HomeNotizieJulian Brandt, ruolo e caratteristiche del tedesco

Julian Brandt, ruolo e caratteristiche del tedesco

Julian Brandt, ruolo e caratteristiche del centrocampista tedesco che gioca col Borussia Dortmund.

Per anni uno degli astri nascenti del calcio tedesco, il tedesco è un giocatore dalle grandissime doti tecniche, con un potenziale ancora da esprimere interamente, nonostante in carriera abbia dato grande testimonianza delle sue capacità.

LEGGI ANCHE: Ucraina e Dinamo Kyev, un connubio rinsaldato da Lucescu

Julian Brandt: la carriera

Classe 1996, nativo di Brema, Julian Brandt muove i suoi primi passi nel mondo del calcio con Borgfeld e Oberneuland, prima di passare nel 2011, all’età di 15 anni, nelle giovanili del Wolfsburg.

Non riesce mai a esordire coi Lupi perché nel gennaio 2014, a 18 anni ancora da compiere, Brandt passa al Bayer Leverkusen. L’esordio in Bundesliga con le Aspirine arriva un mese dopo, subentrando a Son nella sconfitta contro lo Schalke 04. Tre giorni dopo arriva anche l’esordio in Champions, contro il PSG, e ad aprile arriva il primo gol, contro l’Amburgo.

LEGGI ANCHE: Milenkovic, Juventus e la difesa: come cambia il reparto bianconero

Brandt si ritaglia subito il proprio spazio nel Bayer Leverkusen, diventando una pedina importantissima negli anni a seguire. Sono sei le stagioni in rossonero per il tedesco, al termine dei quali colleziona 215 presenze e 42 gol. Nel maggio 2019 viene annunciato il suo passaggio al Borussia Dortmund, un salto che però frena l’ascesa di Brandt. Nelle due stagioni giocate in giallonero trova il suo spazio, ma non riesce a confermare il rendimento mostrato con le aspirine. Arrivano però col Borussia i primi trofei del palmares di Brandt: una Supercoppa di Germania nel 2019 e la Coppa di Germania nel 2021.

Sono 35 le presenze di Brandt con la Nazionale tedesca. L’esordio risale al maggio 2016, nell’amichevole persa con la Slovacchia. Con la Mannschaft Brandt ha vinto la Confederations Cup nel 2017 e ha partecipato al rovinoso Mondiale del 2018, in cui la Germania è uscita al girone perdendo con Messico e Corea del Sud.

LEGGI ANCHE: Paulinho Roma, un’occasione a zero per i giallorossi

Julian Brandt: ruolo e caratteristiche

Brandt è un centrocampista offensivo che può giocare in diversi ruoli del campo. Può fare l’ala, il trequartista, ma anche la mezzala. La sua duttilità proviene dalla capacità di saper abbinare una grande velocità con un’ottima tecnica e con una visione di gioco che lo rende idoneo a giocare anche nel cuore del centrocampo.

Il grande cruccio della stella tedesca è la discontinuità, emersa con forza soprattutto negli ultimi due anni al Borussia Dortmund. Grandissimi mezzi che troppo spesso non hanno corrisposto ad adeguati risultati. Negli ultimi tempi al Leverkusen, Brandt aveva trovato la sua consacrazione agendo da mezzala offensiva e il passaggio al Borussia Dortmund sembrava la via per la definitiva ascesa.

LEGGI ANCHE: Calhanoglu Inter, idea low cost o affare rischioso?

In giallonero però il giocatore è rimasto vittima della sua incompiutezza e anche di alcune incomprensioni tattiche. Brandt può ricoprire tanti ruoli, ma in mezzo al campo, da trequartista o mezzala, sembra poter dare qualcosina in più, mostrando anche più maturità rispetto agli inizi da ala. Cambiare spesso ruolo, scenario che si è verificato spesso al Borussia, non ha aiutato il calciatore che spesso è apparso svogliato e fuori dal gioco.

Da astro nascente a stella incompiuta, la carriera di Julian Brandt può sicuramente ancora svoltare in positivo, facendo quel salto di qualità che prometteva di fare dopo gli anni al Leverkusen. I mezzi tecnici sono enormi, purtroppo spesso non sono stati assistiti da quelli caratteriali.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Danilo Budite
Danilo Budite
Romano, classe '95. Amo il calcio, soprattutto raccontarlo. Scrivo di tutto ciò che mi circonda.

Articoli recenti