norwich
Fonte: Instagram @benj_gibson

Per contrastare i problemi legati alla pandemia di CoVid-19, il Norwich ha proposto un nuovo modo per fruire dei match dei Canaries. Ma c’è chi pensa sia una protesta

Vi aspettiamo allo per sostenere i nostri colori. Se lo sono sentiti dire – un po’ a sorpresa, in realtà – i tifosi del Norwich, una delle squadre più rappresentative della seconda serie inglese, pochi giorni fa: nel bellissimo scenario di Carrow Road, i Canaries ospitavano il Birmingham in un match abbastanza delicato per la classifica.

FINALMENTE DEMBÈLÈ: IN GOL CON IL BARÇA A UN ANNO DI DISTANZA

La partita è finita 1-0 grazie a un’estemporanea giocata del centrocampista croato Vrancic, che ha permesso alla squadra allenata dal tedesco Farke di risalire fino alle porte della zona playoff. Ma la novità, per quanto riguarda la serata, non era ascrivibile agli avvenimenti di campo. Già, perché in tempi di pandemia tornare allo stadio è un lusso che in pochi possono permettersi.

CLUB BRUGGE, LA NUOVA SPERANZA BELGA IN CHAMPIONS LEAGUE

Schermi per vedere il Norwich: ma sono dentro Carrow Road

I tifosi del Norwich hanno quindi assistito live alla vittoria dei loro beniamini? Sì, ma tecnicamente no. Il club, per permettere alla sua gente di tornare a Carrow Road, ha messo a disposizione i locali del bar ufficiale, che si trova all’interno dello stesso impianto. In pratica i calciatori giocavano sul manto erboso proprio dietro a un muro sottile, ma idealmente spesso a tal punto da separare la squadra dal suo popolo.

BARCELLONA, ANSU FATI E PEDRI DA RECORD IN CHAMPIONS LEAGUE

Nel locale erano presenti schermi che trasmettevano live il match, un numero di tavoli precedentemente stabilito e, soprattutto, qualche decina di sedie opportunamente distanziate. La società ha anche fatto sapere che il Gunn Club e il Top of the Terrace Pub, luoghi abituali di ritrovo per i tifosi dei Canaries, trasmetteranno dal vivo i prossimi quattro impegni del club, comprese le sfide casalinghe contro Rotherham e Millwall.

LAZIO BVB, L’ANALISI: LE 3 CHIAVI DEL MATCH

Le reazioni dei tifosi

I tifosi, soprattutto quelli appartenenti ai gruppi organizzati, non l’hanno presa benissimo: “Siamo ormai arrivati a una situazione ridicola: possiamo guardare il calcio su schermi dentro al campo – ha detto Andrew Lawn del gruppo Along Come Norwich – ma non sederci all’aria aperta per goderci la partita dal vivo”. E ha poi aggiunto: “Capisco la linea del club, fanno cosa possono e di certo non li incolpo: la situazione è particolare, ma io non riesco a vivere un calcio senza tifosi”.

DYNAMO KIEV JUVENTUS 0-2, L’ANALISI: LE 3 CHIAVI DEL MATCH

Lawn si è anche soffermato sul momento che stanno vivendo le divisioni inferiori inglese: “Mi piacerebbe che la politica collaborasse con le società e i tifosi. Noi siamo il Norwich, ci basta vendere un calciatore per 20 milioni di sterline e sopravviviamo. Ma chi salva i piccoli club“? In tal senso, la protesta contro la proposta dei Canaries ha invaso Twitter: “È sconcertante – scirve una ragazza – come i club siano in grado di ospitare una proiezione dal vivo di una partita mentre la partita si gioca all’interno dello stesso stadio”.

FRANCISCO GENTO, PIÙ VELOCE DEL VENTO

E ancora: “Siamo in una bara? Per contrastare il CoVid è sicuramente meglio stare ammassati dentro piuttosto che all’aria aperta” ironizza qualcuno, al quale fa da megafono il direttore sportivo Stuart Webber: “Arrivo dalla Romania, sul volo eravamo tutti stipati. Lì sì, allo stadio no”. Molti pensano che l’iniziativa sia di protesta contro l’insensata gestione del governo, ma il Norwich non conferma. Una nota positiva però c’è: a ogni tifoso pagante, verrà offerto un free drink. Per ora bisogna farselo bastare.

INFORTUNIO CHIELLINI, QUANDO RIENTRA E TEMPI DI RECUPERO

View this post on Instagram

Come on Newcas.. wich

A post shared by Ben Grainger (@ben_gr88) on

Per restare sempre aggiornati, seguici su InstagramFacebookYoutube e Twitter