HomeSerie ACristiano Ronaldo, il fallo su Cragno in Cagliari-Juve

Cristiano Ronaldo, il fallo su Cragno in Cagliari-Juve

Fa discutere l’episodio controverso tra Cragno e Ronaldo in Cagliari-Juventus: cosa dice il regolamento?

La partita tra Cagliari e Juventus è stato uno dei piatti forti dell’ultimo weekend di campionato. A spuntarla sono stati i bianconeri grazie a una prestazione super di Cristiano Ronaldo, che però pochi minuti dopo il primo dei tre gol segnati si è reso protagonista di un brutto episodio di gioco.

LEGGI ANCHE: Partite di oggi in tv: a che ora e dove vedere

Il portoghese, seppure involontariamente, ha procurato un infortunio Cragno abbastanza preoccupante, che ha costretto lo staff sardo a intervenire immediatamente per medicare il portiere del Cagliari, rimasto a terra a causa di una ferita molto profonda causata dallo scontro con il campione portoghese dei bianconeri.

infortunio cragno
Fonte: Instagram: @alecragno28

Cragno, lo scontro con Cristiano Ronaldo: cosa è successo

Tutto è successo dopo 14 minuti di gioco, quando Cristiano Ronaldo si è avventato a gamba tesa su un pallone in area piccola colpendo in faccia il portiere avversario. L’infortunio Cragno, visibilmente sanguinante sul mento, ha costretto l’arbitro a fermare il gioco per consentire la medicazione del calciatore, rimasto poi in campo con un’evidente benda nella parte sottostante della bocca.

Ronaldo si è subito reso conto della situazione e ha richiamato all’attenzione Calvarese, che dopo un conciliabolo e le proteste dei calciatori del Cagliari ha estratto un cartellino giallo all’indirizzo del portoghese. Cragno, visibilmente intontito, ci ha messo un po’ a rialzarsi per poi dare l’ok al direttore di gara, che ha così fatto riprendere il match.

Infortunio Cragno, tempi di recupero

Dopo la partita l’infortunio Cragno è stato valutato più a fondo ma al momento da Cagliari non filtrano novità. Di certo sarà stato opportuno apporre una nuova medicazione cercando di capire se, eventualmente, era il caso di ricorrere a qualche punto di sutura.

LEGGI ANCHE: Alessio Cragno, il Cagliari ha il suo supereroe

Tecnicamente però non dovrebbe essere una situazione così grave da far valutare allo staff uno stop forzato in vista delle prossime partite. Quindi, a oggi, è molto probabile che Cragno difenderà i pali dei sardi nel delicato spareggio salvezza di domenica prossima, con i rossoblu di Semplici che faranno visita allo Spezia.

Scontro Ronaldo-Cragno, cosa dice il regolamento?

Secondo Calvarese non c’era condotta violenta nell’intervento di Ronaldo su Cragno e, proprio per questo motivo, il gesto è stato punito solamente con un cartellino giallo. Nei fatti, però, l’entrata è stata molto pericolosa e forse sarebbe dovuta essere valutata differentemente.

Il regolamento, infatti, in questi casi è chiaro:

“Un tackle o un contrasto che mette in pericolo l’incolumità di un avversario o commesso con vigoria sproporzionata o brutalità deve essere sanzionato come grave fallo di gioco. Qualsiasi calciatore che, in un contrasto per il possesso del pallone, colpisca un avversario da davanti, di lato o da dietro, utilizzando una o entrambe le gambe, con vigoria sproporzionata o che metta in pericolo l’incolumità di un avversario, si rende colpevole di un grave fallo di gioco”.

Il presidente del Cagliari, Tommaso Giulini, non ha preso affatto bene la direzione arbitrale: “Il regolamento parla chiaro: se si mette a rischio l’incolumità del portiere va estratto il rosso”. Le polemiche, insomma, sono destinate a durare per parecchio tempo.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!

Avatar
Andrea Bracco
Cuneese, ha fondato il primo sito di calcio sudamericano in Italia e collaborato con diverse realtà editoriali di importanza nazionale, come Ultimo Uomo e Rivista Undici. Liga e Sudamerica le sue stelle polari, il calcio minore la sua debolezza.

Articoli recenti