Inter-Juve, perché Szczesny non gioca la Supercoppa

Szczesny non potrà difendere i pali della Juventus in Supercoppa italiana, a causa di un problema di regolamento che riguarda il vaccino contro il Covid.

Si aggiunge un’ulteriore assenza alla formazione della Juventus in vista della Supercoppa italiana di mercoledì contro l’Inter: dopo le squalifiche rimediate in campionato da Cuadrado e De Ligt, e gli infortuni di Chiesa, Alex Sandro e Ramsey, Allegri dovrà fare a meno anche del suo portiere titolare Wojciech Szczesny.

LEGGI ANCHE: Perché le squalifiche in Serie A si scontano in Supercoppa italiana

Nessun infortunio né bisogno di riposare per l’estremo difensore polacco, che sarà invece costretto in panchina a causa di un problema burocratico. L’allenatore bianconero, nella conferenza stampa di oggi, ha infatti spiegato che l’assenza è dovuta al fatto che il giocatore non ha il Green Pass.

Szczesny in panchina: il problema col vaccino

“Domani Szczesny arriverà all’ultimo momento, visto che dobbiamo seguire un protocollo ben definito” ha detto Allegri. Il motivo di questo “ritardo” è che il portiere polacco non ha ancora ricevuto il Green Pass per questione di normali tempistiche.

Szczesny si è vaccinato solo di recente, quando è stato introdotto l’obbligo per i calciatori, e nei giorni scorsi ha ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid-19, per cui “fino a dopodomani non ha il Green Pass” ha chiarito il tecnico della Juventus. Il protocollo prevede quindi che Szczesny arrivi a San Siro solo all’ultimo momento, e in questo caso potrà solamente sedersi in panchina.

LEGGI ANCHE: Supercoppa Italiana 2022 dove vedere Inter-Juventus in tv e streaming

Il regolamento, in questo caso, è abbastanza controverso: dal 10 gennaio, le nuove disposizioni prevedono che un giocatore sprovvisto di Green Pass possa giocare normalmente, ma non entrare negli spogliatoi. Per questo, Allegri ha preferito lasciare Szczesny in panchina: potrà subentrare in caso di necessità, ma in generale non gli sarà permesso di stare con la squadra appena prima e dopo la partita, oltre che nell’intervallo.

Al suo posto giocherà quindi Mattia Perin, che quest’anno è già sceso in campo, sempre da titolare, in quattro occasioni tra campionato e Champions League, subendo 4 reti e chiudendo due volte a porta imbattuta. Questa sarà la sua prima volta sul rettangolo verde in Supercoppa italiana, dopo aver fatto panchina il 16 gennaio 2019 contro il Milan. Tuttavia, nel 2010 giocò la Supercoppa Primavera con il Genoa, in una larga vittoria per 5-0 sempre sul Milan.

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI