Supercoppa Italiana a San Siro: tifosi della Juve furiosi, il motivo

La Supercoppa italiana ancora non ha una sede certa, ma sia fa strada l’ipotesi Milano, con un rinvio di Juve-Napoli che indispettisce i bianconeri. Cosa sta succedendo?

Leggi anche | Rivoluzione arbitrale in Serie A: pronta una decisione storica

Sembra più certa l’ufficializzazione di data e luogo della prossima Supercoppa italiana: secondo la Gazzetta dello Sport, manca ormai solo l’ufficialità per la decisione di giocare il 5 gennaio 2022 a Milano, invece che in Arabia Saudita.

Una situazione complicata, in cui rientrano anche i rapporti con Riad e la situazione dei diritti televisivi della Serie A all’estero. Ma che genera polemiche anche in casa bianconera, perché la data costingerà a un rinvio a febbraio della sfida molto sentita con il Napoli attuale capolista, una decisione che secondo i tifosi avvantaggerebbe i campani.

Supercoppa italiana: cosa c’è dietro alle novità

Leggi anche | Paulo Dybala ha raggiunto la piena maturità?

Sembrava probabile che la prossima edizione della sfida tra la detentrice dello scudetto e quella della Coppa Italia si sarebbe tenuta anche stavolta in Arabia Saudita: l’accordo firmato nel 2018 garantisce a Riad tre edizioni, e due sono già state disputate (2018 e 2019). Quella dell’anno scorso si è tenuta a Reggio Emilia a porte chiuse a causa del Covid, ma per il 2021 si puntava a un ritorno ai patti iniziali.

Supercoppa Italiana
Fonte immagine: profilo Twitter Pallonate in Faccia

Iscriviti al nostro canale YOUTUBE

Perché questo fosse possibile, però, l’Arabia Saudita avrebbe dovuto comunicare per tempo l’intenzione di ospitare il match, cosa che non è stata fatta, e così le contendenti Juventus e Inter sono state libere di organizzarsi diveramente. La sede di Milano è stata scelta per il potenziale incasso maggiore rispetto a Torino (da diversi tra le due società), e anche per un aspetto di tradizione: giocare la Supercoppa italiana in casa della vincitrice dell’ultimo campionato, cosa che non avviene dal 2010.

Leggi anche | De Sciglio, così è rinato con Allegri

Ma dietro la decisione di mettere da parte l’Arabia Saudita ci sarebbe anche la trattativa parallela della Lega Serie A per la cessione dei diritti tv del campionato nel mondo arabo (i cosiddetti paesi dell’area MENA, Middle East & Northern Africa). Tradizionalmente interesserebbero alla qatariota BeIn Sports, che però ha avuto un contenzioso con la tv saudita, accusata di piratarne il segnale. La vicinanza strategica tra Italia e Riad ha rappresentato un ostacolo alla trattativa con BeIn, che però si vorrebbe riprendere.

Polemiche in casa Juventus

Anche se la dirigenza bianconera sta trattando direttamente con l’Inter sulla data e la sede della Supercoppa italiana, e quindi verosimilmente è favorevole all’opzione San Siro il 5 gennaio, a diversi tifosi questa soluzione non piace.

Leggi anche | Girone Juventus in Champions League: avversarie e calendario

In primo luogo, giocare in casa dei nerazzurri ripristinerebbe una tradizione di cui però la Juve non ha mai potuto usufruire nell’ultimo decennio, in cui pur avendo vinto nove scudetti ha sempre dovuto giocare la Supercoppa lontano da Torino (Pechino, Roma, Doha, Shanghai, Jeddah, Riad, Reggio Emilia).

juventus-napoli
Fonte immagine: InsideFoto

Inoltre, la nuova data causerebbe lo slittamento di Juventus Napoli di almeno un mese, particolare che permetterebbe ai partenopei di recuperare i nazionali impegnati in Coppa d’Africa (che si terrà dal 9 gennaio al 6 febbraio). Pasquale Guarro scrive però su Calciomercato.com che la data non è ancora sicura, e anzi che “difficilmente si prenderà in considerazione la data del 5 gennaio”.

Leggi anche | Migliori partenze Serie A: Napoli a caccia del record storico

Siamo su Google News: tutte le news sul calcio CLICCA QUI