HomeCalciomercatoMilan Ziyech: perché il marocchino servirebbe ai rossoneri

Milan Ziyech: perché il marocchino servirebbe ai rossoneri

Milan Ziyech, un binomio che si ripete da alcuni anni e che forse, nelle prossime settimane, potrebbe diventare qualcosa di più che una semplice reciproca infatuazione.

Ne parlavamo qualche mese fa, a seguito del gol del marocchino all’Atletico Madrid e della grande prestazione in FA cup contro lo Sheffield: Ziyech pareva essersi preso il Chelsea stupendo Tuchel e tornando a segnare.

Purtroppo per lui – ma non per il Milan – la luna di miele con il tecnico tedesco sembra essere già terminata, nonostante la conclusione della stagione sia stata a lieto fine, e per questo il binomio Milan Ziyech può tornare di moda.

Leggi anche: Wijnaldum va al PSG, Barcellona beffato

Milan Ziyech: la situazione

Ma partiamo dalla situazione attuale tra il Milan e Hakim Ziyech: il club di Maldini e Pioli ha intenzione di acquistare un trequartista per infoltire la zona a ridosso delle punte in vista della prossima Champions League, e la situazione dubbia sul futuro di Calhanoglu impone un’accelerazione.

Se De Paul resta l’obbiettivo più credibile e concreto per conoscenza del campionato e rapporti con la squadra che detiene il cartellino, ecco che i rapporti intercorsi nelle ultime settimane con il Chelsea riguardo il riscatto di Tomori e le opzioni Tammy Abraham e Olivier Giroud per il ruolo di centravanti hanno agevolato questo sogno di inizio estate. 

Milan Ziyech è dunque un qualcosa di fattibile per due motivi principali: a livello tecnico il marocchino sarebbe perfetto per il 4-2-3-1 di Pioli – che potrà trasformarsi anche in 4-3-3 grazie al suo apporto – in quanto in grado di riaprire più ruoli. 

Leggi anche: Milan De Paul, la situazione con l’Atletico Madrid

In secondo luogo per una questione meramente economica: l’Udinese ha chiesto 40 milioni per Rodrigo De Paul, una cifra a cui il Milan non sembra intenzionato ad arrivare. Ziyech ha invece un cartellino si alto (sempre 40 milioni) ma le richieste del Chelsea potrebbero abbassarsi in virtù della difficile stagione del ragazzo ex Ajax e della sua volontà di cambiare aria.

Ziyech, una stagione complicata

Nonostante il palmares si sia arricchito di una Champions League e di una FA Cup, la stagione di Hakim Ziyech al Chelsea è da considerarsi fallimentare. Arrivato tra gli onori della cronaca per 40 milioni di euro, il marocchino ha vissuto una prima parte di stagione come vittima del sistema Lampard e delle incertezze del tecnico inglese, difficoltà che lo hanno portato a perdere la titolarità e a non incidere sulle gare. 

Leggi anche: Tammy Abraham, per l’attacco il Milan guarda a Londra

Dopo due assist forniti contro lo Sheffield nel novembre scorso, Ziyech ha fatto precipitare le proprie statistiche a tabellino sfiorando lo zero nelle segnature e nelle assistenze per tutto il resto della stagione, diventando uno dei capri espiatori del fallimento dell’ex numero otto dei blues.

Zyech chelsea vs atletico Madrid
Fonte immagine: profilo Ig @Ziyech

Con l’arrivo di Tuchel e quelle due reti contro Atletico Madrid e Sheffield sembrava che finalmente le cose fossero cambiate ma, prima il sistema di gioco del tecnico e poi la mancanza di fiducia, hanno ridotto il minutaggio per il marocchino che ha quindi guardato i compagni dalla panchina per il resto della stagione.

Leggi anche: Rinnovo Tuchel, l’annuncio del Chelsea

Solo 1900 i minuti totali tra Fa Cup (379 minuti), Premier League (1177 minuti) e Champions League (344 minuti), per un totale di 39 presenze con una media di 48 minuti in campo ogni partita. 

Numeri scoraggianti, sopratutto dopo che il Chelsea si è laureato campione d’Europa celebrando Tuchel con un nuovo contratto fino al 2024. 

Il mercato

Ma dall’Italia le voci non riguardano solo il Milan. Fra la risoluzione del binomio Milan Ziyech ci sarebbe anche il Napoli. Con l’arrivo di Spalletti i partenopei vorranno cercare di rientrare in Champions League e, visti i rumors intorno al futuro di Lozano (Real Madrid) e Insigne (questioni contrattuali), ecco che Ziyech è tornato di moda anche a Castel Volturno. 

Se dunque Milan Ziyech sarebbe la degna conclusione di un’infatuazione reciproca cementata anche dall’intervento di aprile di Van Basten (“Io fossi in Ziyech andrei via”), anche il Napoli si iscrive alla corsa per il fantasista campione d’Europa. 

 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

33aeecd594d2eeb9bd0035f81f7dddd7?s=90&d=mm&r=g
Simone Mannarino
Classe '94 e laureato in Storia all'Università Statale di Milano, ama il calcio in ogni sua forma ed espressione. Alla costante ricerca di storie da raccontare che permettano di andare oltre ciò che vediamo tutte le domeniche.

Articoli recenti