HomeCalciomercatoTra il Milan e De Paul c'è l'ostacolo Raiola

Tra il Milan e De Paul c’è l’ostacolo Raiola

De Paul e il procuratore Mino Raiola trattano per un trasferimento lontano da Udine, ma proprio Raiola potrebbe rappresentare un problema in ottica di accordo col Milan

LEGGI ANCHE: Ilicic lascia l’Atalanta: Lazio, ma non solo, sul talento sloveno

Si anima la corsa al cartellino di Rodrigo De Paul, dopo l’ennesima eccellente stagione all’Udinese: il centrocampista argentino viene da un’annata da 9 reti e 10 assist in Serie A sembra ormai destinato a cambiare squadra, con il Milan in pole position.

Ma tra le due parti c’è un ostacolo non irrilevante: si tratta di Mino Raiola, recentemente divenuto il procuratore di De Paul e già scontratosi coi rossoneri proprio pochi giorni fa per l’affaire Donnarumma.

De Paul procuratore: l’accordo con Raiola

LEGGI ANCHE: Perché De Paul può essere un buon innesto per il Milan del futuro

Fino allo scorso gennaio, gli affari del centrocampista nativo di Sarandì erano gestiti dal connazionale Augustin Jimenez, che è anche procuratore dei talenti di Atletico Mineiro e Velez Sarsfield Matias Zaracho e Thiago Almada, oltre che di Angel Correa dell’Atletico Madrid. Poi, intorno a Natale, la Gazzetta dello Sport rivelò i contatti tra De Paul e Mino Raiola, con un accordo confermato il mese successivo dai francesi di Le10Sport.

Affidarsi a Raiola è stata una mossa di De Paul per riuscire a ottenere un buon trasferimento che lo potesse portare a giocare in Champions League. Il 27enne centrocampista argentino, all’epoca, era seguito in particolar modo da Inter e Juventus, mentre da qualche settimana sembra essere piuttosto il Milan la squadra maggiormente interessata a lui.

LEGGI ANCHE: Perché Giampaolo al Sassuolo sarebbe un’ottima idea per entrambi

Ma la trattativa sarebbe ora complicata proprio da Raiola, reduce da uno scontro con il Milan sul contratto di Donnarumma: il portiere non ha infatti rinnovato con i rossoneri (troppo onerose le richieste del giocatore e del procuratore) e adesso se ne andrà via a parametro zero. Gli attriti rimasti tra Raiola e Maldini potrebbero rendere difficile trovare un accordo, sebbene poco tempo prima il procuratore sia riuscito a convincere il Milan a rinnovare per un altro anno Ibrahimovic, altro suo assistito.

Le trattative per De Paul

Il 25 maggio, sul Corriere della Sera è uscita un’intervista al patron dell’Udinese Giampaolo Pozzo, che proprio in merito a Rodrigo De Paul ha specificato: “Noi non abbiamo necessità di vendere. Deciderà lui. Ma se volesse restare sono pronto a rivedere il suo contratto”. Tuttavia, l’argentino ha lasciato intendere che la sua intenzione sia di lasciare Udine già questa estate.

LEGGI ANCHE: Inzaghi e la Lazio ancora insieme: rinnovo ufficiale fino al 2024

Se l’ipotesi Milan dovesse rivelarsi impraticabile, Raiola potrebbe spingere il giocatore verso altri club, con la Juventus che così potrebbe tornare la favorita per il 10 dei friulani. Tuttavia, l’Udinese ha richieste ben precise: 40 milioni, che potrebbero anche crescere se dovesse fare bene in Copa America. Adesso, comunque, spetta a De Paul e al procuratore prendere una decisione.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti