5 centrocampisti per l’Italia del futuro

L’Italia di Mancini è alle prese con i soliti problemi d’infortuni, specialmente a centrocampo: meglio iniziare a pensare al futuro, con le possibili new entry nella rosa azzurra.

Leggi anche | Infortunio Barella | quando rientra | tempi di recupero

L’infortunio di Barella nel derby è l’ennesima tegola che si abbatte sul ct Roberto Mancini in vista delle prossime delicatissime sfide di qualificazioni ai Mondiali. L’assenza del centrocampista dell’Inter si somma infatti a quella di un altro importante elemento come Verratti.

L’Italia deve allora iniziare a pensare a possibili sostituti, guardando in particolare ai nuovi nomi della Serie A. Innesti giovani nella futura mediana azzurra potrebbe essere fondamentale per garantire continuità di rendimento a quello che è il reparto di maggior talento della Nazionale. Ecco qualche suggerimento.

5 giovani centrocampisti per l’Italia di Mancini

Leggi anche | Milan-Torino è anche Tonali contro Pobega: presente e futuro rossonero

Tommaso Pobega

Il nome oggi più interessante è quello della mezzala del Torino, esploso nella scorsa stagione allo Spezia e attualmente di proprietà del Milan. “È un giocatore fisico, tecnico e ha un buon mancino. Può fare sia il palleggiatore che il centrocampista d’attacco, è giovane e intelligente” ha detto Mancini in conferenza stampa, commentando la convocazione del 22enne triestino.

pobega torino
Fonte: Insidefoto

Fisico longilineo, caratteristiche da tipico box-to-box, capace di aiutare la manovra sia a livello difensivo che offensivo, Pobega sta maturando ulteriormente in questa stagione, sotto la guida di Ivan Juric. Per lui già 9 presenze, 2 gol e 1 assist, all’inseguimento del record della scorsa stagione (6 reti e 3 assist in 20 partite).

Davide Frattesi

Ha parlato anche del centrocampista del Sassuolo, il ct dell’Italia, non lesinando complimenti per il ragazzo cresciuto nella Primavera della Roma. Gli emiliani ci hanno scommesso quando non aveva ancora 18 anni, arrivando a spendere ben 5 milioni per lui, e ora dopo una lunga gavetta il classe 1999 sta consacrandosi in A.

Leggi anche | Gol e grandi prestazioni, Frattesi è l’ennesimo rimpianto della Roma

8 gol e 2 assist l’anno scorso, con un’annata da assoluto protagonista in Serie B al Monza. Dionisi se l’era trovato come avversario, e adesso che ce l’ha in squadra lo sta facendo rendere al massimo: Frattesi si è conquistato un ruolo centrale nel Sassuolo, di cui è il motore della mediana e ha già messo a segno 3 reti.

Samuele Ricci

Ha solo 20 anni ed è alla prima stagione in Serie A, ma il regista dell’Empoli è già considerato uno dei maggiori talenti del calcio italiano, con alcuni che lo considerano un possibile erede di Andrea Pirlo.

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

samuele ricci empoli
Fonte: Insidefoto

La tecnica c’è, e questa stagione sarà fondamentale per maturare carattere ed esperienza. Andreazzoli gli ha affidato le chiavi del centrocampo, e dopo un inizio col freno a mano tirato Ricci sta iniziando a far vedere le sue qualità. Non è un gran goleador, ma piuttosto un uomo-assist, anche se in questo inizio di campionato ha brillato principalmente per il gol segnato il 26 settembre al Bologna.

Leggi anche | Forse non stiamo parlando abbastanza dell’Empoli

Giulio Maggiore

Compagno di reparto di Pobega l’anno scorso nella Spezia di Vincenzo Italiano, Maggiore è rimasto nel club ligure, e Thiago Motta lo ha confermato in qualità di uno dei leader tecnici e caratteriali della squadra.

Il contesto in cui gioca gli sta consentendo di mettere in mostra un’ampia varietà di doti, dall’atletismo alle qualità difensive, fino a quelle di gestione del pallone e nel passaggio lungo, una delle sue abilità più interessanti. Capace di calciare con entrambi i piedi e di adattarsi a ruoli diversi, ha già messo a segno 2 assist fin qui, e a 23 anni questa potrebbe essere l’annata del salto di qualità.

Nicolò Rovella

Uno dei più grandi prospetti che abbiamo al momento in Italia, Rovella compirà 20 a inizio dicembre, ma viene già da una stagione da titolare in Serie A, in cui ha messo in mostra le sue ottime doti da regista.

rovella genoa
Fonte: Insidefoto

Leggi anche | Tra Lobanovskyi e Ancelotti: come giocherà Shevchenko al Genoa

2 assist in tutta la scorsa stagione, risultato già migliorato quando non siamo nemmeno a metà di quella attuale (3 assist in campionato più 1 in Coppa Italia). Il centrocampista del Genoa sta maturando rapidamente, ed è interessante vedere come si integrerà nel gioco di Shevchenko. Nel frattempo, la Juventus lo monitora, in attesa di riportarlo a Torino dopo i 22,5 milioni spesi per lui a gennaio.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI