HomeSerie AQual è il patrimonio di Lotito? La Lazio prima di tutto

Qual è il patrimonio di Lotito? La Lazio prima di tutto

Il presidente della Lazio Claudio Lotito è diventato nell’ultimo decennio molto popolare nel calcio, ma non tutti sanno quali sono le sue attività fuori dal campo. In ogni caso, tutti i suoi interessi tornano sempre sotto i biancocelesti.

Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Lotito: un imprenditore, tanti interessi

Chi non segue intensamente la vita fuori dal campo di Claudio Lotito, forse, sa solo che il presidente della Lazio è stato molto vicino ad acquistare le quote di maggioranza di Alitalia, quasi un anno e mezzo fa. Altri, invece, che il presidente biancoceleste è stato uno dei primi a far sanificare gli impianti di Formello durante il lockdown. Questo perché uno dei principali impieghi di Lotito, fuori dal calcio, sono proprio le pulizie.

Calciatori positivi Serie A | la lista | i contagi

Per quanto la Lazio – e in generale il calcio, visto che l’imprenditore 63enne è proprietario anche della Salernitana – sia attualmente la principale attività di Lotito – intesa come remunerazione -, il patron è attivo anche in diversi altri campi. Ha un’impresa di pulizie, la Snam Lazio Sud, a cui si uniscono anche una società di catering, la Omnia Service, due di servizi (Bona Dea e Linda) e una di vigilanza privata (la Roma Union Security). Un pacchetto di interessi molto distribuito in vari settori della società, tutti controllati però da una sola holding, la Lazio Events.

La Salernitana può essere promossa in Serie A?

Gli interessi del presidente della Lazio sono molti, e per anni, prima che rilevassi la Lazio nel 2004 (società in fallimento e con un debito di 170 milioni di euro dopo le dinamiche relative alle vicende dell’ex presidente Cragnotti), Lotito ha lavorato prevalentemente in questi ambiti. Decise di comprare la Lazio tramite la Lazio Events SRL, inizialmente rilevando quasi il 26,7% delle quote, e poi, negli anni, accrescendo la percentuale. Il Sole 24 Ore si è interessato molto alle vicende finanziarie di Claudio Lotito, in particolare sul suo effettivo patrimonio, in quanto seriamente intenzionato a rilevare la compagnia di Stato Alitalia.

Allenatori svincolati, da Pochettino ad Allegri: la top 10

In pratica, come si vede dall’infografica del Sole qui sotto, Lotito controlla personalmente il 50% di tutte le società, mentre il restante 50% è di Immobiliare 03, un’azienda che pare essere riconducibile ancora al presidente della Lazio.

lotito patrimonio
Fonte (Infografica Sole 24 Ore)

Ma la Lazio è il vero motore di tutti i suoi affari, anche a livello di patrimonio personale.

LAZIO -BAYERN, COME GIOCA L’AVVERSARIA DI CHAMPIONS LEAGUE

Lazio vicit omnia, Lotito

La Lazio è gestita ancora per il 67% ancora da questa holding controllata da Claudio Lotito, il cui stipendio annuale – come riporta Calcio e Finanza – è di 600’000 euro. Gli affari economici della Lazio si riflettono su tutte le altre società di Lazio Events, così che, anche se i bilanci di queste sono insufficienti, la Lazio permette di ripristinare parte del fatturato.

É avvenuto così prima del lockdown, al termine della stagione 2017-18, in cui la Lazio ha creato una plusvalenza netta per tutte le cessioni effettuate, così da, innazitutto, rigirare denaro alle altre società, e poi, assestare i conti biancocelesti.

Perché in realtà, per quanto Lotito abbia vinto, nel 2015, il premio Financial Fair Play, i conti della Lazio sono buoni, ma non eccezionali. Il debito dell’era Cragnotti che Lotito – ai tempi del Governo Berlusconi e proprio con un accordo con l’Agenzia delle Entrate – riuscì a acquietare, in realtà non è stato ancora estinto. Nel 2004, venne firmato un accordo per cui il debito sarebbe stato dilatato in 23 anni di pagamenti al Fisco italiano.

ZACCAGNI ALLA LAZIO: UN VALORE AGGIUNTO PER INZAGHI?

Inoltre, i conti della Lazio sarebbero in rosso. C’entra il covid, certamente. Il bilancio biancoceleste recita un turn over di 104,31 milioni di euro, con 15,88 milioni di perdita, cifra in aumento rispetto ai 13,16 dell’anno precedente.

Eppure, i fatturati della Lazio degli ultimi anni sono stati migliori di quelli di oggi, su cui hanno inciso il covid e anche dei maggiori costi di gestione. Sia nel 2017 che nel 2018 si erano registrati utili rispettivamente per 11,4 e 37 milioni di euro.

Il presidente della Lazio Lotito è sempre stato descritto come molto parsimonioso, schivo e severo nella gestione dei suoi affari, e per questo, anche molto aziendalista e fiscale nei suoi affari. Che in pratica, da quando ha rilevato la Lazio, non sono che migliorati.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Riccardo Belardinelli
Riccardo Belardinelli
Nato nelle Marche, vive, lavora (e studia) a Milano. Ha scritto per la Gazzetta dello Sport e Rivista Undici, e attualmente è editor da Nss Sports. Su Minutidirecupero, si occupa soprattutto di calcio estero.

Articoli recenti