HomeSerie ANicolò Fagioli potrebbe esordire con la Juventus in Coppa Italia

Nicolò Fagioli potrebbe esordire con la Juventus in Coppa Italia

Nella sfida di Coppa Italia contro la Spal, il tecnico della Juventus Pirlo potrebbe dare spazio a qualche giovane tra cui Fagioli: conosciamo meglio il giovane centrocampista bianconero

La Juventus punta sulla linea verde, per passare il turno in Coppa Italia e regalarsi la semifinale contro l’Inter. In vista del match contro la Spal valido per i quarti di coppa, Andrea Pirlo potrebbe fare un po’ di turnover per dare riposo a qualche elemento sfruttato eccessivamente nei recenti impegni ravvicinati. Possibile chance dunque per qualche ragazzo dell’Under 23 come Hamza Rafia, schierato agli ottavi col Genoa e autore del gol decisivo.

La sfida contro la Spal potrebbe invece coincidere con l’esordio in prima squadra per altri promettenti talenti bianconeri. Tra questi Nicolò Fagioli, centrocampista classe 2001 nonché uno dei prospetti migliori prodotto dal vivaio della Juventus negli ultimi anni. Un ragazzo tenuto sotto osservazione dalla prima squadra già da diversi anni.

Fagioli
Fonte: @nicolofagioli (Instagram)

Talento cristallino fin dai primi anni bianconeri

Nicolò nasce a Piacenza il 12 febbraio 2001 e muove primi passi a livello calcistico nella squadra della città. Si trasferisce in seguito alla Cremonese, mettendosi in mostra a tal punto da ricevere la chiamata della Juventus nell’estate del 2015. Un sogno che si avvera, dato che Nicolò ha da sempre il cuore bianconero (passione trasmessa dal padre e dal nonno).

Fagioli entra quindi nelle giovanili della Juventus e lo fa a gamba tesa, per l’impatto eccezionale che ha con la sua nuova realtà calcistica. Fin dai primi anni risulta uno dei migliori talenti bianconeri, come dimostra per esempio la stagione 2017/18. In campo con l’Under 17, metta a segno 12 gol in 22 partite e trascina la squadra alle finali scudetto (perse al penultimo atto contro l’Atalanta).

L’approdo in prima squadra, in attesa dell’esordio

Il rendimento di Fagioli non passa inosservato in prima squadra e soprattutto agli occhi di Massimiliano Allegri, che da sempre adora i giocatori bravi sul piano tecnico. Nell’estate del 2018, il mister bianconero decide di portarlo con sé nel ritiro estivo in programma negli Stati Uniti. Lo fa debuttare nell’amichevole contro il Bayern Monaco e, quando viene intervistato, ne elogia pubblicamente le doti.

Questo importante attestato di stima, tuttavia, non vale a Fagioli l’immediato esordio in prima squadra. Il ragazzo, nelle due stagioni successive, completa il suo percorso di formazione prima confermandosi in Primavera e poi venendo aggregato all’Under 23. Si tratta del suo esordio in un campionato professionistico difficile come la Serie C, dove Fagioli però si trova a suo agio. Nel frattempo dalla prima squadra prendono appunti e, in vista del match contro la Spal, salgono le sue quotazioni per quanto riguarda l’esordio con la Juve dei grandi.

Dove giocherebbe Fagioli nella Juventus di Pirlo

Fagioli è un trequartista, dotato di una grandissima visione di gioco e di una capacità incredibile di servire i compagni sempre con i giri contati. Un giocatore a cui piace incidere sulla manovra offensiva sia sul piano dei gol che degli assist, come confermano i suoi numeri in entrambi i sensi. Nel corso della sua giovane carriera ha giocato anche da regista, ricalcando il percorso del suo attuale allenatore Pirlo.

Proprio il ruolo di playmaker davanti alla difesa è quello che potrebbe riservagli Pirlo in Coppa Italia contro la Spal. Fagioli, comunque, è dotato di grande duttilità tattica e negli anni è stato impiegato anche come mezzala e come esterno offensivo. La conferma che, quando un ragazzo sa giocare a calcio, può esprimere le sue qualità in ogni zona del campo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Paolo Lora Lamia
Classe ’92, ho la vocazione del giornalismo sportivo fin dall’adolescenza. Adoro il calcio, la sua storia e una narrazione sportiva tesa ad emozionare più che a creare polemiche. Giornalista pubblicista dal 2019, cofondatore di Mondoprimavera.com, collaboratore presso Gruppo GEDI e La Giovane Italia e opinionista sportivo per Toscana TV. Ho un debole per il calcio inglese (e per il Liverpool in particolare).

Articoli recenti