A Barcellona si sta scaldando la contestazione a Koeman

Il Clasico tra Barcellona e Real Madrid è culminato con l’ennesima contestazione a Koeman, assaltato dai tifosi fuori dal Camp Nou

Il Real Madrid vince al Camp Nou prolungando la sua serie positiva ormai lunga anni sul campo degli storici e odiati rivali di sempre, mettendo in ulteriore difficoltà un Barcellona che, pur mettendocela tutta, esce nuovamente con una grave sconfitta sulla groppa.

koeman
Netherlands Manager Ronald Koeman before the UEFA Nations League Final match between Portugal and Netherlands at Estadio do Dragao on June 9th 2019 in Porto, Portugal. (Photo by Daniel Chesterton/phcimages.com)
Finale
Portogallo Olanda
Photo PHC/Insidefoto
ITALY ONLY

Barcellona sconfitto nel Clasico: Koeman contestato

A farne le spese è stato Ronald Koeman: il tecnico dei blaugrana è stato fatto oggetto di una forte contestazione nell’immediato postpartita, quando una nutrita rappresentanza di tifosi del Barcellona ha pensato bene di attenderlo fuori dallo stadio per poi, tra molte virgolette, chiedergli spiegazioni.

Liga 2021/2022: risultati e classifica

Il video, diventato ovviamente virale sui social network, parla chiaro: si vede infatti l’automobile guidata dal tecnico olandese uscire dai cancelli del Camp Nou e, non appena entrata in strada, venire assaltata dai fan delusi.

Suarez a Koeman: “Tornavo a casa in lacrime” e spunta un sostituto

Volano schiaffi e pugni sulla vettura, qualche oggetto e probabilmente anche qualche sputo. Sorprendentemente, Koeman mantiene la calma e, con l’aiuto di qualche steward e di alcune forze dell’ordine presenti sul posto, riesce ad andarsene prima che la situazione possa peggiorare.

Un allenatore mai amato

Non è la prima volta che l’olandese viene preso a male parole dai tifosi del Barcellona. D’altronde, si sa, Koeman non è mai piaciuto a nessuno e men che meno a una platea composta principalmente da clienti esigenti, che pretendono il massimo anche negli anni in cui il club sta oggettivamente passando uno dei periodi peggiori della propria storia.

Stipendi Barcellona: quanto sono pagati i campioni blaugrana

I motivi di questo astio sono tanti. La squadra non gioca un calcio esteticamente godibile, anche per via dei tanti esperimenti che lo stesso Koeman ha dovuto fare nel tempo, in quanto costretto dalle tante mancanze societarie che lo hanno portato a vedersi privare di diversi elementi importanti.

In secondo luogo, l’olandese sarà sempre l’allenatore che ha quasi giustificato la partenza di Messi, schierandosi al fianco di Laporta dopo essersi fatto conoscere in maniera trasversale come uomo di Bartomeu. Insomma, qualcuno lo definirebbe troppo aziendalista per il palato fine della piazza.

Messi via dal Barcellona, solo una questione di soldi? Le rivelazioni di Guerra

La sensazione, in sostanza, è che quasi si sia fatto andare bene tutti i cicloni abbattutisi nell’ultimo anno e mezzo sul Barcellona, diventando divisivo anche all’interno dell’assemblea dei soci. Infatti, il tecnico blaugrana non piace a molti nemmeno all’interno del club, tanto che da tempo si parla di un suo allontanamento. Che, a meno di cataclismi, avverrà in vista della prossima stagione.

Valorizzatore e pompiere

Eppure, nella sua semplicità, Koeman ha sempre cercato di tenere in piedi la situazione, soprattutto lavorando senza sosta per dare al Barcellona un futuro. Tradotto, è apprezzabile come il tecnico abbia sgrezzato diversi giovani in modo tale da implementarli con profitto alla prima squadra.

Stipendio Gavi, quanto guadagna il talento del Barcellona

Mingueza, Araujo, Ansu Fati, Nico Gonzalez e Gavi, tanto per citarne qualcuno, sono interamente farina del suo sacco: alcuni di loro non diventeranno dei campioni, ma di certo potranno aiutare il club in un momento storico così delicato.

Chi è Gavi: caratteristiche tecniche e ruolo del talento della Spagna

Tuttavia questo potrebbe non bastare, vista l’esasperazione di una situazione nella quale l’olandese non può che vestire i panni del pompiere, cercando di calmare gli animi. L’impressione però è che tutti lo abbiano ormai scaricato, dalla società ai tifosi, che dopo il Clasico perso contro il Madrid hanno deciso di contestarlo in maniera forte, forse esagerata, di certo genuina.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI