Chi è Johan Vasquez, il promettente centrale rossoblù

Nella giornata di ieri, il colpo di testa di Johan Vasquez ha regalato un punto al Grifone: andiamo alla scoperta del difensore messicano.

Un esordio migliore di questo non poteva aspettarselo nemmeno lui. Arrivato in Italia ad agosto suscitando tanta curiosità e buone aspettative, il centrale messicano Johan Vasquez non aveva ancora esordito con la maglia rossoblù, guardando – almeno fino a ieri – i compagni soltanto dalla panchina.

Intervistato pochi giorni fa nel ritiro della sua nazionale, aveva detto di non essere deluso dal minutaggio e di aspettare soltanto il suo momento. E il suo momento l’ha aspettato eccome il classe ’98, che oltre a salvare il Grifone all’ottantanovesimo minuto, ha disputato anche un’ottima partita.

Vasquez 2
fonte immagine: profilo Ig @johan_pipe

Leggi anche | Chi è Alberto Zangrillo, il prossimo presidente del Genoa

Johan Vasquez, le caratteristiche e la giovane carriera

Arrivato in estate per una cifra che si aggira sui 3 milioni e mezzo di euro, il difensore è uno dei calciatori messicani più promettenti, ormai stabilmente nel giro della Nazionale maggiore del suo paese. Inoltre, sempre con la maglia del Tricolor, ha conquistato un bronzo alle scorse Olimpiadi di Tokyo.

Fino al suo approdo in Liguria, la sua carriera si era concentrata solamente in Messico, dove aveva giocato per il Monterrey, il Cimarrones de Sonora e, soprattutto, l’UNAM Pumas, dove si è messo maggiormente in mostra.

In particolare nella squadra di Città del Messico si è abituato a giocare stabilmente nella difesa a tre, che ha ritrovato poi con Ballardini.

Vasquez è un centrale non molto alto – 184 centimetri – che però ha un ottimo tempismo e un buon colpo di testa, come ha dimostrato proprio ieri contro il Sassuolo. Nonostante il piede mancino e la possibilità di essere schierato anche come terzino sinistro, il classe ’98 è in grado di giocare in tutte e tre i ruoli centrali del pacchetto arretrato.

Leggi anche | Chi é 777 Partners, il fondo americano che vuole il Genoa

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Cosa aspettarsi nel resto della stagione?

Un periodo di ambientamento nel nuovo campionato era abbastanza prevedibile, soprattutto con un allenatore come Davide Ballardini che lancia i giovani solo quando li ritiene pronti.

Il gol all’esordio e la buona prestazione offerta possono essere un ottimo biglietto da visita: il calciatore ha buone qualità e adesso potrebbe acquisire anche molta fiducia. Inoltre, il reparto difensivo genoano non è sembrato proprio impermeabile nelle prime giornate di campionato e l’inserimento di un nuovo elemento come Vasquez potrebbe garantire una maggiore stabilità.

Davide Ballardini

Leggi anche | Malore tifoso in Newcastle-Tottenham: la ricostruzione di un folle pomeriggio

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI