HomeCalciomercatoJuan Jesus primo acquisto del Napoli: scommessa o colpo sicuro?

Juan Jesus primo acquisto del Napoli: scommessa o colpo sicuro?

Juan Jesus è il primo acquisto del Napoli in questa campagna acquisti: il difensore brasiliano ex-Roma e Inter servirà a sostituire Maksimovic, svincolatosi  a giugno

Leggi anche | A Napoli è arrivato Luciano Spalletti: come giocheranno i partenopei?

Se si può parlare di “colpo” è perché francamente era inaspettato: il Napoli mette sotto contratto il difensore brasiliano Juan Jesus, che nei mesi scorsi ha lasciato la Roma a parametro zero.

La stessa sorte è toccata a Nikola Maksimovic, centrale dei partenopei che sembrava potesse trovare un nuovo accordo col club in questi giorni. L’arrivo dell’ex-romanista, però, sembra essere un segnale di addio al serbo, oltre a rappresentare la prima vera incursione del Napoli nel calciomercato.

Juan Jesus, in cerca di rilancio

Leggi anche | Napoli, possibile conferma come vice Lobotka per un ragazzo del vivaio

Arrivato in Italia all’Inter nel gennaio 2012 dall’Internacional, Juan Jesus era considerato un giocatore piuttosto promettente: veniva da buone prestazioni con l’U20, con cui aveva vinto il titolo sudamericano e quello mondiale, e nell’estate successiva avrebbe esordito sia nella Nazionale maggiore che in quella olimpica, conquistando un argento a Londra.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Juan Jesus (@juan05jesus)

Ma la sua esperienza in Italia ha visto pian piano un ridimensionamento del giocatore maturato a Porto Alegre. Anche a causa di problemi fisici, con Roberto Mancini ha iniziato a giocare meno, ed è stato ceduto alla Roma nell’estate 2016; nella Capitale ha sempre fornito prestazioni altalenanti, senza mai riuscire a conquistarsi un posto da titolare fisso.

Leggi anche | Il proiettile dell’Ecuador piace al Napoli, chi è il terzino alternativa ad Emerson Palmieri

L’ultima stagione è stata la più deludente: messo ai margini del progetto tecnico con l’arrivo di Kumbulla, ha giocato appena 569 minuti in 11 partite complessive, la maggior parte in Europa League. Così, la società giallorossa ha deciso di non rinnovargli il contratto, lasciandolo libero di trovarsi una nuova squadra.

Cosa può dare Juan Jesus al Napoli

Poco più di un mese dopo, è arrivata la proposta del Napoli: un anno di contratto, per testarne anche la tenuta fisica dopo i tanti problemi avuti in carriera, e poi si vedrà. Juan Jesus ha da poco compiuto 30 anni, quindi non si può ancora considerare vecchio come calciatore, ma ha bisogno di trovare sicurezza e fiducia per poter tornare a offrire un rendimento accettabile.

Leggi anche | Com’era Luciano Spalletti da calciatore?

A caldeggiarne l’acquisto è stato Luciano Spalletti, nuovo allenatore azzurro, che aveva avuto il brasiliano a disposizione nel 2016/17, quando entrambi erano appena arrivati alla Roma. I due quindi si conoscono bene, e questo potrebbe aiutare il difensore a integrarsi rapidamente nel gioco del Napoli.

Il suo arrivo servirà unicamente a completare la retroguardia dopo l’addio di Maksimovic, ma difficilmente Juan Jesus verrà considerato un titolare. Il suo ingaggio è quindi da considerarsi più che altro una scommessa a basso rischio economico, che va incontro alla politica di mercato del Napoli, volta soprattutto al risparmio.

Leggi anche | La conferenza stampa di Spalletti: “La Champions è la mia ossessione”

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti