juventus
Fonte: Instagram @duvanzapata91

Da Milik a Zapata, passando per Raul Jimenez e alcune suggestioni sudamericane: tutte le manovre di mercato per l’attacco della Juventus

A giorni arriverà l’ufficialità del nono Scudetto di fila, ma la Juventus pensa già al futuro. La società bianconera ha cominciato a perfezionare i primi colpi di calciomercato in vista della stagione 2020/21, acquistando Arthur dal Barcellona e Dejan Kulusevski dall’Atalanta, ma l’impressione è che la campagna di rafforzamento bianconera sia solo agli inizi. Tra le priorità c’è sicuramente quella di rinforzare ancora l’attacco, ma in questi giorni la dirigenza sta lavorando soprattutto sul futuro partner di Ronaldo.

Gonzalo Higuain, infatti, ha un ingaggio smisurato che la Juventus non ha più intenzione di corrispondere a un calciatore sul viale del tramonto. Il Pipita verrà sbolognato in giro e il suo posto sarà preso da un centravanti più funzionale. In questi giorni si è parlato di diversi profili interessanti, una lista di bocche da fuoco impressionanti dalla quale è uscito, per ovvi motivi, Mauro Icardi, riscattato di recente dal PSG.

BELOTTI MERCATO: IL GALLO PUÒ FUNZIONARE IN UNA BIG

Juventus, casting per l’attacco: il favorito è Milik

Individuare il centravanti del futuro non è operazione semplice, perché chi arriverà sarà chiamato a mettersi completamente a disposizione di squadra, allenatore e CR7. La Juventus cerca un altro Benzema, capace di esaltare le doti del campione lusitano. Quel calciatore potrebbe essere Arkadiusz Milik, punta polacca del Napoli con la quale i bianconeri hanno già raggiunto un accordo di massima. Manca la stretta di mano tra società, vero, ma il gradimento del giocatore è totale.

IL REAL MADRID FA 34: LA VITTORIA DI UN GRANDE GRUPPO

Milik è un profilo molto interessante, un centravanti completo frenato purtroppo da un paio di infortuni molto gravi. Però, quando è potuto scendere in campo, ha dimostrato di saper segnare sacrificandosi parecchio per la squadra. Il suo arrivo permetterebbe a Ronaldo di partire in posizione più defilata, con la possibilità di accentrarsi e andare al tiro.

Milik, oltre 190 centimetri di altezza per un fisico scolpito e massiccio, inoltre aprirebbe varchi per gli inserimenti dei centrocampisti, altra prerogativa delle squadre di Sarri. Insomma, a cifre ragionevoli il classe 1994 polacco è il favorito per vestire il bianconero.

BENEVENTO, ITALIA – ESTONIA A SETTEMBRE | PARTE IL MERCATO

View this post on Instagram

… ?? #Dz91

A post shared by ??Duván Esteban Zapata (@duvanzapata91) on

Duvan Zapata, la prima alternativa

Juventus e Atalanta hanno da sempre buoni rapporti, rinsaldati dal grande affare – per entrambe – che ha visto Kulusevski lasciare definitivamente Bergamo per approdare in bianconero. Le società si parlano costantemente e, di recente, al centro dei discorsi ci è finito Duvan Zapata. Rispetto a Milik, il colombiano – di tre anni più vecchio rispetto al bomber partenopeo – è meno incline a lavorare per la squadra, ma molto più finalizzatore.

CHI È ROGER IBANEZ, IL NUOVO PLAY DELLA DIFESA DELLA ROMA

Con la Dea lo ha ampiamente dimostrato, viaggiando su medie offensive impressionanti. E poi è terribilmente completo: destro, sinistro e colpi di testa, gol di rapina o autentiche sfuriate nelle quali fuoriesce tutta la sua dominanza fisica. A Torino, Zapata potrebbe accontentarsi di fare la punta pronta all’occorrenza, in grado di partire titolare ma anche di spaccare le partite entrando a gara in corso. Unico neo, la valutazione: l’Atalanta chiede 50 milioni di euro. Davvero troppi.

RONALDO – IMMOBILE, LA SFIDA DEL GOL: NEL MIRINO IL RECORD DI HIGUAIN

Raul Jimenez, il nome nuovo

Poi c’è Raul Jimenez, coetaneo di Zapata e reduce da due stagioni straordinarie con il Wolverhampton. La punta messicana vorrebbe cimentarsi in un nuovo campionato dopo aver cominciato in Portogallo e proseguito tra Spagna e Inghilterra. Paratici lo segue attentamente e potrebbe sfruttare i buoni rapporti con Jorge Mendes. Jimenez è il classico centravanti d’area, di quelli che da soli impegnano entrambi i centrali avversari.

LE 5 RIVELAZIONI DELLA LIGA 2019/20

Fisicamente non concede quasi nulla, ha una buona tecnica di base e, soprattutto, è pericoloso nel gioco aereo, fondamentale nel quale la Juventus pecca un po’. Concettualmente sarebbe un attaccante perfetto per caratteristiche rispetto a ciò che cerca in questo momento Maurizio Sarri. In stagione, il messicano ha segnato 26 gol, contribuendo in maniera sensibile all’ottima annata del Wolverhampton.

KAIO JORGE, LA NUOVA SENSAZIONE VERDEORO

Le suggestioni sudamericane

E se la Juventus investisse per il futuro? Con il probabile ritorno al River Plate di Gonzalo Higuain, i bianconeri potrebbero provare a ripetere l’operazione Bentancur, arrivato all’interno dell’affare Tevez quando l’Apache, sentito il forte richiamo di casa, decise di rientrare in Argentina per giocare col Boca Juniors. I Millonarios da tempo hanno messo in vetrina Julian Alvarez, attaccante tuttofare classe 2000. Elemento tatticamente molto duttile, può fare la prima o la seconda punta, ma anche l’esterno.

RAUL JIMENEZ, L’UOMO DEI RECORD CHE PIACE ALLA JUVENTUS

Infine, rimane in auge la candidatura di Kaio Jorge, stellina brasiliana del 2002 che si è messo in luce allo scorso Mondiale under 17. Gioca nel Santos, nelle movenze ricorda il primo Ronaldo – il Fenomeno, non CR7 – e il club paulista ha già fatto sapere di essere pronto a cederlo. Ovviamente si parla di un talento ancora in erba, da crescere e sgrezzare, ma con qualità importantissime. Dai 30 milioni in su se ne può ragionare, sperando di portarsi a casa il nuovo campione del domani.

GEOFF HURST, IL (NON) GOL PIÙ FAMOSO DELLA STORIA

Per restare sempre aggiornati, seguici su Instagram e Facebook