HomeCalcio EsteroEuropaEuro 2021, Girone B: squadre, moduli e partite

Euro 2021, Girone B: squadre, moduli e partite

Il viaggio dentro ad Euro 2021 prosegue con il Girone B, nel quale il Belgio è chiamato ad emergere in un contesto decisamente dominato dall’equilibrio

Euro 2021 è alle porte, con l’inizio fissato per l’11 giugno. Una manifestazione divisa tra 11 paesi, che ospiteranno con altrettanti stadi prima la fase a giorni della manifestazione e poi quella ad eliminazione diretta. Si chiude in bellezza, visto che la sede delle semifinali e della finale è lo stadio di Wembley a Londra.

Calendario Europei 2021: calendario, date, partite e gironi

C’è grande curiosità attorno a questi Europei, per la prima volta non disputati in uno o massimo due paesi (con quest’ultima formula che ha riguardato due delle ultime tre edizioni). La sensazione è che ne vedremo delle belle, con tante squadre attrezzate per la vittoria finale e qualche possibile outsider.

Agli Europei 2021 sarà presente anche un arbitro sudamericano

Nell’analizzare la prima fase di Euro 2021, il Girone B si annuncia come particolarmente equilibrato. Spicca il Belgio, chiamato alla consacrazione definitiva visti i numerosi talenti di cui dispone. Le altre tre squadre sono Danimarca, Finlandia e Russia: formazioni che possono dare vita ad un raggruppamento in cui le sorprese potrebbero essere all’ordine del giorno.

Euro 2021, il calendario del Girone B

12 giugno

Ore 18.00 – Danimarca-Finlandia (Copenaghen)

Ore 21.00 – Belgio-Russia (San Pietroburgo)

16 giugno

Ore 15.00 – Finlandia-Russia (San Pietroburgo)

17 giugno

Ore 18.00 – Danimarca-Belgio (Copenaghen)

21 giugno

Ore 21.00 – Russia-Danimarca (Copenaghen)

Ore 21.00 – Finlandia-Belgio (San Pietroburgo)

Euro 2021

Danimarca

Nell’analisi del Girone B di Euro 2021 partiamo dalla Danimarca, Nazionale in grado di scrivere una delle pagine più clamorose nella storia degli Europei aggiudicandosi l’edizione del 1992. La compagine danese ha chiuso il suo girone di qualificazione al secondo posto alle spalle della Svizzera, non rimediando neanche una sconfitta. Segnale evidente grande solidità ed efficacia, da confermare nella fase finale degli Europei.

La Danimarca sta vivendo un momento d’oro

La formazione allenata da Kasper Hjulmand ha le carte in regola per giocarsi fino alla fine l’accesso al turno successivo, pur non partendo tra le favorite del girone. Un pronostico che può ribaltare contando in particolare su alcuni interpreti di qualità. Su tutti Christian Eriksen, leader e trascinatore in Nazionale che negli ultimi mesi si è ritagliato uno spazio importante anche nell’Inter. Da tenere d’occhio Andreas Skov Olsen, protagonista di una buona stagione al Bologna e reduce da 2 gol e 2 assist nelle ultime 2 gare di qualificazione ai prossimi Mondiali.

Danimarca (4-2-3-1): Schmeichel; Mahele, Christensen, Kjaer, Wass; Hojbjerg, Delaney; Skov Olsen, Eriksen, Braithwaite; Wind

Finlandia

La compagine scandinava è una vera e propria Cenerentola della manifestazione, essendosi qualificata agli Europei per la prima volta nella sua storia. L’exploit è riuscito piazzandosi al secondo posto nel Gruppo J alle spalle dell’Italia, finendo davanti a Nazionali più blasonate come Grecia e Bosnia. Un traguardo voluto fortemente e giocando senza tanti tatticismi, come conferma l’assenza di pareggi nel percorso dei finlandesi.

La Finlandia vince in Francia e si prepara ai prossimi Europei

Osservando il Girone B di Euro 2021, la Finlandia appare in partenza come la meno attrezzata delle quattro. Dalla Scandinavia però arrivano spesso sorprese incredibili, come l’Islanda che nell’edizione del 2016 è arrivata fino ai quarti di finale. L’elemento di maggior spessore della Finlandia è Teemu Pukki, capocannoniere del girone di qualificazione con 10 gol e capace a suon di reti di riportare il Norwich in Premier League. Importante anche il contributo tra i pali di Jesse Joronen, negli ultimi due anni titolare a Brescia con buoni risultati.

Finlandia (4-4-2): Joronen; Hamalainen; Arajuuri, Toivio, Raitala; Lod, Kamara, Kauko, Alho; Pukki, Pohjanpalo

Belgio

Un’occasione più che ghiotta per spiccare il volo. Può essere questo il mantra del Belgio in vista di Euro 2021, dato che ci arriva dopo un girone di qualificazione con i fiocchi e presentando una rosa che vanta una serie di talenti come mai era capitato nella storia di questo paese. Nel Gruppo I la compagine belga ha fatto l’en plein di vittorie, segnando 40 gol e subendone appena 3.

Storie degli Europei: da Panenka a Totti, la storia del cucchiaio

Un percorso che non lascia dubbi sulle possibilità della Nazionale di Roberto Martinez, chiamata finalmente a tradurre queste aspettative in risultati dopo aver solo accarezzato una grande conquista con il terzo posto all’ultimo Mondiale. Nella schiera di talenti del Belgio, il più cristallino è senza dubbio Kevin De Bruyne: attualmente, il miglior centrocampista d’Europa. Un suo possibile exploit tra Champions League con il Manchester City ed Europeo con il Belgio potrebbe inserirlo tra i candidati più credibili per il prossimo Pallone d’Oro. In avanti, spazio al carisma e alla strapotenza fisica di Romelu Lukaku: l’uomo in più dell’Inter di Antonio Conte, capace di vincere lo scudetto dopo 9 anni di dominio della Juventus.

Belgio (3-4-2-1): Courtois; Vertonghen, Alderwireld, Vermaelen; Meunier, Dendoncker, Tielemans, Hazard; Mertens, De Bruyne; Lukaku

Russia

La panoramica per quanto riguarda il Girone B si chiude con la Russia, inserita nel girone di qualificazione del Belgio e arrivata ad Euro 2021 da seconda in classifica in questo raggruppamento. In due scontri diretti con la Nazionale di Roberto Martinez si sono chiusi con altrettante sconfitte: un doppio k.o. che può essere vendicato già nella prima fase dell’Europeo.

Euro 2021, dove vedere le partite: orari diretta tv e streaming

La compagine sovietica, ipotizzando che il Belgio si aggiudicherà il primo posto, può giocarsi l’altra posizione valida per il passaggio del turno con Danimarca e Finlandia. Un risultato nelle corde della Nazionale di Stanislav Čerčesov, reduce da un buon Mondiale casalingo chiuso ai quarti di finale. I due giocatori sui quali il popolo russo ripone le maggiori speranze in vista di Euro 2021 sono l’attaccante Artëm Dzjuba (bomber delle qualificazioni con 9 gol e marcatore principe dello Zenit) e il centrocampista offensivo Aleksey Miranchuk, che ha dato buone risposte quest’anno con la maglia dell’Atalanta.

Russia (3-4-2-1): Shunin; Kudryashov, Dzhikiya, Semenov; Mario Fernandes, Kuzyaev, Ozdoev, Zhirkov; Golovin, Miranchuk; Dzyuba

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti