Goran Pandev
Goran Pandev Genoa

Col gol realizzato contro l’Udinese, Goran Pandev ha raggiunto quota 8 reti in stagione. A 36 anni, il bomber macedone è uno dei trascinatori del Genoa nell’accesissima lotta salvezza. 

Lotta, combatte e non si arrende mai. In questo infuocato finale di stagione, Goran Pandev è una delle arme in più del Genoa di Davide Nicola. E ieri sera, nell’importantissimo pareggio della Dacia Arena contro l’Udinese, c’è ancora una volta lo zampino dell’instancabile attaccante.

CHI È ROGER IBAÑEZ, IL NUOVO PLAY NELLA DIFESA DELLA ROMA

Con una conclusione dal limite terminata all’angolino della porta protetta da Musso, il macedone ha dato il “la” alla rimonta del grifone, passato in svantaggio dopo i gol di Fofana e Lasagna. Ci ha pensato poi Pinamonti all’ultimo respiro a regalare al Genoa un punto che permette ai rossoblù di staccare di due lunghezze il Lecce. Un pari che vale oro per i genovesi.

CHI È RAZVAN MARIN, CARATTERISTICHE DEL NUOVO TALENTO DEL CAGLIARI

Ancora al top

La carta d’identità non mente mai e cita 1983 alla voce “data di nascita”. Ma a 36 anni – saranno 37 il prossimo 27 luglio – Pandev sta vivendo una sorta di seconda giovinezza. E i numeri paiono testimoniare il suo grande momento di forma. In termini realizzativi, questa è la miglior stagione dell’attaccante in Serie A da quando veste la maglia del Genoa. Era dai tempi della Lazio che il macedone non segnava così tanto in campionato. All’ombra dell’Olimpico, infatti, Pandev aveva raggiunto quota 9 reti in massima serie nella stagione 2008/2009, l’ultima in biancoceleste. Una cifra soltanto avvicinata nell’annata 2013/2014, quando furono 7 i sigilli con addosso la maglia del Napoli.

Quando mancano ancora 8 partite alla fine di questo atipico campionato, Pandev ha ora messo nel mirino la fatidica “doppia cifra“, raggiunta per tre stagioni di fila con la Lazio tra il 2005 e il 2008 ma mai conquistata nel corso delle sue esperienze tra le fila di Inter, Napoli e dello stesso Genoa. Nel frattempo, il macedone ha già raddoppiato il numero di reti realizzate lo scorso anno (4). E pare non volersi fermare.

INFORTUNIO RIBERY | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

Goran Pandev: imprescindibile

Da subentrato o nell’undici titolare. Da centravanti, nel ruolo di trequartista, come seconda punta o da ala destra. Pandev è uno di quei giocatori ai quali ogni allenatore che si è seduto sulla panchina del Genoa non ha mai rinunciato. In questa stagione, l’attaccante è sceso in campo in 26 delle 30 gare fin qui disputate dal Genoa. Dopo l’esonero di Thiago Motta e l’arrivo di Davide Nicola, il 28 dicembre scorso, il nome del classe ’83 non è entrato nel tabellino del match soltanto in un’occasione, quella del pareggio per 2-2 in casa dell’Atalanta. Un dato che testimonia la sua importanza nella rosa rossoblù e nello scacchiere tattico del tecnico piemontese.

VALDIR PERES, L’ETERNO COLPEVOLE DELLA “TRAGEDIA DEL SARRIÀ”

Carismatico

Oltre alle statistiche, elementi oggettivi che fotografano l’importanza di Pandev nel Genoa di Nicola, ciò che impressiona di più è tuttavia lo spirito con cui il macedone continua a scendere in campo. Grinta, foga, giocate sopraffine e ogni singola goccia del proprio sudore al servizio dei propri compagni e di quella maglia che pare essergli stata cucita addosso.

INFORTUNIO BARELLA | QUANDO RIENTRA | TEMPI DI RECUPERO

A quasi 37 anni, Pandev continua instancabilmente a calcare i campi della Serie A in un paese, l’Italia, che è in fondo diventato la sua seconda casa. E non poteva essere altrimenti dopo le 436 presenze e i 93 gol collezionati in massima serie. Ora, nel Genoa che continua a correre verso una meta chiamata salvezza, Goran Pandev è il protagonista di una di quelle storie romantiche che tanto piacciono agli amanti del calcio. Perché gli anni passano, ma il fiuto del gol e le qualità umane dell’attaccante col 19 sulle spalle sembrano immuni al rapido scorrere del tempo.

Per restare sempre aggiornati, seguici su Instagram e Facebook