HomeSerie ADa Graca, il bomber portoghese-siciliano della Primavera della Juventus

Da Graca, il bomber portoghese-siciliano della Primavera della Juventus

Marco Da Graca è il capocannoniere del campionato Primavera e uno dei talenti più interessanti delle giovanili della Juventus. Scopriamolo insieme

LEGGI ANCHE: Abbiamo finalmente una data per Juventus Napoli

Ancora in gol, con una doppietta nel 3-0 alla Fiorentina, e superata la doppia cifra nelle reti personali in stagione (11), che rinsaldano la posizione di miglior marcatore del campionato Primavera 1. Stiamo parlando di Marco Da Graca, uno dei prospetti più interessanti della Juventus.

Con il netto trionfo sui viola, la Juve torna a vincere dopo un digiuno di quattro partite (una sconfitta e tre pareggi), che in attesa delle altre partite del turno mette i giovani bianconeri in seconda posizione, a tre punti dalla Roma. Ma i riflettori oggi sono tutti puntati sull’attaccante Da Graca.

Da Graca, tra la Sicilia e Capo Verde

LEGGI ANCHE: Chi è Radu Dragusin della Juventus, difensore classe 2002

Di lui si è iniziato a parlare diffusamente a dicembre 2020, quando Andrea Pirlo ha scelto di portarlo in panchina per la sfida di Champions League contro la Dinamo Kiev. Nello stesso periodo è stato anche sette volte in panchina in Serie A e una seconda in Champions nella gara di ritorno col Barcellona. Poi, il 27 gennaio Pirlo si è deciso ha farlo esordire in prima squadra, giocando una manciata di minuti in Coppa Italia contro la Spal.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sportitalia TV (@sportitalia_official)

Marco Cosimo Da Graca è nato e cresciuto a Palermo, classe 2002, ma come si può intuire dal cognome il padre è un portoghese di Capo Verde, un’arcipelago ex-colonia lusitana al argo della costa occidentale dell’Africa.

LEGGI ANCHE: Come la Juventus è diventata un brand internazionale

Ha mosso i primi passi nella Polisportiva Calcio Sicilia, venendo notato all’età di 12 anni dal Palermo e trasferito al settore giovanile rosanero. Qui è stato osservato dalla Juventus, che infine lo ha acquistato e, dopo una stagione in prestito nel club siciliano, lo ha portato a Torino.

Nel frattempo, Da Graca ha scelto di rappresentare l’Italia, almeno adesso a livello giovanile: vanta infatti 8 presenze con l’U16 e ha già esordito nell’U18 allenata da Bernardo Corradi.

Da Graca, ruolo e caratteristiche

LEGGI ANCHE: Nicolò Fagioli potrebbe esordire con la Juventus in Coppa Italia

Nasce come ala sinistra, per via di un buono scatto e del promettente piede mancino, ma progressivamente Da Graca si è trasformato in una punta centrale, ruolo che gli riesce bene anche in virtù di un fisico robusto e dell’altezza (185 centimentri).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Cosimo da Graca (@marcodagraca)

Attaccante moderno e molto portato al gol, finora ha messo a segno 11 reti in 9 partite nel campionato Primavera 1,  e in tutto sono già 20 le sue reti in bianconero. Soprattutto, Da Graca sta dimostrando una grande maturità e, prima ancora di convincere Pirlo a convocarlo con la prima squadra, aveva fatto una buona impressione sul tecnico dell’U23 Lambero Zauli, che fin da ottobre gli ha fatto giocare alcuni minuti in Serie C.

LEGGI ANCHE: Cos’è il citomegalovirus che ha contratto Morata

Lo spazio nel reparto avanzato bianconero è decisamente poco, ma con Dybala e Morata al momento indisponibili, non è da escludere che Pirlo scelga ancora di portarsi dietro il 18enne in campionato, dandogli così l’opportunità di allenarsi ancora con il suo idolo Cristiano Ronaldo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Valerio Moggia
Valerio Moggia
Nato a Novara nel 1989, è il curatore del blog Pallonate in Faccia, ha scritto per Vice Italia e Rivista Undici, e collabora con la rivista digitale Linea Mediana.

Articoli recenti