Perché Donnarumma sta facendo panchina al PSG

Donnarumma non ha iniziato la stagione al meglio al PSG: in panchina quasi sempre, pare destinato a un anno da riserva di Navas. Cosa sta succedendo all’ex-milanista?

Leggi anche | Stipendio Donnarumma: quanto guadagna al Psg

La scorsa estate era arrivato a Parigi con tutti i crismi del campionissimo: miglior giocatore dell’Europeo, ennesima superstar aggiunta alla rosa del Paris Saint-Germain, 7 milioni netti a stagione per cinque anni. Gianluigi Donnarumma sembrava essersi ormai consacrato come il numero 1 dei numeri 1 al mondo, pronto all’affermazione anche nel calcio per club, dopo gli anni al Milan.

Invece le cose non stanno andando affatto come il portiere azzurro e il suo procuratore Mino Raiola avevano pianificato. Su 7 partite già disputate dal PSG in questa stagione, Donnarumma ha visto il campo per appena 90 minuti, venendo relegato in panchina altre tre volte e restando addirittura in tribuna in due occasioni.

La panchina di Donnarumma

Leggi anche | Bianchessi (scopritore Donnarumma): “Merita il Pallone d’Oro”

La partita di ieri sera, l’esordio stagionale in Champions League dei parigini contro il Club Brugge, ha visto il numero 1 della Nazionale collezionare la sua terza panchina dall’inizio dell’annata calcistica. Un brutto colpo, non solo perché sarebbe potuta essere la prima partita in assoluto di Gigio nella massima competizione europea per club, ma anche perché in contemporanea a Liverpool il suo Milan portava a casa una buona prestazione con Calabria titolare con al braccio la fascia da capitano che fino a pochi mesi fa era stata sua.

 

Per adesso, Donnarumma ha giocato una sola partita col PSG, sabato scorso in Ligue contro la neopromossa Clermont, match conclusosi con una comoda vittoria per 4-0 per gli uomini di Pochettino. Certo, la scorsa stagione è stata lunga, e l’ex-portiere del Milan si era guadagnato un po’ di vacanze, aggregandosi al suo nuovo club con più calma: in questo modo ha saltato gran parte della preparazione estiva, e non poteva essere pronto per l’inizio della stagione.

Leggi anche | Hakimi, Sergio Ramos, Donnarumma, Messi: come giocherà il PSG?

È ciò che ha detto anche Roberto Mancini nell’ultimo raduno della Nazionale, dicendo che lo scarso utilizzo di Donnarumma nel PSG è dovuto solo al fatto di essere arrivato in squadra tardi. A fine agosto, comunque, Gigio dichiarava quali erano le sue aspettative: pur dicendo di rispettare Keylor Navas, specificava di essere a Parigi “per giocare”. Da allora, però ha fatto due panchine e appena una gara da titolare.

La dura sfida con Navas

Conquistarsi il posto tra i pali del PSG, però, non è cosa affatto facile. A dispetto dello scetticismo che spesso i tifosi riservano a Navas, l’attuale titolare dei parigini è un portiere estremamente stimato nell’ambiente del calcio. Non solo per le sue doti, ma anche per la sua forte personalità, che lo ha portato a diventare una colonna dello spogliatoio del PSG come prima lo era al Real Madrid.

Leggi anche | Donnarumma al PSG: quale futuro per Keylor Navas?

Non va dimenticato quanto fu difficile per Courtois, arrivando nel 2018 ai Blancos scalzando il costaricense, ambientarsi in squadra e trovare il sostegno dello spoglietoio madridista, tanto che Navas dovette essere ceduto l’estate seguente per andare incontro al belga. Donnarumma rischia di vivere una situazione simile, e dal canto suo Pochettino sembra maggiormente consapevole del peso di Navas per relegarlo in panchina con troppa fretta.

“Se Navas non commette qualche grosso errore, credo che Donnarumma non potrà far altro che restarsene in panchina” ha commentato oggi ai microfoni di Team Daily Jerome Alonzo, portiere del PSG tra il 2001 e il 2008. Anche perché, da questa stagione il costaricense ha rinsaldato la sua posizione nelle gerarchie parigine grazie anche all’arrivo di Sergio Ramos, suo grande amico dai tempi del Real.

Leggi anche | Quanti rigori ha parato Gigio Donnarumma in carriera?

Chiaramente è ancora presto per dare per spacciato Gigio: la stagione è lunga e le occasioni per lui ci saranno, considerata anche l’età di Navas. Ma se le aspettative erano quelle di arrivare a Parigi e trovarsi il posto garantito, Donnarumma avrà ormai già cambiato opinione. E ora, tutto dipenderà dalla sua pazienza.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!