HomeCalcio EsteroKaku Kanga, il calciatore nato 4 anni dopo la morte di sua...

Kaku Kanga, il calciatore nato 4 anni dopo la morte di sua madre

Kaku Kanga è un interessante giocatore che milita nei campioni di Serbia della Stella Rossa di Belgrado. Nella squadra allenata dall’ex interista e laziale Dejan Stankovic, il giocatore del Gabon si è messo in mostra sia in campo nazionale che europeo. Tra le altre cose, Kanga quest’anno ha segnato anche a San Siro contro il Milan in Europa League. Il calciatore è pronto a dare una mano alla sua Nazionale anche in vista della prossima Coppa d’Africa. Ma negli ultimi mesi sono emersi alcuni dettagli francamente singolari sulla vera identità di questo calciatore.

LEGGI ANCHE: Villas-Boas nuovo allenatore Lazio, la situazione

Kaku Kanga, il calciatore nato 4 anni dopo la morte di sua madre

Secondo quanto riportato dal sito brasiliano Lance.com, infatti, Kanga sarebbe finito nel mirino della Federazione del Congo per via di alcune incongruenze manifestate in virtù dei dati anagrafici presentati. Kanga infatti sostiene di essere nato l’1 settembre del 1990 in Gabon. Il vero problema è che la madre, però, sarebbe in realtà deceduta ben 4 anni prima della sua nascita, cioè nel 1986.

Lo stesso sito brasiliano, indagando più a fondo, ha fatto chiarezza. Kaku Kanga, come prevedibile, non sarebbe altro che una nuova identità di una precedente persona. Nello specifico, l’attuale Kanga in realtà si chiamerebbe Kiaku Kiaku Kiangana e sarebbe nato ben 5 anni prima rispetto alla data di nascita dichiarata, cioè nel 1985. Inoltre, Kiangana non sarebbe nato come detto in Gabon ma a Kinshasa, in Congo. Questo ovviamente andrebbe a spiegare anche la data di morte della madre, che quindi lo avrebbe partorito un anno prima rispetto alla sua dipartita.

LEGGI ANCHE: Un successo per il Pallone d’Oro: Kanté ha dominato questa edizione di Champions

Kaku Kanga, cosa rischia il calciatore

Kanga avrebbe portato a termine questo cambio di identità in occasione di un suo trasferimento in Gabon, al Mangasport, nel 2007. In quel caso la sua età sarebbe stata abbassata e i suoi dati anagrafici completamente modificati.

Il calciatore rischia ovviamente una punizione molto severa – di fatto una lunga squalifica – in caso di appurata colpevolezza. E a rischiare è anche il Gabon, che potrebbe – a causa del suo giocatore – non partecipare alla prossima edizione della Coppa d’Africa.

LEGGI ANCHE: La finale di Champions League ha sfatato diversi miti sul calcio europeo

1d6198f034b69da7f33a10fc739bf5dc?s=90&d=mm&r=g
Claudio Agave
Giornalista pubblicista dal 2017. Direttore della testata theWise Magazine, redattore per il sito gonfialarete.com, scrittore. "Il calcio é la cosa più importante delle cose meno importanti"

Articoli recenti