Kean Juventus: nuovi spiragli nella trattativa

Moise Kean è al centro di movimenti di mercato che coinvolgono Juventus, Paris Saint Germain ed Everton. I bianconeri sembrano intenzionati a inserirsi nella corsa all’attaccante azzurro.

I Toffees non sono rimasti a guardare: già nel mese di febbraio, quando Kean ha raggiunto i 15 gol in maglia PSG, avevano sottolineato come in estate 80 sarebbero stati i milioni necessari per far rimanere Kean a Parigi.

La risposta di Leonardo – “C’è la necessità che tutti si vengano incontro in questa situazione” – non si è fatta attendere, ma apre uno spiraglio per la Juventus di Nedved e Paratici.

Leggi anche: La storia della festa in villa dei giocatori della Juventus

Moise Kean: futuro in bianconero? 

Primo nato dopo il 2000 a segnare in uno dei cinque migliori campionati europei, Moise Kean viene dal vivaio della Juventus, che nell’estate 2019 ha scelto di cederlo all’Everton per questioni di bilancio.

In quel momento, con la Juventus proiettata nell’era Ronaldo, i 27,5 milioni di euro versati dai Toffees nelle casse bianconere avevano giustificato la scelta di privarsi del talento di Raiola, ma ora le cose sono diverse.

Leggi anche: Qual è il vero valore di Cutrone?

Con il rinnovo di Dybala appeso a un filo – il contratto dell’argentino scade nel giugno 2022 – e la situazione di Morata legata alle decisioni dell’Atletico Madrid, la Juventus starebbe pensando di riportare Kean a Torino sfruttando proprio i buoni rapporti con Raiola e alcune contropartite tecniche. 

Ramsey e Rabiot sono i primi indiziati a lasciare Torino la prossima estate, per questo il tentativo di inserirli in una trattativa come questa rappresenta un’occasione da non buttare. L’Everton però vorrebbe Demiral, desiderato da Ancelotti, ma la Juventus non sarebbe interessata a privarsi del centrale turco. 

Questioni parigine 

Dall’altra parte del campo il PSG, attualmente casa di un Moise Kean definitivamente esploso. Sono 15 i gol messi a segno in stagione nelle 29 partite giocate, testimonianza di una multidimensionalità del ragazzo, ormai capace di disimpegnarsi ottimamente sia come punta centrale che come ala a completamento del tridente. 

Pochettino lo considera imprescindibile, mentre i risultati ottenuti confermano come l’integrazione con campionissimi come Neymar ed Mbappé sia cosa fatta. 

Per questo e per la grande stima che Leonardo ripone in lui, l’intenzione dei parigini è di cercare di confermare Kean anche per i prossimi anni, ma la situazione dei rinnovi di Mbappé e Neymar – entrambi in scadenza 2022 – potrebbe rallentare l’emissione di denaro per l’acquisto del centravanti italiano. 

Leggi anche: Olimpiu Morutan, chi è il trequartista obbiettivo dell’Inter

Moise Kean ha scelto

L’assistito di Raiola si è esposto a febbraio – in concomitanza con le dichiarazioni dell’Everton – parlando così dell’esperienza a Parigi: “Sono molto contento di poter giocare qui. È un grande club, sto lavorando duro per dare il 100% in ogni momento, per i tifosi e i compagni. Va tutto bene, spero vada avanti così.”

Non una presa di posizione, sia chiaro, ma la conferma di come a Parigi Kean stia trovando la propria dimensione, nonostante lo scetticismo intorno al suo acquisto dello scorso autunno. 

Leggi anche: Chi potrà schierare la Juventus nel derby?

Intrecci di mercato

Qualora il PSG decidesse di puntare forte su Kean, le alternative in casa bianconera non mancherebbero di certo: se la situazione di Morata è sempre tenuta sotto controllo, la possibilità di avvicinarsi a Mauro Icardi non viene scartata automaticamente dal club bianconero. 

Il costo di Moise Kean sarà certamente alto: con un contratto fino al 2024 e un rendimento simile, almeno 50 saranno i milioni che l’Everton chiederà in estate e se il PSG dovesse decidere di accontentare i Toffees ecco che Icardi potrebbe liberarsi. 

La Juventus ci pensa, nell’attesa che la stagione in corso emetta i propri verdetti. 

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: Instagram, Facebook, Twitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!