HomeCalciomercatoVia Calhanoglu, il Milan punta Dani Ceballos

Via Calhanoglu, il Milan punta Dani Ceballos

Dani Ceballos sta per tornare al Real Madrid, ma potrebbe ripartire presto: il Milan osserva con interesse lo spagnolo, ora che Calhanoglu potrebbe lasciare

LEGGI ANCHE: Europei 2021, il torneo dell’Atalanta: già 4 i nerazzurri in gol

La necessità del Milan di aggiungere un elemento sulla trequarti si è fatta ancora più impellente dopo l’addio di Calhanoglu, e adesso i rossoneri stanno monitorando sia Ziyech che il più economicamente abbordabile Dani Ceballos.

Il grande vantaggio rappresentato dallo spagnolo è dato dagli ottimi rapporti tra il Milan e il Real Madrid, che ne detiene il cartellino, dopo le trattative per Theo Hernandez e Brahim Diaz e considerando anche la presenza di Ancelotti in panchina. Inoltre, il giocatore rientra da un prestito e i Blancos non sanno ancora bene come impiegarlo.

Dani Ceballos, un talento ancora in cerca della consacrazione

LEGGI ANCHE: Hakan Calhanoglu, 5 curiosità sul centrocampista turco

L’affermazione di Ceballos risale all’estate del 2017, quando venne nominato miglior giocatore dell’Europeo U21, nonostante la sconfitta della Spagna in finale contro la Germania. In quel momento, era ritenuto uno dei maggiori talenti del calcio mondiale, dopo che già era stato protagonista della conquista di un Europeo U19 nel 2015, al fianco di Marco Asensio e Borja Mayoral.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Daniel Ceballos Fernandez (@danifuli10)

L’exploit del 2017 gli valse il trasferimento per 16,5 milioni di euro al Real Madrid, che così lo strappò al Betis, club dov’era cresciuto e aveva fatto il suo debutto da professionista quando non aveva ancora 18 anni, nell’aprile del 2014. A dispetto della sua giovane età, al Real Ceballos trova spesso posto nella formazione titolare, e il suo minutaggio aumentò addirittura nella seconda stagione, nonostante il travagliato cambio di panchine tra Lopetegui, Solari e Zidane.

LEGGI ANCHE: Ancelotti al Real Madrid, la (non) scelta di Florentino Perez

Bloccato dall’abbondanza di talento a centrocampo, il Real Madrid lo ha mandato in prestito biennale all’Arsenal nel luglio 2019, dove era stato richiesto da Unai Emery, anche se poi finì con fare le cose migliori sotto la guida di Mikel Arteta. Con i Gunners ha giocato in tutto 77 partite, facendo una buona impressione ma senza però lasciare il segno nella maniera in cui ci si sarebbe attesi: sono 5 gli assist messi a segno in due stagioni, mentre solo 2 le reti segnate da Ceballos, di cui nessuna in Premier League.

Il punto sulle trattative

Prestito terminato e rientro alla Casa Blanca, ma con quali prospettive? Dani Ceballos ha 24 anni e probabilmente vorrebbe giocarsi le sue carte al Real Madrid, ma dovrà prima confrontarsi con Ancelotti: i Blancos hanno un centrocampo molto folto, ma anche alcuni elementi avanti con l’età (Modric) o da tempo in calo (Isco).

LEGGI ANCHE: Il mercato del Real Madrid passerà anche dalle decisioni sui prestiti

L’idea è che il Real potrebbe comunque cederlo senza grosse difficoltà, anche se non è ancora chiaro a che cifra, mentre il Milan sembrerebbe essere disposto ad accettare anche un prestito. L’ingaggio del giocatore è di 3 milioni di euro, che rappresentano una cifra abbordabile per i rossoneri.

Dani Ceballos, caratteristiche tecniche

Durante i suoi esordi al Betis, Ceballos veniva regolarmente schierato da ala sinistra, sfruttando la sua sua rapidità e la capacità di rientrare sul destro, dribblare e tirare. La sua grande levatura tecnica e la visione di gioco lo hanno portato a trasformarsi progressivamente in un trequartista centrale, ruolo in cui può mettere in mostra le sue doti da suggeritore alle spalle delle punte.

LEGGI ANCHE: Edu Vargas gol in Copa America: agganciato Batistuta nella classifica all time

Albert Celades, suo tecnico nell’U21 spagnola lo ha invece spesso utilizzato da centrocampista centrale, vedendo in lui un possibile erede di Iniesta, anche se poi il suo successore De la Fuente ha riproposto Ceballos trequartista. Grazie alla sua visione di gioco, alla tecnica e anche a un discreta stazza fisica (179 centimetri d’altezza), questo giocatore può essere efficacemente impiegato in più settori del campo.

Il vantaggio, per chi dovesse assicurarsene le prestazioni, sarebbe quindi quello di aver un giocatore tatticamente intelligente e capace di adattarsi a ruoli e moduli diversi. Dove deve migliorare, sicuramente, è nei numeri offensivi, visto che ha sempre segnato pochissimo.

LEGGI ANCHE: Europei 2021, Damsgaard da record: primo gol di un classe 2000

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti

Resta aggiornato con Telegram