Conte al Manchester United, non tutti sono d’accordo

L’opzione Conte al Manchester United è più di una fantasia, riportano gli esperti inglesi, con i Red Devils che a breve potrebbe ricorrere a un cambio in panchina.

Leggi anche | Il Manchester United ha un (oggettivo) problema con la scelta dei difensori

Il 5-0 subito in casa dal Liverpool potrebbe segnare ormai la rottura del rapporto tra il Manchester United e il suo allenatore Ole Gunnar Solskjaer: un punto nelle ultime quattro partite, con la vittoria che manca dal 19 settembre, nonostante una campagna estiva costata 140 milioni di euro per i giocatori in entrata.

Lo spogliatoio ha ormai abbandonato il tecnico norvegese, ritenuto non all’altezza per condurre la squadra a vincere un titolo in questa stagione, come del resto non è riuscito a fare nemmeno nelle precedenti tre, perdendo addirittura una clamorosa finale di Europa League lo scorso maggio contro il Villarreal.

Solskjaer, Conte e Manchester United

Leggi anche | Stipendi Manchester United, quanto vale il monte ingaggi dei Red Devils

A riportarlo sono Fabrizio Romano e Jamie Jackson sul Guardian, citando fonti interne al gruppo dei giocatori dello United, che depingono un quadro di grande scetticismo attorno all’ex-allenatore del Molde, arrivato a dicembre 2018 a sostituire José Mourinho.

L’approdo di Solskjaer era stato visto come un ritorno alle origini, assumendo in panchina uno dei pupilli in campo di Sir Alex Ferguson. Ma in questi anni alla guida dei Red Devils, nonostante i grossi investimenti fatti, la squadra non è mai riuscita a esprimere un gioco convincente e continuo, e neppure a ottenere risultati apprezzabili.

Leggi anche | Chi è Ole Gunnar Solskjaer

L’esonero sembra ormai alle porte, vista l’incapacità del norvegese di riuscire a tenere unito lo spogliatoio sotto la sua gestione, e il nome in pole position è proprio quello di Antonio Conte, attualmente disoccupato dopo aver lasciato l’Inter alla fine della scorsa stagione. Il pugliese ha già allenato in Inghilterra tra il 2016 e il 2018, sulla panchina del Chelsea.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Secondo il quotidiano britannico, tra Conte e i Red Devils non ci sarebbe stato ancora nessun contatto ufficiale, ma il tecnico italiano sarebbe anche disposto a subentrare a stagione in corso (cosa che non ha mai amato, avvenuta solo a Bari nel 2008 e a Bergamo nel 2009), ma vorrebbe prima che gli venissero garantite massima libertà decisionale non solo sul piano tecnico ma anche riguardo al mercato.

Conte Manchester United: un accordo che piace poco

Leggi anche | Solskjaer, frecciatina a Klopp sui rigori: “Condiziona gli arbitri”

L’idea di Conte al Manchester United, tuttavia, non convince molto gli opinionisti inglesi. Gary Neville, ex-bandera dei Red Devils, è stato finora il più esplicito sull’argomento: “È un grande allenatore, ma non credo che Conte possa adattarsi allo United. Dubito che sceglieranno lui”.

Le motivazioni dietro alle parole di Neville sono più o meno le stesse espresse anche dal suo collega Jamie Carragher, storico difensore del Liverpool: “La dirigenza è terrorizzata all’idea di cambiare, puntando su un tecnico rinomato ma che non conosce l’ambiente, come già avvenuto con Van Gaal e Mourinho”.

Leggi anche | Perché i tifosi della Roma hanno manifestato contro Solskjaer

Critico anche un’altra leggenda mancuniana, il danese Peter Schmeichel: “Potete dire che è un allenatore geniale, ma non è mai rimasto nella stessa squadra per più di un paio d’anni. Non siamo quel tipo di club“. L’idea delle vecchie glorie del Manchester United, quindi, sarebbe quella di puntare su qualcuno disposto ad avviare un progetto sul lungo periodo come fu quello di Ferguson, e per questo supportano ancora la permanenza del loro ex-compangno di squadra Solskajer.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI