In nazionale per caso: l’Argentina scopre Emiliano Martinez

Dall’anonimato di Londra alla vittoria in Copa America: Emiliano Martinez è una delle stelle dell’Argentina che affronterà il Paraguay verso Qatar 2022

Negli ultimi decenni la nazionale argentina ha fatto parecchio fatica nel trovare un portiere affidabile. Anzi, spesso a Buenos Aires e dintorni il tema dell’estremo difensore della Seleccion torna ciclicamente di moda. O, forse, sarebbe meglio utilizzare il verbo al passato.

LEGGI ANCHE: Mondiali 2022, qualificazioni Conmebol: risultati, classifica e dove vederle in tv

Infatti, da qualche tempo i pali dell’Albiceleste sono stati finalmente blindati grazie a Emiliano Martinez. Il portiere dell’Aston Villa difende la porta dell’Argentina da pochi mesi e già è diventato insostituibile. Nessuno, nemmeno tra le nuove leve, al momento può insidiarne posto e leadership.

Emiliano Martinez, l’Argentina per caso

L’approdo del ‘Dibu’ Martinez in nazionale è stato totalmente casuale. Infatti, la prima convocazione ufficiale risale alla fine dello scorso mese di maggio, quando il numero uno dei Villans venne chiamato da Scaloni e mandato subito nella mischia durante una amichevole contro il Cile.

LEGGI ANCHE: In Sudamerica, il Brasile ha scritto un primato storico

La risposta fu immediata e così il commissario tecnico, intelligentemente, decise di investirlo subito dei galloni da titolare. Una bella novità, se consideriamo le difficoltà ataviche dell’Argentina a trovare un valido interprete del ruolo.

LEGGI ANCHE: Italia-Argentina, la ‘Supercoppa’ fra Europa e Sudamerica: quando e dove si gioca

Martinez ha vinto da protagonista la Copa America di questa estate, regolando in finale il Brasile dopo aver battuto ai rigori la Colombia nel match successivo. Lì ‘Dibu’ si è superato, parando addirittura tre tiri dagli undici metri e diventando, insieme a Messi, uno degli eroi nazionali.

L’esplosione improvvisa

La storia di Emiliano Martinez è abbastanza particolare: acquistato dall’Arsenal nel 2011, il portiere argentino non ha mai trovato spazio nei Gunners finendo ogni anno in prestito, in giro per l’Inghilterra. Nel 2019 è rimasto a fare il secondo di Leno, poi l’Aston Villa – alla ricerca di un portiere – ha puntato su di lui.

LEGGI ANCHE: Premier League 2021/2022: risultati e classifica

Scommessa vincente, perché l’ex Independiente è stato il miglior portiere della scorsa Premier League, inanellando una valanga di cleen sheet mixate con parate di grandissimo livello. Per questo Scaloni ha deciso di convocarlo, trovandosi quasi per caso in squadra uno dei migliori numeri uno del momento.

Classe 1992, uomo tanto riservato fuori dal campo quanto provocatorio al suo interno. La stampa argentina ha raccontato che, prima di giocare contro il Brasile, ‘Dibu’ ha organizzato una live su Twitch per giocare a Call of Duty: “Giocare mi aiuta a rilassarmi – ha dichiarato – prima della finale ho completato qualche mappa e alla partita sono arrivato in uno stato mentale straordinario”.

Questa notte l’Argentina giocherà in Paraguay: dopo le vicende di settembre legate a presunte quarantene non fatte, la Seleccion riavrà il suo leader tra i pali.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI