Home Calciomercato Matija Nastasic è l’alternativa in difesa che piace al Milan

Matija Nastasic è l’alternativa in difesa che piace al Milan

nastasic milan

Ancora in cerca di un difensore, il Milan sta ora vagliando la possibilità Nastasic, il centrale serbo ex-Fiorentina che potrebbe arrivare in prestito dallo Schalke 04.

È Matija Nastasic la nuova idea di Maldini per la difesa del Milan: con Musacchio e Conti infortunati, e Duarte ancora in recupero, la retroguardia necessita di rinforzi. Inizialmente si era pensato ad Ajer o Milenkovic, ma ora il serbo dello Schalke 04 sembra essere in pole position per il mercato rossonero.

MILAN, OSTACOLO SCANDINAVO: ALLA SCOPERTA DEL BODO GLIMT

Nastasic: un talento precoce

Di Nastasic si parla fin da quando era giovanissimo. Cresciuto nelle giovanili del Partizan di Belgrado, uno dei club più forti di Serbia, a sedici anni era già in prima squadra e, dopo un prestito al piccolo Teleoptik, finì sul taccuino di Pantaleo Corvino, all’epoca direttore sportivo della Fiorentina, e grande conoscitore del calcio balcanico (per referenze, chiedere a Vucinic, Bojinov, Jovetic, Ljajic e Kuzmanovic).

CANDREVA, DA ESUBERO A RISORSA PER IL FANTACALCIO

Nel 2011, appena 18enne, Nastasic ha esordito in Serie A in una vittoria al Franchi contro il Bologna, subentrando ad Alessandro Gamberini, e la sua prima da titolare è stata – guarda caso – proprio contro il Milan, in cui giocava già Zlatan Ibrahimovic. Al termine della stagione, il serbo era stato inserito nella lista dei migliori talenti in circolazione stilata dagli spagnoli di Don Balon, e il Manchester City lo acquistava per 16 milioni di euro più il cartellino del montenegrino Stefan Savic.

DIOGO JOTA, LA NUOVA FRECCIA NELL’ATTACCO DI KLOPP

Nastasic: ruolo e caratteristiche tecniche

INFORTUNIO CASTLLEJO | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

Mancino naturale, Matija Nastasic è un centrale difensivo che fa del fisico la sua arma principale, in virtù dei suoi 188 centimetri d’altezza, che lo rendono un giocatore assolutamente autorevole in area di rigore. A queste caratteristiche, il serbo ha sempre saputo affiancare una buona capacità tecnica, ormai fondamentale nei difensori moderni, e l’abilità nel portare palla e far salire la squadra, tanto che in alcune occasioni ha giocato anche come terzino sinistro.

Fin dagli esordi, è stato paragonato al connazionale Nemanja Vidic, anche se rispetto allo storico difensore di Manchester United e Inter Nastasic si dimostra meno portato per il gol: sono solamente 4 le reti segnate in carriera nei club, più altre 7 nelle nazionali giovanili della Serbia.

RIGORISTI SERIE A 2020 21 | GLI SPECIALISTI DELLE 20 SQUADRE

I suoi difetti veri e propri, però consistono negli ancora troppo frequenti cali di concentrazione durante le partite, e negli infortuni: il più grave, nell’agosto del 2015, è stato una lacerazione al tendine d’achille che lo ha tenuto fuori per quasi un anno. A inizio settembre, inoltre, ha subito un infortunio alla testa che lo ha costretto a saltare due partite di Bundesliga.

FIORENTINA-PERUGIA, LO SPAREGGIO DELLE POLEMICHE

Nastasic: valore di mercato

Questi problemi sono stati d’ostacolo alla carriera del serbo: l’infortunio del 2015 ha convinto il City a liberarsene, dopo 51 presenze complessive con il club inglese, cedendolo ai tedeschi dello Schalke 04 per 9,5 milioni di euro. In Germania, dopo aver recuperato, è divenuto una delle colonne della retroguardia dei Minatori, con cui è arrivato a un secondo posto in campionato nel 2017-18 e a disputare gli ottavi di finali di Champions League la stagione seguente.

BAYERN MONACO, LA NUOVA GIOVENTU’

Oggi, visti i costi elevati di Ajer e Milenkovic (15 milioni per il difensore del Celtic, e addirittura 40 per quello della Fiorentina), il mercato del Milan gira tutto attorno alla possibilità di vendere Paquetà al Lione. Nastasic, che qualche anno fa era stato anche nel mirino della Roma, rappresenta però una valida alternativa low cost dell’ultimo minuto: potrebbe arrivare in rossonero con un prestito gratuito.