HomeCalciomercatoTalento puro e statistiche top: perché la Lazio vuole Hincapié

Talento puro e statistiche top: perché la Lazio vuole Hincapié

Piero Hincapié brilla in Copa America e il suo futuro sembra ormai in Italia: la Lazio è molto vicina al suo acquisto

“È uno dei nostri ragazzi più forti: abbiamo discorsi molto avanzati con un club italiano e nei prossimi giorni definiremo il suo futuro”. Le parole di cui sopra le ha pronunciate Andrés Fassi, presidente del Talleres di Cordoba.

Quel ‘lui’, invece, è Piero Hincapié, talentuoso centrale difensivo che attualmente si sta mettendo decisamente in evidenza con la nazionale dell’Ecuador, in Copa America. Hincapié ha giocato le quattro partite della fase a gruppi in maniera quasi perfetta, con autorità e pochissime sbavature.

Il suo nome ha cominciato così a circolare tra gli addetti ai lavori, che hanno in fretta e furia contattato il Talleres per capire a quanto il club argentino sarebbe stato disposto a liberarsi del calciatore. A El Desmarque, Fassi è stato chiaro: “Serviranno un po’ di soldi, ma di certo non posso obbligare il ragazzo a stare qui: quando tornerà dalla nazionale avremo già tutto chiaro”.

hincapié
Fonte immagine: @corradone91 (Twitter)

Hincapié alla Lazio: si prova a chiudere

Quel club italiano menzionato dal dirigente argentino è la Lazio, che secondo voci provenienti al di là dell’oceano sarebbe già in conversazioni avanzate con il Talleres per andare ad anticipare la concorrenza, parecchio agguerrita, di Atalanta, Betis e Atletico Madrid.

La valutazione di Hincapié, al momento, si aggira sui 10 milioni di euro, una sorta di investimento che il club biancoceleste non avrebbe problemi a fare, viste le potenzialità del ragazzo. In Copa America, il centrale mancino cresciuto nel settore giovanile dell’Independiente del Valle ha stupito per l’autorevolezza con la quale dirige il reparto, nonostante la carta di identità.

Un’ascesa precoce

Da Esmeraldas a Sangolqui, passando per le varie nazionali giovanili d’Ecuador, la storia di Piero Hincapié vanta già diversi capitoli sebbene, come suggerisce l’età, la carriera debba ancora spiccare il volo. Talento del vivaio IDV, un vero marchio di garanzia, ha esordito giovanissimo in prima squadra per poi volare in Argentina.

Col Talleres è stato lanciato dal Cacique Medina, che in lui ha visto un potenziale campione e gli ha affidato sin da subito le chiavi della difesa. La convocazione in nazionale di Gustavo Alfaro ha solo accelerato il suo status raggiunto di pepita d’oro, da accaparrarsi il prima possibile.

Statistiche top

Di livello, ovviamente, sono anche i numeri messi insieme in Copa America. Attualmente, dopo la fase a gruppi, Hincapié è quinto per passaggi di squadra completati (primo difensore, segno di come ci si affidi solo a lui per la costruzione dal basso), secondo per distanza progressiva coperta e per contrasti vinti, quarto per pressing vinti e secondo per tocchi di palla complessivi.

Statistiche che indicano una centralità inevitabile per questo ragazzo tutto mancino, capace di destreggiarsi da centrale in una difesa a quattro o come ‘braccetto’ di sinistra a tre. Giovane, talentuoso e duttile, su di lui Maurizio Sarri potrebbe lavorare decisamente bene. E la Serie A, acquistare un potenziale protagonista.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti