HomeSerie AInter, vicino l'addio di Conte: i perché della separazione

Inter, vicino l’addio di Conte: i perché della separazione

Inter, addio Conte: la situazione del tecnico nerazzurro, che potrebbe clamorosamente lasciare Milano.

Dopo la conquista dello scudetto con una cavalcata straordinaria, l’Inter ta vivendo giorni d’incertezza. L’accordo con Oaktree ha dato ossigeno alle finanze nerazzurre, la cui precarietà però impone delle decisioni da prendere. L’Inter si appresta a vivere un ridimensionamento, nell’ottica di contenere le spese, e a farne le spese potrebbe essere proprio il grande condottiere dello scudetto nerazzurro.

LEGGI ANCHE: Come cambia il Milan con la Champions

Inter, i perché delle dimissioni di Conte

La situazione è precipitata di fretta e sembra essere giunta a un punto di non ritorno. La dirigenza nerazzurra ha stabilito il piano per l’immediato futuro: ridimensionamento delle spese con la cessione di almeno un big, nessuna spesa ingente sul mercato e riduzione del monte ingaggi.

Una prospettiva che cozza terribilmente con le aspirazioni di Antonio Conte, che non vuole vedersi smontare il lavoro di due anni ed è pronto dunque a dire addio perché non vede ulteriori margini di crescita.

LEGGI ANCHE: Come giocherà il Torino di Juric

L’Inter e Conte viaggiano a vele spiegate verso l’addio. Si tratta una separazione consensuale, col tecnico che riceverà una buonuscita. Nessun esonero, perché altrimenti l’Inter dovrebbe continuare a pagare l’ingente stipendio dell’allenatore, ma nemmeno le dimissioni, perché non ci sarebbe un riconoscimento per il lavoro svolto.

La separazione consensuale è la via di mezzo che va bene a tutti. Si appresta a finire non senza rammarico l’esperienza di Conte all’Inter. Il mister avrebbe voluto continuare il proprio lavoro, che finalmente stava dando i propri frutti, ma le condizioni per farlo a modo suo non ci sono più davanti alla pesante crisi economica.

Il futuro dell’Inter e di Conte

Quale futuro ora per i nerazzurri e per il tecnico? L’Inter dovrà prendere un allenatore cui andrà bene la rosa attuale, magari senza un ingaggio monstre. Si parla di Allegri, uno bravissimo ad adattarsi ai giocatori a disposizione, ma occhio anche a Simone Inzaghi qualora si liberasse dalla Lazio.

Molto nebuloso anche il futuro di Conte, per cui potrebbe esserci la clamorosa suggestione Real Madrid qualora si consumasse l’addio di Zinedine Zidane alle Merengues.

LEGGI ANCHE: Juventus esclusa dalla Champions League: i possibili scenari

Saranno giorni intensi. A breve si attendono novità sull’addio di Conte all’Inter, da quel momento si inizierà a pensare al futuro della panchina nerazzurro e a quello del tecnico campione d’Italia. Ciò che è certo, è che l’addio di Conte all’Inter può davvero ridisegnare gli equilibri del campionato per la prossima stagione.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

8a7485bbe9b7099cdb96f7f2e8006b63?s=90&d=mm&r=g
Danilo Budite
Romano, classe '95. Amo il calcio, soprattutto raccontarlo. Scrivo di tutto ciò che mi circonda.

Articoli recenti