Dembélé
Fonte: Instagram @o.dembele7

L’attaccante francese, pagato 105 milioni di euro al Borussia Dortmund nel 2017, torna a segnare con la maglia blaugrana dopo 1 anno e 15 giorni

Meglio tardi che mai. Questo è il sentimento che domina nell’ambiente del Barcellona dopo l’esordio di ieri sera in Champions League. Non tanto per il 5-1 rifilato al Ferencvaros, ma per il gol realizzato al minuto 89 da Ousmane Dembélé. Una rete ininfluente ai fini del punteggio – era quella del 5-1 – ma importante per il morale del francese, che non la buttava dentro addirittura da 1 anno e 15 giorni. Un dato che la dice lunga su quanto l’esperienza dell’attaccante in blaugrana si stia rivelando meno positiva del previsto.

Dembélé stella a Dortmund: al Barça per il dopo Neymar

La carriera di Dembélé assomiglia ad un enorme ottovolante, con un’ascesa irrefrenabile seguita da un’altrettanto vorticosa caduta. Fino a qualche stagione fa, il francese veniva considerato uno dei crack del calcio europeo. Dopo aver ben impressionato con il Rennes, il classe ’97 passa al Borussia Dortmund diventando uno dei talenti gialloneri più scintillanti. Nella stagione 2016/17 mette insieme 10 gol e 21 assist in 49 gare tra tutte le competizioni, incantando tutta Europa con le sue serpentine sulla corsia di destra.

BARCELLONA, ANSU FATI E PEDRI DA RECORD IN CHAMPIONS LEAGUE

Il mercato per il francese non si fa attendere tanto che, nell’estate 2017, il Barcellona bussa alla porta del Dortmund. I blaugrana devono far fronte alla clamorosa cessione di Neymar al PSG e decidono di puntare sull’asso francese, anche a costo di pagarlo uno sproposito. Vengono infatti versati nelle casse giallonere 105 milioni di euro, mentre al giocatore viene garantito un ingaggio da 12 milioni. Un investimento mostruoso, che carica il ragazzo di pressioni che non saprà gestire al meglio.

LAZIO-BORUSSIA DOTMUND: L’ANALISI DEL MATCH IN 3 PUNTI

Dembélé al Barça: difficoltà già nella presentazione

L’acquisto di Dembélé esalta il pubblico del Barcellona, voglioso di accogliere un nuovo fenomeno dopo la partenza di Neymar. I tifosi blaugrana accorrono numerosi alla presentazione del nuovo acquisto, avendo già una prima delusione. Chiamato a ad esibirsi in dei palleggi, il francese commette dei grossolani errori che scatenano ironie sui social e dubbi sul suo reale valore. Il ragazzo forse è stato tradito dall’emozione, in un episodio che può essere considerato una premonizione su come andrà la sua esperienza in Spagna.

Il suo impatto con il Barcellona è infatti decisamente deludente. Frenato anche da problemi fisici, Dembélé fatica ad entrare nei meccanismi blaugrana. La sua prima stagione in Spagna si conclude con 23 presenze, 4 gol e 8 assist: bottino decisamente magro, considerando l’investimento fatto sul giocatore.

DINAMO KIEV-JUVENTUS: L’ANALISI DEL MATCH IN 3 PUNTI

Nell’annata successiva, caratterizzata da un minore numero di infortuni, viene impiegato con più continuità. Negli occhi del pubblico, però, rimangono maggiormente i suoi errori sotto porta rispetto alle sue giocate. Su tutti, quello commesso il 1 maggio 2019. Si gioca l’andata della semifinale di Champions League tra Barcellona e Liverpool, vinta dai catalani per 3-0. Nell’ultimo minuto di recupero, su passaggio di Messi, Dembélé può segnare il quarto gol che chiuderebbe i giochi qualificazione ma, incredibilmente, calcia tra le braccia di Alisson. Un errore che costa caro alla sua squadra, sconfitta poi per 4-0 ad Anfield.

Dal Siviglia al Ferencvaros: l’astinenza dal gol

L’errore contro il Liverpool pesa molto sul morale di Dembélé che, anche nella stagione 2019/20, si conferma un corpo estraneo al Barcellona. Un’annata caratterizzata dai soliti problemi fisici, nella quale mette a segno un solo gol (il 6 ottobre nel 4-0 con il Siviglia). Da quel match il francese, tra prestazioni incolore e gare saltate per infortunio, non riesce più a trovare la via della rete.

FRANCISCO GENTO, PIÙ VELOCE DEL VENTO

Il digiuno termina dopo più di un anno, nella gara di esordio nella Champions League 2020/21 contro il Ferencvaros. Sul punteggio di 4-1 e su assist di Messi, esattamente come contro il Siviglia, Dembélé torna ad assaporare la gioia della rete. Un piccolo lampo di speranza, in un’esperienza blaugrana con più ombre che luci.

View this post on Instagram

😍 One goal, one assist 🎮 @o.dembele7

A post shared by FC Barcelona (@fcbarcelona) on