Perché i tifosi della Roma hanno manifestato contro Solskjaer

Striscioni a Trigoria contro alcune frasi infelici del manager norvegese: i tifosi della Roma contestano Solskjaer

A poche ore dal fischio di inizio della semifinale di andata di Europa League tra Manchester United e Roma, i tifosi giallorossi hanno deciso di accendere la sfida radunandosi fuori da Trigoria per caricare la squadra. Inoltre, alcuni fan del club capitolino hanno affisso fuori da Trigoria dei manifesti raffiguranti la faccia di Ole Gunnar Solskjaer, manager dei Red Devils.

LEGGI ANCHE: Raiola guarda al calcio femminile: accordo con Barbara Bonansea

Il motivo? Alcune dichiarazioni dello stesso Solskjaer rilasciate a caldo dopo la bella vittoria dei quarti di finale contro il Granada: “Devo essere sincero – disse il norvegese a BT Sportnon li conosco e non li ho mai visti giocare“. Un affronto che al popolo romanista non è andato giù: Trigoria, per qualche ora, si è colorata di giallorosso e sono stati fatti cori contro il Manchester United e lo stesso manager: “Fate in modo che si ricordi di noi”, è il messaggio lanciato.

solskjaer
Fonte immagine: @STOCALCIO1 (Twitter)

Solskjaer sulla Roma: “Sarà sfida vera”

Solskjaer ha poi continuato la sua intervista dicendo che, secondo lui, l’incrocio contro la Roma sarebbe comunque stato molto pericoloso, perché affrontare una squadra italiana non è mai semplice e quindi il Manchester United dovrà fare molta attenzione a non sottovalutare l’avversario. Peraltro, il manager norvegese ha anche aggiunto che il pericolo maggiore per i suoi sarà rappresentato da Edin Dzeko.

LEGGI ANCHE: Che cos’è l’intrigo tra il fondo CVC e la Superlega

“Noi non vediamo comunque l’ora di giocare questa partita. Sappiamo – ha concluso Solskjaer – che la Roma difende bene in perfetto stile italiano, Dzeko in area può darci fastidio ma gli stimoli non ci mancano: vogliamo fortemente vincere il trofeo e, per farlo, ci serve passare il turno per arrivare in finale”.

LEGGI ANCHE: Di Maria, Olsen e tanti altri: storie dei calciatori derubati

Finire questa stagione con un titolo sarebbe un’ottima conclusione, ma la Roma – che purtroppo non potrà contare sull’apporto del suo caldissimo tifo – è una squadra che ha già dimostrato di avere un forte dna europeo. Saranno quindi 180 minuti di fuoco, in attesa capire chi si andrà a giocare la coppa a fine maggio in quel di Danzica.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!