Home Calcio Estero Perché la UEFA ha vietato la terza maglia dell’Ajax

Perché la UEFA ha vietato la terza maglia dell’Ajax

fonte immagine: profilo Ig @afcajaxfanclub

Terza maglia Ajax, ecco i motivi per il quali la UEFA impedirà al club olandese di utilizzarla in Champions League.

Dopo lunghi mesi di attesa, stasera ricomincia finalmente la Champions League con la prima giornata della fase a gironi.

Tra le trentadue squadre arrivate fino a questo punto della competizione, ci sono anche gli olandesi dell’Ajax che scenderanno in campo domani in Portogallo contro lo Sporting Lisbona, in una sfida già importante per il passaggio del turno.

Nelle ultime ore però una notizia ha rovinato in parte la vigilia del debutto dei Lancieri: secondo le direttive della UEFA, il club di Amsterdam non potrà utilizzare la propria terza maglia per tutto lo svolgimento del torneo.

Leggi anche | Juve in Champions, un nuovo debutto per Allegri: l’avversario è lo stesso 

Terza maglia Ajax, i motivi del divieto

Il divieto di utilizzo della terza maglia, ha stupito non poco l’Ajax, che l’aveva già indossata sabato scorso nella partita in casa dello Zwolle vinta per due reti a zero.

La UEFA non ha però accettato l’evidente richiamo a Bob Marley presente sulla divisa, dove figurano tre uccellini (che riprendono il titolo del brano “Three Little Bird” del cantante giamaicano) seduti sulle tre croci di Sant’Andrea, simbolo di Amsterdam.

La federcalcio europea non accetta, infatti, alcuna simbologia sulle magliette, se non i loghi dei singoli club e i rispettivi sponsor.

Leggi anche | Juve occhio a Tomasson: dal Milan al Malmo, nel segno della Champions

Terza maglia Ajax, la risposta della UEFA

Nonostante il regolamento della UEFA sia piuttosto chiaro, ci sono state alcune polemiche riguardanti i tempi di questa decisione, che hanno impedito di utilizzare la terza maglia Ajax.

Anche in questo caso, però, la federcalcio europea si è difesa: contattata da Calcio e Finanza ha risposto che il club olandese era al corrente già da settembre 2020 che una maglia di questo tipo non sarebbe stata accettata aggiungendo che “gli uccellini non potevano essere posti sul retro del colletto della maglietta, perché quella posizione corrisponde solamente all’identificazione della squadra.

La squadra di Erik ten Hag dovrà così avere la meglio sui portoghesi senza poter contare sulla propria terza divisa.

Leggi anche | Tudor al Verona, come gioca e probabile formazione

Seguici sul nostro sito, resta aggiornato CLICCA QUI e contattaci sui nostri social: InstagramFacebookTwitter e Flipboard! Inoltre, ascolta il nostro Podcast su Spotify!

 

Exit mobile version