HomeCalcio EsteroMoussa Marega è un'idea interessante per la Roma che verrà

Moussa Marega è un’idea interessante per la Roma che verrà

La ricerca di un attaccante portata avanti dalla Roma potrebbe concludersi in Portogallo: nel mirino dei giallorossi è finito Moussa Marega

La carriera di Moussa Marega potrebbe continuare in Italia. Secondo alcune indiscrezioni, il centravanti del Porto, carnefice della Juventus nell’ultima edizione di Champions League, sarebbe finito nei radar della Roma, alla ricerca di un attaccante in vista della prossima stagione. La scelta ricadrebbe sul maliano per diversi motivi, che spaziano da quelli economici a, ovviamente, ragionamenti di carattere tecnico.

LEGGI ANCHE: Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Marega piace e non poco, interessa anche ad altri club europei, ma la Serie A avrebbe su di lui un’attrazione particolare, visto che in passato era già stato accostato a diversi club del nostro paese. Non se n’è mai fatto nulla, ma il centravanti del Porto ora si sta guardando intorno e, Fenerbahce a parte – i turchi avrebbero già imbastito qualche discorso con il procuratore – la Roma sembrerebbe la pretendente messa meglio nella corsa al calciatore.

Marega alla Roma, la situazione

Marega è senza dubbio un profilo molto interessante. Nonostante non sia più giovanissimo – parliamo di un ragazzo ormai arrivato ai 29 anni di età – ha comunque molte cartucce ancora da sparare. Lo sta dimostrando in Liga NOS, dove negli anni ha messo insieme un discreto bottino di gol, ma anche con la sua nazionale e in Europa, perno di quel Porto arrivato a giocarsi le semifinali in quarto contro il Chelsea che si preannuncia tiratissimo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Moussa Marega (@marega11)

Il suo contratto, però, scade nel 2021 e il presidente Pinto da Vieira non ha ancora avanzato nessuna offerta per il rinnovo. Così l’agente di Marega ha cominciato a sondare il terreno per una sua eventuale partenza dal Portogallo. L’affare di mercato, per chiunque se lo andrà ad assicurare, dovrebbe comunque essere abbastanza low cost, visti gli anni e la condizione contrattuale, il che rende il centravanti un profilo decisamente interessante da monitorare.

LEGGI ANCHE: Perché il Porto poteva effettuare sei sostituzioni contro la Juventus

La Roma ne ha bisogno?

Domanda lecita, che chiunque si porrà nel momento in cui Marega dovesse realmente sbarcare a Roma. L’attaccante del Porto è spendibile in diversi contesti tattici, perché può giocare da numero nove ma anche partire più largo, a ridosso di una prima punta di ruolo, una situazione che in passato al Porto si è ripetuta spesso quando in campo era presente anche il mastodontico Tiquinho.

Negli ultimi anni, infatti, Marega spesso ha ricoperto il ruolo di esterno destro con licenza di accentrarsi o, addirittura, è stato utilizzato da sottopunta, una sorta di numero dieci con le caratteristiche da attaccante e non da fantasista. Parallelamente, non ha mai fatto mancare il proprio contributo in zona realizzativa.

LEGGI ANCHE: La Roma guarda in Portogallo per il post Fonseca

Da quando è in Portogallo, l’attaccante di origini maliane ha mantenuto la media di un gol ogni due partite sia al Maritimo che al Vitoria Guimaraes, diminuendola un pochino da quando è al Porto, dove però è esponenzialmente aumentata la sua inclinazione all’ultimo passaggio. Marega, quindi, è un giocatore che la Roma potrebbe sfruttare al massimo, dal punto di vista tecnico ma anche atletico e fisico, visti i 183 centimetri di muscoli che porta a spasso per il campo.

LEGGI ANCHE: La Liga NOS portoghese sta per essere riformata

marega
Fonte immagine: @marega11 (Instagram)

Una carriera in salita

Nato in Francia da genitori africani, Marega è cresciuto nel piccolo Evry FC e poi ha giocato un anno all’Amiens, che non ci ha pensato due volte a sbolognarlo in tempo zero all’Esperance di Tunisi. Dall’Africa il maliano è tornato in Europa, sbarcando proprio in terra lusitana, giocando prima al Maritimo e poi al Vitoria Guimaraes, dove ha condiviso l’attacco con Tiquinho, che diventerà un suo compagno anche al Porto.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Moussa Marega (@marega11)

In seguito, i Dragoni hanno deciso di riscattarlo per meno di 4 milioni di euro, una cifra decisamente conveniente se si considera che Marega è poi stato uno dei protagonisti del doppio successo in campionato nelle stagioni 2017/18 e 2019/20. In mezzo ha vinto anche una coppa nazionale e una Supercoppa di Portogallo, ma anche il premio come miglior giocatore del club nel 2018.

LEGGI ANCHE: I calciatori portoghesi stanno conquistando la Premier League

I tifosi lo amano per la voglia e la grinta che mette in campo – va ricordato il numero di furbizia contro la Juventus, che ha permesso al Porto di procurarsi un rigore prezioso -, Sergio Conceiçao lo ritiene una risorsa, ma il Porto sta cominciando a pensare al futuro e cerca profili giovani per rifondare una squadra che, in patria deve tornare a vincere. Dunque, per Marega non c’è più spazio. La Roma aspetta, fiduciosa, di poter affondare il colpo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Ascolta anche il nostro podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti