Maksimovic all’Inter è l’ultima idea di Ausilio

É Nikola Maksimovic l’ultima idea di Ausilio e Marotta per il reparto difensivo dell’Inter. Con Ranocchia e Kolarov destinati a lasciare l’Inter in estate, il centrale serbo può rappresentare un’ottima alternativa ai partenti.

LEGGI ANCHE: Inter, Special Jersey I-M: nuova maglia per un nuovo logo

Movimenti di mercato congelati, almeno per ora. Con una situazione societaria in divenire e uno scudetto da vincere, l’Inter di Antonio Conte pensa a Maksimovic del Napoli per rinforzare la difesa in vista della prossima sessione di mercato. 

L’Inter ha intenzione di pescare dal mercato dei parametri zero in estate e Nikola Maksimovic, esperto centrale classe ’91, pare essere la prima scelta per Antonio Conte. 

Leggi anche: Scudetti Inter, quanti titoli hanno vinto i nerazzurri

Maksimovic: all’Inter grazie a Ramadani 

Se sotto il profilo tecnico la scelta di Maksimovic si spiega grazie alla duttilità del serbo in grado id giocare sia come terzo centrale di destra che come perno di una difesa a quattro o a tre, dal punto di vista economico l’idea pare essere orchestrata da Fali Ramadani, agente tra gli altri anche di Samir Handanovic. 

Leggi anche: I giocatori più anziani in attività 

Maksimovic al Napoli percepisce attualmente uno stipendio di 1,2 milioni all’anno, con scadenza giugno 2021. Un contratto che il Napoli vorrebbe rinnovare visto il coinvolgimento del centrale nelle rotazioni di Gattuso, ma non alle cifre richieste da Ramadani. 

2,5 o 3 i milioni che vorrebbe Nikola Maksimovic per rimanere a Napoli, piazza dove ha finalmente trovato una propria dimensione. Ingaggio troppo alto per i partenopei che potrebbero decidere di rispettare la scadenza naturale del contratto e poi virare su altri prospetti. 

In questa stagione il serbo ha collezionato 26 presenze, con 1970 minuti giocati. Un infortunio al polpaccio lo ha tenuto lontano dai campi per tutto il mese di marzo ma ora sembra essere pienamente recuperato. Nelle ultime stagioni il suo apporto alla causa azzurra è cresciuto notevolmente, con 56 gare giocate nelle ultime due stagioni per un totale di 4633 minuti e un gol.

Questione rinnovi 

L’Inter aspetta quindi interessata una mossa del centrale serbo, mentre valuta le alternative: Shkrodan Mustafi dello Schalke è sempre attenzionato da Ausilio, così come Aissa Mandi del Betis (classe ’91) e Aleksandar Dragovic del Leverkusen (anche lui classe ’91). 

Se guardiamo il profilo anagrafico delle alternative a Maksimovic è chiaro come Antonio Conte abbia specificatamente chiesto un difensore esperto, capace di disimpegnarsi nei diversi ruoli che la difesa a tre dei nerazzurri prevede e che possa giocarsi le proprie carte alle spalle del trio composto da Skriniar – De Vrij – Bastoni. 

Conte
Foto Twitter

Fondamentale per lo sviluppo della trattativa il futuro di Ranocchia e Kolarov: l’ex City lascerà molto probabilmente Appiano Gentile in estate, dopo appena un anno trascorso in nerazzurro, mentre per Ranocchia la questione è differente. 

Il centrale è una colonna dello spogliatoio di Antonio Conte ma vorrebbe chiudere la carriera da titolare. Nelle scorse settimane la Lazio si era interessata al suo cartellino attraverso l’agente, Tullio Tinti, lo stesso di Simone Inzaghi. 

Leggi anche: Moise Kean Juventus, nuovi spiragli nella trattativa

Il problema risulta essere l’ingaggio: troppi gli 1,8 milioni percepiti dal centrale nel club meneghino per permettere alla Lazio di pensare concretamente di portarlo a Formello a queste condizioni. 

Mercato congelato

Come anticipato però, ogni manovra nerazzurra risulta attualmente congelata. La situazione societaria incerta e il futuro di Suning non permettono una progettazione sul breve periodo e di conseguenza anche gli interessamenti risultano poco consistenti. 

Maksimovic è di certo una possibilità, ma del suo futuro si deciderà solo nelle prossime settimane.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!