HomeChampions LeagueChelsea-Porto, analisi del quarto di Champions League

Chelsea-Porto, analisi del quarto di Champions League

Chelsea Porto è uno dei quarti di finale di Champions League, sorteggiato dall’urna di Nyon: ecco l’analisi delle due squadre.

Chelsea e Porto si sfideranno in una delle gare valevoli per i quarti di finale di Champions League. Una sfida tra due delle outsider più interessanti di questo torneo, una delle quali inevitabilmente staccherà un biglietto per le semifinali, un traguardo forse inatteso a inizio stagione.

LEGGI ANCHE: Barrow, l’agente: “Mercato? Tutto fermo, a Bologna sta da Dio”

Le due squadre vengono da due vittorie di prestigio negli ottavi di finale. Il Porto ha eliminato a sorpresa la Juventus grazie alla punizione nei supplementari di Sergio Oliveira. Il Chelsea ha eliminato l’Atletico Madrid con due vittorie, 1-0 all’andata e 2-0 al ritorno. Ora le due squadre si incroceranno in un confronto davvero interessante.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Chelsea FC (@chelseafc)

Chelsea Porto: i precedenti

Le due squadre si sono incrociate in Champions League nell’edizione 2015-2016. Durante la fase a gironi, il match d’andata in Portogallo terminò 2-1 per i padroni di casa, il ritorno 2-0 per gli inglesi. Sulla panchina del Chelsea c’era allora il grande ex José Mourinho, campione d’Europa col Porto.

La storia tra le due squadre è fatta di grandi intrecci. Su tutti l’allenatore portoghese naturalmente, ma anche molti calciatori che hanno vestito le maglie dei due club, come Ricardo Carvalho, Paulo Ferreira e Deco.

LEGGI ANCHE: Real Madrid Liverpool, analisi del quarto di Champions

Un altro incrocio tra le due squadre risale alla Champions League 2009-2010, ancora fase a gironi. Quella volta il confronto terminò con una doppia vittoria degli inglesi per 1-0.

Sfida inedita dunque nella fase finale della massima competizione europea per le due squadre.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FC Porto (@fcporto)

Chelsea-Porto: la stagione degli inglesi

L’annata dei londinesi è stata a dir poco frenetica, con l’addio di Lampard e l’approdo di Thomas Tuchel lo scorso gennaio. L’approdo a Stanford Bridge del tecnico tedesco ha dato una netta sterzata alla stagione del Chelsea, rilanciando i blues in campionato e conquistando l’accesso ai quarti di Champions League.

In Europa comunque anche Lampard ha fatto molto bene, passando il girone al primo posto con 14 punti. Dopo lo 0-0 iniziale in casa col Siviglia, gli inglesi il Krasnodar e due volte il Rennes. Poi il sorprendente trionfo 0-4 a Siviglia e l’indolore pareggio interno con i russi hanno regalato il primo posto ai blues.

LEGGI ANCHE: Ajax, come gioca l’avversaria della Roma

Negli ottavi l’urna di Nyon non è stata clemente, ma il Chelsea ha archiviato con relativa tranquillità la pratica Atletico, vincendo all’andata in Spagna con una bellissima rovesciata di Giroud e superando gli iberici 2-0 in casa al ritorno con le firme di Ziyech ed Emerson.

La stagione del Chelsea è ora a un giro di boa. Il sorteggio contro il Porto apre una golosa finestra sule semifinali di Champions League, mentre in campionato la corsa al quarto posto è vivissima, con i londinesi al momento quarti a 51, davanti di 3 punti al West Ham e di 5 al Liverpool.

Chelsea Porto: la stagione dei portoghese

La Champions League sta diventando l’ancora di salvezza di quest’annata per i lusitani. In campionato l’andamento è stato scostante, perdendo di vista presto la fuga solitaria dello Sporting Lisbona al primo posto. L’obiettivo ora è il secondo posto e la qualificazione in Champions e la squadra di Conceicao sta battagliando con Braga e Benfica per ottenerlo. Ad oggi il Porto è avanti di un punto al Braga e di tre al Benfica, quindi la lotta è serratissima.

Le notti europee stanno dando più soddisfazioni ai Dragões. Un girone passato in scioltezza, con 13 punti alle spalle dello schiacciasassi City. L’esordio in Champions è stato negativo, con la sconfitta in Inghilterra, poi la vittoria con l’Olympiacos e le due col Marsiglia hanno rilanciato i portoghesi. Lo 0-0 casalingo col City e lo 0-2 ad Atene hanno regalato infine ai lusitani gli ottavi.

LEGGI ANCHE: Totti, i dieci gol più belli della sua carriera

Poi l’impresa con la Juventus, con la vittoria 2-1 in casa e il rocambolesco 3-2 a Torino, col gol su punizione nei supplementari di Oliveira a regalare un’inattesa qualificazione. Ora il Porto non vuole fermarsi, vuole continuare a sognare e il sorteggio, tutto sommato, gli consente di farlo.

Le formazioni di Chelsea Porto

Chelsea (3-4-2-1): Mendy; Azpilicueta, Zouma, Rüdiger; James, Kanté, Kovacic, Alonso; Ziyech, Havertz; Werner. Allenatore: Tuchel

Porto (4-4-2): Marchesin; Manafa, Mbemba, Pepe, Zaidu; Corona, Oliveira, Uribe, Otavio; Marega, Taremi. Allenatore: Conceicao

Articoli recenti