bryan reynolds
Fonte Immagine: @vanto.romanista (Instagram)

Bryan Reynolds, 19 anni, è il nuovo obiettivo della Juventus nel ruolo di terzino destro: poco conosciuto in Europa, è considerato ormai una promessa negli Stati Uniti, uno dei movimenti calcistici maggiormente in espansione nel mondo.

LOREN MORON AL NAPOLI, UN’OPZIONE INTERESSANTE

Dopo l’arrivo dallo Schalke 04 di Weston McKennie, la Juventus continua il proprio processo di espansione negli Stati Uniti: il nome del prossimo rinforzo dei bianconeri potrebbe infatti essere Bryan Reynolds, difensore texano del FC Dallas di soli 19 anni, considerato tra gli altri nascenti del calcio statunitense.

PERCHÈ MEGAN RAPINOE È SORPRESA PER IL PREMIO DELLA FIFPRO

Bryan Reynolds: ruolo e caratteristiche

Bryan Reynolds è nato nel 2001 a Fort Worth, a ovest di Dallas e a sole 50 miglia da Little Elm, da dove proviene lo juventino Weston McKennie, recentemente eletto miglior calciatore statunitense dell’anno. Cresciuto nel settore giovanile della squadra texana, nel periodo d’oro del FC Dallas (nel 2017 arrivò in semifinale della Champions League nordamericana), ha esordito in prima squadra nel 2019, arrivando a disputare già 31 partite tra i professionisti.

QUANTO GUADAGNA UN ARBITRO DI SERIE A

Agli inizi della sua carriera, Reynolds giocava come ala destra, ma è stato progressivamente reinventato terzino. Questa trasformazione gli ha lasciato in eredità una propensione per il gioco avanzato, per il cross e gli inserimenti offensivi, caratteristiche testimoniate dai 4 assist già messi a segno in questo campionato di MLS, in cui Dallas è arrivata sesta nella Western Conference, uscendo in semifinale di divisione contro Seattle, poi finalista nazionale.

Leggi anche:  Inizia il calciomercato: quali sono i colpi già ufficiali?

Non solo tecnica e buon dribbling, perché con i suoi 185 cm d’altezza Reynolds ha un fisico che lo rende molto utile a livello difensivo nel gioco aereo, e gli garantisce grande facilità di corsa grazie alle sue lunghe leve.

È il momento dei talenti made in USA

IL FUTURO DELLA NAZIONALE DI CALCIO DEGLI STATI UNITI

Abbiamo ormai capito che il calcio statunitense è in una fase di grande espansione, con le generazioni nate tra la fine degli anni Novanta e i primi Duemila che si stanno imponendo in Europa per una grande maturità tecnica e tattica, generalmente sconosciuta ai loro predecessori. McKennie, Pulisic, ma anche Tyler Adams, Sergiño Dest, Giovanni Reyna, Timothy Weah, Konrad De La Fuente e Yunus Musah, solo per citarne alcuni: Reynolds potrebbe essere la nuova sorpresa in arrivo dagli Stati Uniti.

Dal 2016 a oggi ha fatto tutta la trafila delle nazionali giovanili, e recentemente è stato promosso nell’Under-19, con cui però non ha ancora esordito. La sua crescita si sta rivelando molto rapida, e c’è chi gli pronostica un vicinissimo futuro nella nazionale maggiore allenata da Gregg Berhalter, che attualmente nel suo ruolo schiera titolare Dest, e come seconda scelta il 22enne Reggie Cannon del Boavista.

UN ITALOAMERICANO A STOCCARDA: CHI È PELLEGRINO MATARAZZO

Pirlo ha assolutamente bisogno di allungare le rotazioni sulla fascia destra: Cuadrado non può giocare sempre e il tecnico sarebbe ben felice di ricevere un rinforzo in grado di far rifiatare il colombiano.

Bryan Reynolds è ancora molto giovane, ma può essere una scommessa davvero interessante per la Juventus. Le doti del ragazzo, però, hanno già fatto levitare il prezzo del suo cartellino, che al momento sembrerebbe aggirarsi attorno ai 9,2 milioni di dollari (pari a 7,5 milioni di euro): una spesa non comune per un giocatore di 19 anni.

Leggi anche:  Perché gli ex Premier League dominano in Serie A?

RYAN REYNOLDS ACQUISTA UN CLUB IN GALLES

Il piano Juve per Reynolds

Il terzino americano sembra ormai prossimo al trasferimento alla Juventus. Il club bianconero, però, ha esaurito i posti per gli extracomunitari, per cui dovrà ricorrere a un’operazione simile a quella che ha portato in Italia Demiral. Questa volta, invece del Sassuolo, la squadra con cui si dovrebbe svolgere l’operazione è il Benevento.

Si tratterà di un prestito con obbligo di riscatto fissato a 7 milioni di euro, che permetterà alla Juventus di mettere le mani già a gennaio sul talento statunitense (cercato anche da Roma, Marsiglia, Club Brugge e Milan). Al Benevento, il giocatore avrà temo per crescere con calma e ambientarsi in Serie A, restando però sotto controllo dei bianconeri.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard!