HomeCalcio EsteroCosa dovete sapere sull'affare Cristiano Ronaldo - Real Madrid

Cosa dovete sapere sull’affare Cristiano Ronaldo – Real Madrid

Nonostante il contratto in scadenza nel 2022, Cristiano Ronaldo potrebbe lasciare la Juventus già la prossima estate: il Real Madrid lo attende

Qualche giorno fa, nella conferenza stampa prepartita di Real Madrid – Elche, Zinedine Zidane ha risposto ad alcune domande dei giornalisti riguardo il possibile ritorno in Castiglia di Cristiano Ronaldo. Zizou ha fatto capire che, sebbene non fosse quello il momento indicato per parlarne – anche, se non soprattutto, per rispetto verso la Juventus -, le porte del club per CR7 saranno sempre aperte.

LEGGI ANCHE: Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Cristiano Ronaldo in bilico?

Quello che tanti tifosi vogliono giustamente sapere è se, al momento, esiste una trattativa tra Cristiano Ronaldo e il Real Madrid. La risposta è no, ma dalla Spagna sono arrivate conferme di un colloquio informale tra Jorge Mendes e Florentino Perez. Non si conosce ufficialmente l’oggetto della discussione, ma è facile intuirlo perché non è un mistero di come le due parti, nel 2018, si siano lasciate.

Cristiano Ronaldo
Fonte: profilo ufficiale Instagram @cristiano

Ronaldo ha scritto un pezzo di storia del Real e Perez, contrariamente a quello che sta avvenendo per esempio con Sergio Ramos, è in buoni rapporti con il calciatore e il plenipotenziario agente. Se dovessero esserci sviluppi, quindi, la possibilità di rivederlo a Madrid potrebbe diventare sempre più concreta.

LEGGI ANCHE: Cristiano Ronaldo, il fallo su Cragno in Cagliari-Juve

Anche perché, e questo va sottolineato, di recente i tifosi della Juventus stanno diventando un po’ insofferenti agli atteggiamenti di CR7, a sua volta molto nervoso come testimoniato dalla polemica esultanza di Cagliari. I fatti, però, dicono che con l’asso portoghese la Juventus è uscita due volte agli ottavi di finale e una volta ai quarti di Champions League. Un fallimento? Gli si può dare il nome che si vuole, di certo non c’è da festeggiare.

LEGGI ANCHE: Zidane ha parlato del possibile ritorno di Cristiano Ronaldo a Madrid

Dalla Spagna: il Real ha altre priorità

Nella conferenza stampa di presentazione di Real Madrid – Atalanta, Zidane è tornato sull’argomento Cristiano Ronaldo: “Lo conosciamo bene, per me allenarlo è stata una fortuna – ha detto il francese – ora gioca per la Juventus, noi faremo quello che dobbiamo fare e poi si vedrà“. Spiraglio? Sì e no. Sì, perché è chiaro che, qualora le situazioni dovessero incastrarsi, i merengues sarebbero la destinazione prescelta dal portoghese.

No, invece, perché secondo Diario As Florentino Perez vorrebbe continuare nell’opera di svecchiamento della rosa. Ergo, se davvero dovessero esserci tanti soldi a disposizione da spendere, il sacrificio economico verrà fatto su un profilo differente, probabilmente uno tra Haaland o Mbappé. Il che sarebbe logico, anche se poi il cuore – come dice una famosa citazione – conosce ragioni che la stessa ragione non conosce.

LEGGI ANCHE: Quanto costa Ronaldo alla Juventus

D’altro canto, c’è un dato impressionante che dovrebbe spingere la dirigenza spagnola almeno a pensare a un possibile ritorno del calciatore in quella che è stata la sua casa per tanti anni: dopo la partenza di Cristiano Ronaldo, il Real Madrid ha investito 304 milioni di euro per rinforzare il proprio attacco e, mentre il portoghese si dirigeva verso la tripla cifra di gol in bianconeri, i suoi sostituti hanno segnato meno di 40 reti.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano)

LEGGI ANCHE: Dove vedere Real Madrid-Atalanta di Champions League in tv e streaming

Quanto costa Cristiano Ronaldo

A margine, andrebbe anche stabilito un prezzo di base per il quale la Juventus potrebbe decidere di liberarsene. Il contratto in scadenza 2022, infatti, obbligherebbe Mendes a portare almeno un’offerta, ma si sa che una delle condizioni poste da Cristiano Ronaldo al momento della firma riguarda il pieno potere decisionale sul proprio futuro. Ovvero, se vuole andarsene la Juventus non può farci nulla.

LEGGI ANCHE: Champions, fallimento Juventus: le tappe, da Ronaldo al Porto

Cedendolo, i bianconeri libererebbero un bel po’ di spazio salariale, visto che il campione lusitano attualmente percepisce 31 milioni di euro netti a stagione, pagati con l’ausilio di alcuni sponsor ma comunque soldi che impegnano in maniera economicamente importante la società. Ragionamenti che andranno fatti, in attesa di capire come finirà la stagione e cosa pensa di questa situazione il calciatore stesso. Da lì in poi, decriptarne il futuro potrebbe essere più semplice.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti