Paratici, Tottenham modello Chelsea: cedere i giovani per arrivare a Gollini e Romero

Il Tottenham di Paratici ed Espirito Santo studia come muoversi sul mercato, guardando all’Italia ma pensando anche alle cessioni

LEGGI ANCHE: Kane lascerà il Tottenham ed è una storia già vista

Di certo non ci sarà più Bale, tornato al Real Madrid; ancora dubbi sul futuro di Kane, deciso ad andarsene ma con un cartellino fuori mercato: Fabio Paratici, ex-dirigente della Juventus e oggi direttore generale del Tottenham, è al lavoro per definire la squadra per la prossima stagione, che dovrà segnare la rinascita del club londinese.

Una soluzione per gli Spurs potrebbe essere un modello di mercato in stile Chelsea, che in questi anni è riuscito a mettere da parte un bel gruzzolo sul mercato cedendo dei prodotti del vivaio come Tomori, Aina, Aké, Chalobah o anche Guehi. Al Tottenham i giovani non mancano, e potrebbero rivelarsi un’utile risorsa già da questa estate.

I giovani del Tottenham sul mercato

LEGGI ANCHE: Nuno Espirito Santo al Tottenham: come gioca, modulo e probabile formazione

José Mourinho, nel suo breve e poco fortunato periodo agli Spurs, ha portato alcuni volti nuovi in prima squadra, come Dane Scarlett, Nile John, Marcel Lavinier e Alfie Devine. Tutti ragazzi scuola Tottenham, il più vecchio dei quali (Lavinier, difensore molto duttile in possesso anche del passaporto lusitano) ha solamente 20 anni. Devine, che con i suoi 16 è il più giovane del gruppo, si è già segnalato per il gol in FA Cup contro il Marine.

In queste prime uscite, che anticipano la stagione 2021/2022, Nuno Espirito Santo ha aggregato alla prima squadra anche il difensore estone Maksim Paskotsi, oltre ovviamente a Oliver Skipp, 20enne mediano reduce da un’ottima stagione in prestito al Norwich, in Championship.

LEGGI ANCHE: Il Norwich è tornato in Premier League

Skipp è virtualmente chiuso da Harry Winks, per questo potrebbe diventare già da ora una papabile plusvalenza. Così come il difensore 22enne Japhet Tanganga, 13 partite nella scorsa stagione e cartellino schizzato fino ad almeno 8 milioni di euro. Per quanto riguarda gli altri ragazzi citati, sono ancora molto giovani ed è probabile che il Tottenham voglia aspettare di far crescere il loro valore nei prossimi anni.

Al momento, comunque, il trequartista John sembra quello con le maggiori possibilità di restare in rosa: Espirito Santo lo ha già fatto debuttare in amichevole contro il Leyton Orient, vedendogli disputare un’ottima partita, che conferma le ottime cose dette in passato su di lui da Mourinho.

Mercato italiano per il Tottenham

LEGGI ANCHE: Gattuso parla e racconta le vicende Fiorentina e Tottenham

Ancora nessun acquisto da parte degli Spurs, ma le prime indiscrezioni suggeriscono in maniera sempre più convinta un mercato orientato verso la Serie A, un campionato che Paratici conosce molto bene. E non a caso, prima dell’arrivo del nuovo allenatore portoghese, sembrava fatta per Gennaro Gattuso alla guida del club londinese.

gollini
Fonte immagine: @piergollo (Instagram)

Oggi, i due nomi che rimbalzano dall’Inghilterra sono entrambi tesserati per l’Atalanta: Gollini e Romero. Per il portiere, necessario per fornire una valida alternativa a Lloris, non ci dovrebbero essere problemi: l’arrivo a Bergamo di Musso ha di fatto aperto la porta d’uscita all’altro numero 1 nerazzurro, ora in cerca di una nuova squadra e pronto a tornare in Premier League (ha già giocato, infatti, con Manchester United e Aston Villa).

LEGGI ANCHE: Musso all’Atalanta ma non solo: il domino portieri della Serie A

L’operazione che condurrà a Romero, fresco vincitore della Copa America con l’Argentina, potrebbe essere più complicata, vista l’ottima stagione del difensore sudamericano, ma potrebbe andare di pari passo con la partenza di un collega di reparto, come appunto il già citato Tanganga.

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!