grandi club quando Luis Enrique, commissario tecnico della Spagna, lo ha piazzato fisso al centro della retroguardia delle Furie Rosse.

Pau Torres
Fonte: profilo ufficiale Instagram @pauttores

Con le quali, ovviamente, Pau Torres è atteso all’esame di Euro 2020, manifestazione alla quale si presenterà al fianco di uno tra Piqué e Sergio Ramos. Questi ultimi arrivano da una stagione piena di problemi, quindi per il 24enne valenciano sarà un gioco da ragazzi appropriarsi delle chiavi difensive della Spagna, con la quale gioca ormai da un anno e si è già tolto lo sfizio di trovare la via del gol.

LEGGI ANCHE: Titolo con restrizioni: l’Inter programma la festa Scudetto

Il Villarreal, ovviamente, non ha fretta di venderlo, visto che Euro 2020 potrebbe aumentare ulteriormente il valore di un cartellino che il presidente Roig, secondo Diario As, potrebbe perdere dietro al pagamento di una clausola rescissoria da 50 milioni valida fino alla fine di giugno. Quindi, l’Europeo traccerà una linea di demarcazione: chi lo acquista prima approfitta dei saldi, viceversa si parte da una base di 65 milioni di euro.

LEGGI ANCHE: Dall’esilio in Cina al rilancio bretone: Bruno Genesio ha rivitalizzato il Rennes

Chi è Pau Torres, il gioiello del Villarreal

Nato a Villarreal, calcisticamente Pau Torres ha accostato il proprio nome al Submarino Amarillo sin da quando, a 6 anni, giocava con i compagni di scuola al parco. Nel vivaio del club valenciano è cresciuto, si è sgrezzato ed è stato lanciato in prima squadra relativamente giovane. Contrariamente ad altri compagni e coetanei, però, non ha mai lasciato la casa madre se non per un breve prestito al Malaga, lanciato da Fran Escribá e consacrato dall’ottima gestione di Javi Calleja.

Nella storia del club, Pau Torres è diventato il calciatore più giovane ad affermarsi in prima squadra tra quelli cresciuti nel settore giovanile degli amarillos, posizionandosi davanti a stelle del club come Bruno Soriano, Santi Cazorla, Mario Gaspar, Manu Trigueros e Rodri. Qualità e quantità, classe e disciplina al servizio della squadra: “È uno dei difensori più forti che abbia mai allenato – ha detto qualche giorno da Emery – se ci lascia, lo farà solo per Barcellona o Real Madrid”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pau Torres (@pauttorres)

Pau Torres, caratteristiche e ruolo

Centrale difensivo, mancino, con una buona struttura fisica e un’ottima capacità nelle letture di gioco. Così potrebbe riassumersi l’identikit tecnico-tattico di Pau Torres, a oggi uno dei migliori difensori per rendimento dell’intera Liga. Al Villarreal ha sempre giocato in una difesa a quattro, occupando la posizione di centrale di sinistra, ma per caratteristiche può essere anche impiegato a tre.

LEGGI ANCHE: Perdite stimate per Euro 2020: cosa dice il report di Pitch Invasion

Preciso nei passaggi, è un profilo al quale gli allenatori si affidano per la costruzione dal basso, in quanto bravo a leggere gli spazi saltando con costanza la prima linea di pressing e creando così superiorità in attacco. Inoltre, ha affinato anche il proprio gioco aereo a livello di tempistiche, sfruttando in pieno gli oltre 190 centimetri dei quali è stato dotato. L’impressione è che ci siano ancora parecchi margini di miglioramento: in tal senso, misurarsi con la Premier League, può essere la sfida giusta.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti