Mussolini Lazio
Fonte immagine: profilo Ig @AlessandraMussolini

Romano Floriani Mussolini è il nuovo terzino che la Primavera della Lazio sta valutando per il prossimo futuro. Nonostante non abbia ancora esordito, con un tale cognome non può passare inosservato. 

Giunto alla Lazio nella stagione 2016/17, il figlio di Alessandra Mussolini sta impressionando gli osservatori biancocelesti che paiono voler puntare su di lui. “Punto molto su di lui, gli ho dedicato tanto tempo in un lavoro particolareggiato fino a far emergere le sue qualità”. L’investitura, arrivata proprio da Bianchessi, segue quelle che sono le caratteristiche in campo del terzino scuola Roma. Si, perché fino al 2016 Romano Mussolini giocava nei giovani della Roma di Claralli, per poi trasferirsi alla Lazio. 

Romano Floriani Mussolini: caratteristiche tecniche, ruolo e skills

Diciotto anni compiuti da poco e un metro e ottantasei di muscolatura ancora da costruire: questo il background del nuovo Mussolini approdato in casa delle aquile. Sotto l’egida di Mauro Bianchessi, responsabile del settore giovanile della Lazio dopo il trasferimento da Bergamo a Roma, il giovane ha affrontato due anni di lavoro intenso in cui è migliorato molto, fino alla convocazione in Primavera. 

Prima l’Under 17, dove ha collezionato lo scorso anno 14 presenze e un gol, quello nel roboante 5-0 contro il Pisa, poi l’Under 18 di Tommaso Rocchi, con la quale ha giocato due partite ad ottobre prima dello stop per la seconda ondata della pandemia. 

Terzino di gamba e capace di fare le cose semplici al momento giusto – così scrive un sito specializzatoRomano Floriani Mussolini ha giocato da ala destra le due partite in Under 18, ma sa disimpegnarsi molto bene anche come centrale difensivo. 

Lo scorso 23 gennaio ha ricevuto la sua prima convocazione nella primavera di Menichini: sconfitta contro il Milan Under19 per tre reti a zero, ripetuta anche nella gara del 30 gennaio scorso contro la Juventus (persa per 2-0). 

Un inizio non ottimale, in cui però il ragazzo non è sceso in campo, rimandando l’esordio con la Primavera. 

Vita mondana

Con un cognome di questo tipo però non è possibile evitare di cercare nell’albero genealogico dove sia posizionato rispetto al ben più noto bisnonno. 

Figlio di Alessandra Mussolini e Mauro Floriani, Romano Floriani Mussolini è nipote di Romano Mussolini, terzo maschio nato dalla coppia formata da Benito Mussolini e Rachele Guidi. Sua nonna, Maria Scicolone, altro non è che la sorella di Sophia Loren, la cui vena artistica è stata citata più volte quando, a novembre, il ragazzo ha calcato il palco televisivo di Ballando con le Stelle al fianco della madre. 

Un’associazione esagerata? Nulla di inaspettato per un giovane che sembra non curarsi del cognome che porta sulle spalle. 

Curiosità da primavera

Ma se dai resoconti dettagliati di queste ultime ore sappiamo anche che frequenta l’ultimo anno al St. George’s British International School con ottimi risultati, ciò che può essere messo ulteriormente in evidenza è il Meltin pot creato da Bianchessi nella primavera biancoceleste.

Leggi anche:  La Lazio punta Zinchenko

Da ex promesse come Minala – anno di esordio in prima squadra il fu 2014 – a figli d’arte come Etienne Tare (attaccante) e Mattia Peruzzi (Portiere, ovviamente), la primavera della Lazio non è nuova a inserire cognomi noti al grande pubblico. Anni fa toccò al figlio di Cesare Previti (Forza Italia), Umberto, portiere classe ’90 oggi svincolato, far parte delle giovanili di Lotito.

Il progetto è purtroppo stagnante, nonostante gli innesti e l’arrivo di Bianchessi la squadra naviga nei bassifondi della classifica attuale. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard!